SE QUESTI SONO UOMINI… Analisi Tecnica

Cito e traviso un punto fermo della letteratura memorialista perché la domanda che sorge spontanea in ogni cuore azzurro da un mese e mezzo e se questi siano uomini. Dice bene Picchiarello Marcolini ormai al capolinea a occhi bassi “Facciamo ridere” o “Per ogni piccolo progresso in avanti ne facciamo tre indietro”. Difficile fare una analisi tecnica organica quando giochi (e sto volutamente usando un parolone) solo 45 minuti per poi scioglierti all’ennesimo gol preso. I tre passi all’indietro riguardano anche questo, visto che tutto sommato abbiamo visto una comunque flebile reazione di nervi a Grosseto, più manovrata a Piacenza, mentre oggi dopo il gol di Villa siamo rimasti vivi più o meno come una merda secca di cane dopo qualche giorno.

Primo tempo dove siamo ritornati al solito controllo sterile che avevamo visto contro l’Albinoleffe, palla a me, palla a te e di nuovo palla a me, con l’aggravante di una corsia di sinistra di adattati (Bove-Collodel) e una corsia di destra dove l’unico a creare qualcosa è Natalucci (sua l’unica vera occasione da gol con un tiro deviato che stava per terminare all’incrocio). Centrocampo muscolare di onesti mestieranti, ma la qualità purtroppo soggiorna in altri lidi e l’attacco, già di suo in palese difficoltà, non può altro che scomparire sempre tra le difese avversari visto che viene servito con la stessa frequenza di una mia vittoria al fantacalcio. Zigoni in questo momento serve davvero a poco: giocare sulle sue sponde presupporrebbe l’inserimento di qualche centrocampista in area di rigore, ma si legga due righe sopra e ci si dia anche una risposta.

Per il resto il nulla cosmico della ripresa che per fortuna la nebbia ha decisamente offuscato per la salvaguardia in primis della nostra psiche e in secundis dei nostri occhi. Avete fatto saltare Banchieri nella nebbia di Sesto e probabilmente avete fatto saltare Marcolini nella nebbia di Crema. La domanda resta <>… io non ne sono certo.


Francesco Sartorio


Fondatore dei Blog Novara Siamo Noi e Rettilineo Tribuna, Vice Presidente del Coordinamento Cuore Azzurro e fraterno amico di chiunque al mondo consideri lo stadio la sua seconda casa. O addirittura la prima. Editorialista estremista, gattaro.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: