Lupo incontra la Giana Campionato

Ho sempre considerato la serie C un campionato trash/cult. Se c’è una squadra che rientra appieno nelle sopracitate categorie quella è la Giana Erminio.

Partiamo subito da una curiosità. La Giana è l’unica squadra professionistica in Italia ad avere come nome un antroponimo, ovvero il nome di una persona. Erminio Giana era infatti un ragazzo gorgonzolese morto a soli 19 anni nella prima guerra mondiale. Prima la squadra si chiamava Unione sportiva Argentia, in onore del vecchio nome di Gorgonzola. I colori sociali sono il bianco e l’azzurro, con inserti neri in segno di lutto, in memoria sempre del buon Erminio.

La Giana è quindi l’espressione calcistica di Gorgonzola, paesone di 20000 abitanti dell’hinterland Milanese, più precisamente nella Martesana, lungo il naviglio omonimo, costruito nel 1460 per collegare Milano con l’Adda. Gorgonzola è celebre anche per i promessi sposi. È proprio qui che Renzo Tramaglino si ristora in un’osteria dopo essere scappato da Milano.

L’ultimo aspetto per il quale è famosa la città lombarda è per il celebre erborinato, associato ingiustamente esclusivamente al paese sulla Martesana. Nonostante questo ci teniamo a specificare che il Gorgonzola è una specialità novarese, e che la maggior parte della produzione MONDIALE si concentra nella nostra provincia. Concluso il delicato incipit storico-gastronomico è ora di passare al lato calcistico. La Giana disputa il suo sesto campionato consecutivo di serie C, dopo una vita fra i dilettanti. Sono una società particolarmente stabile, con lo stesso presidente dall’85. Altra figura chiave è Cesare Albè, l’attuale tecnico chiamato a sostituire Maspero. Albè ha allenato i bianco azzurri per ben 25 anni, portandoli dalla promozione al professionismo nel 2014. Era sulla panchina della Giana nel la stagione 2014/15, quando vincemmo 2-1 a Monza (con lo stadio di Gorgonzola ancora in ristrutturazione) e 2-0 al ritorno, con una doppietta di Pablo in una partita che fu decisiva, dopo una settimana difficilissima con gli 8 punti di penalizzazione.

Quest’anno sono partiti male, con appena 2 punti in 8 partite, 5 goal fatti e ben 19 subiti.

Come tutte le partite non sarà facile, quindi fuori le palle e forza Novara sempre!

Lupo


Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: