Rimaniamo in contatto

Pagelle Ignoranti

La pagelle ignoranti di Novara – Pro Patria

Published

on

LANNI: Per fortuna Parker, pur prendendo di testa qualsiasi cosa, anche un gabbiano che volava un po’ basso, non riesce mai a tirare in porta. Arriva solo una conclusione vera e si fa trovare pronto

POGLIANO: è adattato e si vede, soprattutto nel primo tempo fa una fatica del diavolo. Nella ripresa sembra assestarsi un po’ fino al calo finale di tutta la squadra. Il suo retropassaggio di tacco è illegale in almeno 15 Stati. Prima prova dell’esperimento fallita, vedremo se ci saranno repliche.

MIGLIORINI: avevo già detto tutto la volta scorsa, non vorrei ripetermi. Riesce a prenderne una di numero di testa in tutto il primo tempo, quasi serve due assist agli avversari. Nella ripresa un po’ meglio con un paio di recuperi importanti, ma non esagera per non mettere in imbarazzo Orlando, mica che poi sembra che ha azzeccato un acquisto e pare male.

SBRAGA: il suo tiro ribattuto dal difensore gli lascia più rimpianti del suo primo tatuaggio fatto all’età di 5 anni. Rimane l’elemento più affidabile della retroguardia

CAGNANO: il ragazzo è in fase di involuzione da un po’, e anche oggi lo conferma. La sensazione è che anche a livello fisico sia un po’ in affanno.

COLLODEL: nel primo tempo fa una partita diversa dal solito, osando e vincendo un paio di uno contro uno importanti che potevano essere sfruttati meglio dai compagni. Nella ripresa si vede un po’ meno.

BIANCHI: brutto passo indietro, è poco reattivo e insolitamente impreciso. A mio parere anche lui ha bisogno di rifiatare.

BUZZEGOLI: se possibile, i compagni gli darebbero da battere anche i rinvii del portiere. Ha una squadra sulle spalle, in tutti i sensi, e risponde presente. Finché regge il fisico al momento è imprescindibile.

TORDINI: mi avevano parlato bene di questo ragazzo. Purtroppo non è la partita ideale per le sue caratteristiche, visto che a Lombardoni arriva all’anca, ma si sbatte come un cammello e prende più botte di Apollo Creed in Rocky 4. Quando trova un minimo spazio si vede che ha tecnica e rapidità. Pur con queste belle premesse, mi pare però evidente che se gioca un 2002 del vivaio e non la flotta di 15 esterni, mezze punte e mezze ceppe varie che abbiamo in rosa, abbiamo un problema.

ZIGONI: prove d’appello finite. Nel primo tempo non è che di palle alte non ne arrivino, e forse un minimo dovrebbe anche cercarsele.

SCHIAVI: come al solito tanta voglia, tanta ignoranza e tanta foga. Lucidità poca, anche se è il più pericoloso nel primo tempo ed è più fastidioso per gli avversari dei taglietti in mezzo alle dita dei piedi. Il punto è che non salta l’uomo neanche se gli sviene davanti e questo per un esterno o presunto tale è un discreto problema.

SOSTITUTI:

GONZO: grazie di tutto ma adesso anche basta.

CISCO: prima almeno saltava l’uomo, adesso manco quello. Prova 3 volte la stessa finta senza farsi sorgere il dubbio che gli avversari l’abbiano capita.

COLOMBINI: in 10 minuti si capisce perché non ha mai giocato neanche quando Cagnano non stava in piedi.

PAGANI: invalutabile

LANINI: lo lascio volutamente per ultimo perché con quella punizione alla fine si è giocato definitivamente ogni residuo di credito. Fuori dalle palle insieme agli altri che si sentono sprecati, please

BANCHIERI: se doveva portare la tanto attesa ventata di entusiasmo, beh, direi che per ora non si è vista. Con il mestruo in corso di qualche prima donna voluta dal nostro ds diversamente pettinato, ha ancora meno armi in mano di quelle che aveva prima e con cui già faticavamo a esprimere gioco. Io penso che fino a dopo la fine del mercato di gennaio (se saremo in grado di farne uno) sarà in ‘grace period’. Il punto è che con questo peso offensivo (nel senso che offende l’intelligenza dei tifosi sostenere che chi ha costruito questo attacco sia competente) vincere una partita contro qualsiasi squadra di questo disgraziato campionato ha più o meno le stesse probabilità che il Sarto posi per Vanity Fair.

Jacopo

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia un commento

Pagelle Ignoranti

LE PAGELLE IGNORANTI DI MALLOREDDUS NOVARA 3-3

Published

on

By

LANNI: Anche oggi si guadagna la pagnotta in terra sarda, disinnescando diversi tentativi loro. Sul secondo gol rimane impietrito peggio di noi una volta scoperto che siamo fuori dai playoff.
DIFESA: Nel primo tempo reggiamo abbastanza bene, nel secondo siamo più impauriti di quando ti ritrovi fuori casa alle 22 e 02. Pogliano nel primo tempo sembra Cannavaro, ma nel secondo tempo assomiglia sempre di più a Potourodis. Bellich come sempre, per non sbagliare, spazza via tutto ciò che è animato. Corsinelli inizia bene con un cross che termina a Livorno, poi avvita bene il piede e migliora. Colombini fino a quando non sviene in campo non fa male.
CENTROCAMPO: Collodel lascia sul campo del Nespoli un polmone per quanto corre. Buba nel primo tempo sbaglia 10 palloni su 6, ma quando lo azzecca andiamo in rete. Subentra poi Hrkac che è mobile quanto noi al primo calcetto dopo cinque mesi e infine Ivanov, che sarà pure bravo, ma è evidente che, se dopo essere subentrato ed in entrambe le occasioni ci siamo fatti rimontare, un po’ di sfiga la porta.
ATTACCO: Rossetti in versione Dzyuba è on fire. Panico becca il cinquecentesimo palo della sua stagione. Zunno come al solito semina scompiglio, mentre Moreo è contento di essere entrato in campo.
JO CONDOR: Presentarsi in Sardegna a fine aprile con una giacca nera sotto il sole non è una gran mossa tant’è che nel secondo tempo perde un po’ la bussola. Peccato.


FORZA NOVARA SEMPRE!
Francesco Sartorio

Continua a leggere

Pagelle Ignoranti

LE PAGELLE IGNORANTI DI NOVARA – OLANDESINA POCO DI BUONO 3-2

Published

on

By

LANNI: Il primo tempo si fa una dormita che neanche dopo il pranzo di Natale. Nel secondo invece, è più sotto pressione di Speranza; la doppia parata finale è roba da restarci secchi, ma lui disinnesca i tiri e pure le madonne dei pistoiesi.
DIFESA: Vale piu’ o meno lo stesso discorso di Lanni. Nel complesso non fa male, ma negli ultimi 25 minuti sembra di assistere all’assedio di Cartagine. Il tiro di destro di Cagnano è passibile di processo per direttissima. Pogliano e Bellich sono coordinati come il suono e l’immagine sul sito streaming di Al-Jazeera. Anche Corsinelli ogni tanto si autolancia, il problema è che poi non parte.
CENTROCAMPO: Oggi Buba fa scristianizzare pure Papa Francesco. Anche Bortoletti quando in un possibile 4 vs 1 riesce a sbagliare il passaggio. Hrkac entra armato di cattive intenzioni e con un elmetto desueto dalla guerra dei Balcani. Bene anche Collodel che esce per una lama nel fianco da parte di Valiani che, malgrado il girello, l’è ancura bon. Malotti è un Recoba depotenziato, ma con la maremma maiala in canna.
ATTACCO: Lanini finalmente può smerciare l’orologio preso alle cinque del mattino dal bangla fuori l’Hollywood, ma il Jo non lo sa ed è contento lo stesso. Anche Panico, Rossetti e Zunno bene anche se col passare del tempo sono mobili quanto un pandino in salita.
JO CONDOR: Negli ultimi 25 minuti è in catalessi, menomale ci pensa Mavillone Gheller a far volare 6 schiaffi con la panchina avversaria.
FORZA NOVARA SEMPRE!
Francesco Sartorio

Continua a leggere

Pagelle Ignoranti

LE PAGELLE IGNORANTI DI BUSTOCCHIA-NOVARA 1-3

Published

on

By

LANNI: Riesumato dalle pulizie di primavera ed appesantito dalle festività pasquali, si sveglia solo quando deve raccogliere la palla dalla rete. Il palo di rimpallo dopo sedici secondi gli fa capire che si vincerà facile.
DIFESA: Oggi veramente tutti bene, persino Lamanna sembra essere un giocatore di calcio. Non era facile marcare Parker alias” Spiderman del Ticino” e Latte “e Miele” Lath.
CENTROCAMPO: Nel primo tempo causa più lamenti ed urla a noi da casa che quasi sembra di essere davanti al Muro del Pianto di Gerusalemme. Secondo tempo invece tutta altra musica con Buba e Ricky sugli scudi. Hrkac invece rimane umile e va direttamente col piedone sullo sterno avversario. Malotti come Inzaghi al mondiale 2006 contro la Repubblica Ceca.
ATTACCO: Lanini è il motorino truccato che ti faceva vincere le gare clandestine di paese. Rossetti e Nonno Peppe bene. La combo traversa di Lanini e autopalo del difensore invece meno bene per il mio rapporto col Vaticano.
JO CONDOR: Nessun giudizio tecnico o tattico. Condivido solo le sue parole post Pergolettese. È stato un inverno lungo è buio per tutti noi tifosi, ma ora è finalmente primavera.
FORZA NOVARA SEMPRE!

Francesco Sartorio

Continua a leggere

Ultimi Articoli

Copyright © 2017 Zox News Theme. Theme by MVP Themes, powered by WordPress.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: