La VIDEO-MOVIOLA di Pro Patria-Novara Campionato

Tanti episodi e quasi tutti nel primo tempo:

al 17’ Bortolussi viene fermato per fuorigioco. Se c’è è millimetrico, in questi casi solo la VAR potrebbe chiarire. Quando si tratta di millimetri la chiamata del guardalinee è sempre giusta.

Al 27’ Nardi vince un contrasto a centrocampo e lancia Bortolussi che si posiziona davanti al suo avversario che lo “tampona” in maniera energica. Rigore inevitabile

L’esultanza successiva al gol costerà a Bortolussi un’ammonizione per colpa di quel chiaccherone di Colombo che va a far la spia all’arbitro. L’episodio non sarebbe neanche da moviola ma rivedere l’esultanza in faccia ai bustocchi fa sempre bene al cuore.

Al 39’ un’altra chiamata questa volta sbagliata del guardialinee che su una spizzata di Barbieri vede un fuorigioco di Bortolussi che non c’è. Questa volta non è questione di millimetri e la decisione dell’assistente va ad annullare una potenziale azione da gol. Fortunatamente l’arbitro non punisce con un altro cartellino giallo Bortolussi che scaglia il pallone sul fondo. Sarebbe stata una vera beffa.

Un minuto dopo al 40’ Nardi recupera un pallone, lo perde e per recuperarlo nuovamente entra in maniera decisa su Galli. L’arbitro estrae il cartellino giallo ed il nostro giocatore commette la sciocchezza di toccare il braccio del giudice di gara. Molti arbitri avrebbero tirato fuori il secondo giallo e l’inevitabile rosso. Fontani no, per fortuna.

Al 44’ Le Noci affronta Sbraga appena dentro l’area. Il nostro difensore scivola e cadendo tocca il pallone. Dalle immagini non si capisce se con il braccio o con la testa/corpo. Se avesse toccato con il braccio sarebbe stato sicuramente involontario e il braccio non avrebbe comunque ampliato il volume del corpo. Sinceramente capire se fosse un fallo da rigore o meno è veramente complicato con le regole attuali. Rischio comunque enorme.

Al primo minuto del secondo tempo, rigore per la Pro Patria. Pochi dubbi sull’intervento scomposto con il braccio alto di Pogliano.


Se la cava meglio con i video che con la scrittura, spiega meglio il passato che il presente. Ma l’importante è che ci sia Novara ed il Novara di mezzo. La sintesi è la sua dote migliore.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: