Rimaniamo in contatto

Calciomercato

La Cantera perduta e l’indifferenziato da evitare

Published

on

Nelle ultime due stagioni disputate dal Novara Calcio 1908, prima dell’avvento del FC Novara, abbiamo visto giocare con la nostra maglia decine di calciatori che con la cancellazione dal calcio professionistico abbiamo perso, sparsi in giro per l’Italia a costo zero.

Alcuni erano “figli nostri” nati e cresciuti nella Cantera Azzurra, altri erano giocatori che avevano appassionato e dei quali ci stavamo innamorando, molti altri erano rifiuti da buttare a scelta nell’indifferenziato o nell’umido oppure nei migliori dei casi sono passati senza lasciare traccia.

Vediamo come si sono comportati nell’ultima stagione, senza considerare se si sono fatti amare o odiare dalla piazza oppure se le società di appartenenza considerino gli atleti un valore o un peso ma solamente basandoci sulle statistiche (presenze, minutaggio, gol, assist, espulsioni).

Categoria Figli Nostri:

Davide Bove (23 anni): 25 presenze quasi sempre da titolare ed un gol nelle file dell’Avellino arrivato quarto nel girone C di Lega Pro. È diventato una certezza per questa categoria e considerata l’età può tranquillamente aspirare alla serie B.

Marco Bellich (23 anni): 32 presenza ed un gol con la maglia della Lucchese (serie C girone B, ottava classificata). Titolare inamovibile si è confermato come Bove in categoria.

Tommaso Barbieri (19 anni): il giovanissimo novarese, venduto a peso d’oro alla Juventus, ha disputato 27 partite impreziosite da 5 assist nella JU U23. Continua il suo processo di crescita, il futuro non può che essere suo.

Vittorio Pagani (19 anni): prelevato dal Torino, il giovane terzino destro ha disputato 22 partite nel campionato Primavera, inizialmente come titolare e poi spesso come riserva. I ragazzi giovani hanno tempi di maturazione differenti.

Riccardo Collodel (23 anni): considerata la maturità e la disponibilità al sacrificio non ho dubbi che Riccardo si sia fatto amare anche a Lucca: 18 presenze e 4 gol in metà stagione, sono un ottimo score. Peccato per le zero presenze nella Cremonese in serie B, nella prima parte della stagione.

Nicolas Fonseca (23 anni): il ragazzo si è perso e dopo le 9 presenze da titolare in maglia azzurra, ha disputato solo due partite in due anni, nell’Atletico River Plate di Montevideo in Uruguay. Però sta giocando nella PRIMERA DIVISIÓN APERTURA, la serie A del campionato uruguagio.

Filippo Nardi (24 anni): 4 spezzoni di partita in serie B con la Cremonese e poi altre 13 nelle file del Como di Gattuso e Ludi. La prossima stagione sarà decisiva per le sue ambizioni.

Nicolas Schiavi (27 anni): 24 presenze, un gol e 4 assist in una stagione segnata da un infortunio che lo ha tenuto fuori dai campi di gioco per due mesi. È un giocatore ormai maturo, stabile nella categoria.

Marco Zunno (21 anni): prelevato dalla Cremonese e parcheggiato al Fiorenzuola in serie C, Marco non ha confermato le qualità che aveva fatto intravedere in azzurro. 13 partite, nessun gol, nessun assist per il giovane attaccante che dovrà risollevarsi da una stagione negativa.

Hicham Kanis (24 anni): arrivato a Novara a 17 anni, lo considero facente parte della cantera. Ha disputato l’ultima stagione nella Super Legaue 2 greca nelle file del Panserraikos segnando 17 gol in 34 partite. Non conosco il livello del secondo campionato greco ma sembra che il ragazzo sia finalmente maturato.

Alessio Pinotti (19 anni): otto partite (con una doppietta ed un assist in una sola partita) nella Primavera della Spal e 4 presenze un gol e tre giornate di squalifica per espulsione diretta nelle file del Monza Primavera. Il ragazzo è ancora tutto da scoprire.

Mattia Tordini (19 anni): dopo una partenza a razzo nelle file del Lecco con 4 gol e un assist nelle prime 7 partite, il giovane bomber si è fermato a causa di un brutto infortunio (frattura del metatarso). Confermarsi in serie C a 19 anni è tanta roba, quindi con pazienza, il ragazzo va aspettato.

Matteo Stoppa (21 anni): ceduto troppo in fretta alla Sampdoria nell’estate 2019, l’anno scorso con la maglia della Juve Stabia nel girone C di Lega Pro ha messo insieme 34 presenze e 11 gol e 6 assist: niente male per un ragazzo di 21 anni

È incredibile, quanta qualità e prospettiva ci sia in questa lista di ragazzi cresciuti nelle giovanili del Novara. Oggi potrebbero formare la formazione perfetta per un campionato di serie C di buon livello, mancherebbe solo il portiere e una punta di esperienza:

Barbieri, Bove, Bellich, Pagani

Collodel, Nardi, Schiavi, Zunno (Fonseca)

Kanis (Tordini), Stoppa (Pinotti)

Che spreco pazzesco, maledetti loro…

Categoria c’eravamo tanto amati:

Ivan Lanni (31 anni): 38 partite, neanche un’assenza nel Siena (girone B serie C). Una sicurezza.

Gabriele Marcheggiani (26 anni): il portiere figlio d’arte si è un po’ perso, totalizzando comunque 28 presenze in serie C tra Trento e Potenza.

Elia Benedettini (26 anni): una sola presenza nelle file del Cesena per il portiere titolare della Nazionale di San Marino

Andrea Sbraga (30 anni): 11 partite tra Avellino e Turris. Ormai in fase clamorosamente calante.

Cesare Pogliano (24 anni): terza scelta nella difesa del Cesena, raccoglie 17 partite.

Andrea Cagnano (24 anni): si vedeva che poteva ambire ad una categoria superiore ed Andrea dopo una prima parte di stagione da comprimario ha conquistato la maglia da titolare del Como in serie B, totalizzando 26 presenze.

Tommaso Bianchi (33 anni): è ancora sulla breccia, totalizza 29 presenze e 3 gol nelle file del Siena nonostante diverse assenze per infortunio.

Andrea Cisco (23 anni): stagione negativa con due presenze nel Pisa in B e nove presenze nel Teramo in serie C senza siglare un solo gol. Deve ancora esprimere tutto il suo potenziale.

Giammario Piscitella (29 anni): con grande umiltà, scende di categoria ed è protagonista con la maglia del Rimini nella promozione in serie C con 35 presenze, 5 gol e 8 assist.

Eric Lanini (28 anni): 34 presenze e 15 gol, in lotta per la promozione in serie B fino all’ultima giornata con la Reggiana, si conferma uno dei migliori bomber della categoria.

Simone Rossetti (25 anni): 31 presenze e 6 gol nel Renate. Probabilmente è questo il suo livello.

Angelo Tartaglia (29 anni): 19 presenze nel Monterosi Tuscia in serie C.

Tommaso Cassandro (22 anni): il ragazzo è cresciuto e ha disputato 24 partite impreziosite da un gol con la maglia del Cittadella in serie B

Francesco Corsinelli (24 anni): ottima stagione con 35 presenze e due gol con la Lucchese per il terzino sinistro.

Gabriele Capanni (21 anni): una sola volta in panchina e una sola volta in campo per 9 minuti. Al momento per lui la serie B (Ternana) è un livello troppo alto.

Diego Peralta (25 anni): conquista 19 presenze, quasi sempre partendo dalla panchina, in serie B con la Ternana.

Mattia Bortolussi (26 anni): in doppia cifra per il terzo anno consecutivo, Mattia aggiunge ai 10 gol anche 6 assist nelle file del Cesena.

Lorenzo Pinzauti (27 anni): titolarissimo nel Teramo con 34 presenze ma solo 5 gol

Categoria indifferenziato e umido:

Marco Migliorini (30 anni): tanta panchina, diversi infortuni e qualche presenza nel Gubbio ma sempre in serie C.

Ante Hrkac (30 anni): il gigante croato è finito nella serie A Serba. Con la maglia del Mladost 18 partite un gol e tre giornate di squalifica per espulsione diretta.

Lorenzo Colombini (21 anni): 27 presenze nella Giana Erminio, alternando panchina a partite da titolare.

Francesco Lamanna (20 anni): nel Gubbio non trova spazio e gioca solo spezzoni di partita

Antonio Natalucci (21 anni): 16 presenze tra Triestina e Monopoli senza mai essere titolare.

Marco Firenze (28 anni): pensava di meritare categorie superiori ma alla fine ha trovato la sua giusta dimensione alla Paganese in serie C segnando 6 gol in 31 partite.

Malick Mbaye (26 anni): dopo alcuni anni di latitanza torna a disputare una stagione decente con 32 presenze, 14 cartellini gialli e una espulsione con la maglia della Fermana.

Manuele Malotti (25 anni): 33 presenze e tre gol molto spesso partendo dalla panchina con il Teramo.

Giuseppe Panico (25 anni): un’altra stagione difficile per il sosia di Immobile: 19 presenze ed un solo gol con la Juve Stabia e 18 presenze e 4 gol con la Pro Vercelli.

Gianmarco Zigoni (31 anni): stagione a metà tra Mantova e Virtus Verona che conferma con soli 5 gol tutta la sua sterilità sotto rete.

A parte Piscitella che è sceso in serie D, tutti gli ex azzurri hanno giocato in serie C (22), in serie B (4) o all’estero (1) molti da protagonisti, qualcuno da comparsa.

Per costruire una squadra che possa ambire alla promozione i profili da cercare sul mercato sono quelli simili a Cagnano, Lanini, Bortolussi e forse Lanni. Tutti gli altri profili, vanno bene per campionati di transizione non certo da protagonisti.

Non sarà semplice e probabilmente la parte più difficile del mercato sarà quella di evitare di comprare figurine dal passato affascinante che molto spesso non hanno futuro.

Se la cava meglio con i video che con la scrittura, spiega meglio il passato che il presente. Ma l’importante è che ci sia Novara ed il Novara di mezzo. La sintesi è la sua dote migliore.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia un commento

Calciomercato

Il punto del mercato

Published

on

Sono ancora 4 (oltre al terzo portiere) le caselle da riempire per arrivare alla fatidica quota prevista dai regolamenti di 24 + 1 (occupata dal 2003 Babacar Diop).

Un mercato fino a questo momento importante, in linea con i buoni propositi di Ferranti ma che non ha ancora raggiunto il livello per poter competere per la promozione diretta.

Fondamentali saranno gli ultimi quattro colpi di mercato, vedremo se saranno titolari che alzeranno il livello qualitativo oppure buoni giocatori per completare la rosa.

PORTIERE: Pissardo e Desjardins si stanno giocando il posto da titolare con il Canadese che sta scalando a sorpresa alcune posizioni. Il terzo portiere dovrebbe essere Taliento che si sta allenando con la squadra.

DIFENSORE CENTRALE: considero Bonaccorsi, Amoabeng e Khailoti tre ottime riserve. Carillo è al momento l’unico titolare, posizionato al centro dei tre centrali ha già fatto intravedere personalità e doti da leader. Benalouane non si discute ma le esperienze passate indicano che età e problemi fisici sono varianti imprevedibili. Necessita un altro titolare molto forte da posizionare a sinistra dello schieramento dei tre centrali.

ESTERNO SINISTRO: Oliver Urso che abbiamo visto poco fino ad ora, dovrebbe essere il titolare del ruolo. Una casella sicuramente da riempire è il suo sostituto. Nel 5-3-2 l’esterno è un ruolo fondamentale (molto spesso è il primo cambio per il dispendio di energie che comporta) e quindi mi aspetto un’alternativa di pari livello.

ESTERNO DESTRO: la coppia dovrebbe essere Peli-Ciancio. Il primo sembrerebbe essere il titolare mentre il secondo che in carriera ha giocato in diversi ruoli (terzino destro soprattutto ma anche terzino sinistro e a volte difensore centrale) non è mai stato un esterno tutta fascia ed è probabile che troverà spazio e anche tanto in una stagione lunga e piena di imprevisti, come jolly difensivo in grado di occupare più ruoli.

CENTROCAMPISTA: per le tre maglie da titolare ci sono già alcuni punti fermi: Rocca ha già fatto vedere la sua importanza ed una maglia non gliela toglie nessuno. La prima apparizione di Marginean è piaciuta molto e potrebbe essere una lieta sorpresa. Ranieri e Calcagni sono anche loro all’altezza del ruolo di titolare. Di Munno va benissimo come riserva. Rimane una casella da riempire, probabilmente una buona riserva, considerando che anche Galuppini è stato provato come trequartista a supporto delle due punte.

SECONDA PUNTA: Galuppini sta avendo qualche problema di inserimento negli schemi ma il suo valore non si discute e sicuramente una maglia da titolare sarà sua. Pablo, l’immortale, sarà pronto per ogni evenienza.

PRIMA PUNTA: Bortolussi è la nostra punta di diamante. Spero non abbia mai bisogno di un cambio ma in quel caso Buric e Diop dovranno essere pronti.

Ricapitolando: manca ancora un centrale difensivo molto forte a sinistra dello schieramento, un esterno sinistro dello stesso livello di Urso, un centrocampista per completare il reparto.

L’ultima casella potrebbe essere riempita dalla famosa occasione dell’ultimo minuto. Personalmente blinderei ulteriormente la difesa sacrificando Amoabeng (cedendolo in prestito) prendendo al suo posto un centrale all’altezza di Benalouane e punterie tutto su un esterno molto forte.

Ma probabilmente si proverà a rinforzare ulteriormente l’attacco cercando un giocatore strutturato in grado di giocare come prima e come seconda punta in alternativa a Galuppini e Bortolussi.

Stiamo comunque parlando di tantissima roba.

Roba impensabile un anno fa quando carcerati ed indagati avevano azzerato la nostra storia ed in questo momento non avevamo un solo giocatore sul quale discutere il ruolo, la posizione e la potenzialità.

Grazie Ferranti sempre ma ricordati di riconquistare ciò che è nostro e con non può essere separato. Così anche questo giro il Vannu è servito.

Continua a leggere

Calciomercato

Il watusso

Published

on

Ecco un altro tassello per la linea mediana: Andrei Marginean, rumeno che si è affinato nelle file del Sassuolo acquisendo i preziosi insegnamenti della società neroverde. In Emilia Andrei si è distinto per le sue qualità risultando un centrocampista di lotta e di governo che affronta con grande diligenza le due fasi. Con lui il nostro centrocampo si arricchisce per fornire a Marchionni valide alternative sia per un inevitabile turn-over che per variazioni tattiche a partita in corso. Duttile, giovane e pronto a stupirci. Con Andrei archiviamo le stagioni dei Nibelunghi ed iniziamo quella dei Watussi.
Siviersson

Continua a leggere

Calciomercato

Il corazziere

Published

on

Luigi Carillo incarna il prototipo del difensore arcigno che ha una sola missione: bloccare ogni velleità degli avversari. Fisico, deciso, grintoso porta sul campo queste caratteristiche quasi naturali per un calciatore che ha avuto come allenatore Paolo Montero. Piede mancino, ha maturato una certa esperienza sui campi della C dove gli apprezzamenti non sono mancati. Un corazziere per la nostra difesa che con lui si arricchisce di una nuova alternativa. Forza Luigi blocca qualunque avversario che si avvicina all’area.
Siviersson

Continua a leggere

Ultimi Articoli

Copyright © 2017 Zox News Theme. Theme by MVP Themes, powered by WordPress.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: