Gli Irresponsabili…. Pensieri e parole

Oggi non avevo un cazzo da fare e, giocando col telefono, ho pensato di farmi del male guardando la conferenza stampa di Gianni e Pinotto di inizio settimana.

Abbonda, reiterata ad libitum, la frase: ” è la logica ” … ma voi, che rappresentate nella storia del Novara Calcio il duo meno presentabile a memoria di viventi, ma che cazzo di logica avete usato da agosto ad oggi?

Una conferenza dove lo scarico di responsabilità è così evidente da risultare quasi disgustoso.

Da agosto ad oggi è stato demolito l’impianto del settore giovanile; è stato spedito a casa il suo responsabile tacciato di avida supponenza; sono state regalate due pedine fondamentali in attacco e centrocampo per due pezzi di pane e ne paghiamo oggi le conseguenze; è stato allontanato un allenatore che, indipendente dalle valutazioni tecniche,  ama questi colori come noi quando eravamo bambini; sono stati acquistati quattro giocatori che non vedevano più il campo da un anno ( e una ragione ci sarà); per tre volte è stata presentata una fideiussione senza i requisiti fondamentali; è stato richiamato l’allenatore di cui sopra (prima figura di merda) appesantendo i costi di gestione; la responsabile del settore femminile, tanto decantato come uno degli obiettivi primari, è scappata a gambe levate; il responsabile del settore giovanile (di cui sopra) è stato richiamato ( altra figura di merda ) senza che gli venissero affidati pieni poteri … mi fermo qui perché mi sta venendo la depressione.

Ma di chi è la colpa di tutto questo? I casi sono due: o questi due non contano un cazzo o, trattandosi del presidente e del direttore generale, la colpa è loro.

In qualsiasi altra azienda, piccola o grande che sia, qualsiasi delle due ipotesi di cui sopra comporterebbero un unico risultato: dimissioni.

Mi aspetto pertanto, non solo a nome mio ma di tutto quel popolo azzurro che ama senza pudore questa maglia, che le dimissioni dei due soggetti nell’immagine in evidenza arrivino con la stessa celerità con cui gli stessi sono riusciti a scaricare su altri le responsabilità del loro disastro gestionale; un disastro che ci ha portati sull’orlo di un baratro che nessuno di noi si meritava.

Siamo tutti ben consci che rappresentino  le due compagini societarie ma mi immagino che abbiano la decenza, in uno scatto di orgoglio, di ammettere  il loro fallimento o, nel caso in cui veramente non  contino un cazzo, della loro inutilità.

Andatevene fuori dal cazzo e lasciate a terzi più competenti, il mondo né è pieno, il compito di tirarsi su le maniche e di salvare il salvabile … che amarezza.

Ciumi


Analista tecnico delle partite e sfanculatore ufficiale del blog. Convive con una sana passione per le Converse All Star sgualcite e scolorite e per la scarsa considerazione sul genere umano. Severo ma giusto.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: