CERCASI ONESTA’ INTELLETTUALE DISPERATAMENTE Analisi Tecnica

La prendo larga con una premessa generale che abbraccia non solo il nostro Novara ma altri e svariati campi. Non che prima non ci fosse o non fosse un problema, ma l’ultimo anno ha evidenziato come l’onesta’ intellettuale sia una qualità rara da trovare nella maggior parte dei casi umani che popolano il globo terracqueo. Dove per onesta’ intellettuale si intende la capacità di analizzare in maniera organica la situazione data, scevri da ogni pregiudizio, ma consci di cosa si va ad affrontare o analizzare. Doverosa premessa perché mai come in questo momento dovremmo recuperarla tutti dalle nostre menti e utilizzarla.
Ogni domenica è un pullulare fremente sui social a cercare un nuovo capro espiatorio a cui addossare la situazione attuale del Novara. Ma ha davvero senso farlo? Ha davvero senso ogni domenica vomitare e fare a gara su chi ha fatto la cagata più grossa? Ha senso approcciare all’analisi della partita pensando (o illudendoci) che questa squadra sia ancora la rosa più forte del campionato? Io dico di no.

La partita di ieri è stata un onesto spettacolo di serie C, mediamente composta al 95% da calci e da un 5% di qualche sporadica trama di gioco. Fatevene una ragione, se volete il bel calcio la domenica guardate la serie A(??) e non rompete i coglioni. La partita e’ tutto sommato lineare. Noi a condurre e loro a colpire in contropiede. Un primo tempo dove abbiamo provato a giocare a calcio pur con evidenti limiti tecnici ( due contropiedi 3vs2 sprecati in maniera pedestre) e col nulla atavico lì davanti, come sempre. I primi dieci minuti del secondo tempo continuati come il primo fino a quando prendi il solito gol di merda che puoi prendere solo in un periodo di merda al loro primo tiro (pure di merda se non fosse stato deviato). I dieci minuti successivi siamo in stato di morte cerebrale rischiando seriamente di recitare il De Profundis, per poi negli ultimi venti minuti provare, con la voglia di portare a casa il pari ad esempio completamente mancata a Lecco, a buttare palloni in mezzo per vedere che succede, visto che succede sempre qualcosa, e infatti.

Dunque è stato un bel Novara? No, ovviamente. Ma è stata una partita che fa una squadra che ad oggi non vince da sette partite e si trova più vicina ai play out che playoff. Una squadra che non è una squadra in senso lato, una squadra che non ha una catena di destra credibile ad oggi con tre terzini che non ne fanno uno e un Pablo impresentabile; una squadra che non ha un centrocampista che detti i tempi di gioco, perché far portare la croce a Firenze non ha senso visto che dimostra di poter incidere solo con passaggi nel breve e non in verticale; una squadra che davanti ha il nulla cosmico che non vedevamo forse dai tempi del tridente Lukanovic-Bajde-Kanis o dal più recente anno di Corini e co; una squadra che, purtroppo, ho visto più viva che morta, ciò significa che ad oggi più di questo probabilmente non può offrire. Buona volontà, lanci lunghi e qualche scarpata nel culo. Qualche individualità da salvare e a cui aggrapparsi e il resto di più o meno scarsi mestieranti del pallone che stanno nel mazzo, con l’aggravante di questi ultimi di non costare ahimè come scarsi mestieranti. Questo siamo. Nulla di più ad oggi. Una squadra che naviga a vista nella parte medio bassa della serie C. Prima lo capite, prima capirete che quello di ieri è un puntone da prendere e portare a casa senza fare troppo gli schizzinosi. Che a furia di fare gli schizzinosi poi muori di fame. E se non lo capite ce ne faremo una ragione, che non so se mi fa incazzare più vedere Lamanna che gioca tra i professionisti o i vostri commenti sui social dove vantate soluzioni, schemi… e soprattutto di non capire un cazzo.


Francesco Sartorio


Fondatore dei Blog Novara Siamo Noi e Rettilineo Tribuna, Vice Presidente del Coordinamento Cuore Azzurro e fraterno amico di chiunque al mondo consideri lo stadio la sua seconda casa. O addirittura la prima. Editorialista estremista, gattaro.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: