Rimaniamo in contatto

Campionato

Quando la realtà supera la fantasia

Published

on

NSN Buongiorno Dottor Rullo; innanzi tutto la ringrazio anche a nome della testata che in questo momento rappresento, per avermi concesso l’opportunità di questa intervista.

R Guardi che io non le ho concesso proprio nulla, anzi si tolga dalle balle altrimenti la testata glie la do io, comunque già che è qua, un paio di minuti glieli concedo, anche perchè tra cinque minuti un jèt partirà portandomi via da lei. 

NSN vabbè, allora testata per testata, rischio tutto e le faccio una domanda che avrebbero dovuto farle quei giornalisti che frequentano assiduamente le vostre spericolate conferenze stampa : Avete pagato la fideiussione?

R Domenica scorsa, dopo la Santa messa assieme all’ Elisa che faceva la chierichetta e che stava così tanto bene con quel tonachino nero, sono passato in Posta per fare il versamento, ma, inspiegabilmente, gli uffici postali erano chiusi.

NSN Ma guardi che di domenica sono sempre stati chiusi.

R Qui da voi, a Lugano e in Germania, dove svolgiamo la nostra attività sono aperti non solo alla domenica ma anche di notte, li si che c’è organizzazione, mica qui … l’ho detto subito che avrei dovuto acquistare il Bayern del mio amico Rummenigge.

NSN Ora sono costretto a farle una domanda indiscreta: È vero che alle elementari l’avevano soprannominata “Rullo di tamburo” per via delle scorregge che lasciava partire e che, cronometrate, avevano battuto il record di durata della scuola, migliorandolo di ben 36 secondi?

R Si è vero e di quel record ancor oggi imbattuto ne vado orgoglioso come quando De Salvo stacca l’assegno per gli stipendi e per il tagliando del torpedone nero.

NSN Ultimamente i “Nuares” hanno esposto uno striscione in cui esplicitamente la invitano a pagare la fideiussione o a togliersi dai coglioni, Ciumi, e il Vannu su questo blog vi accusano di aver rotto il cazzo, Nonnopipo non vi difende più nemmeno sotto tortura. Cosa si sente di dire? Non le pare eccessivo che in neanche un anno siete riusciti a mettervi contro tutta la tifoseria?

R I Nuares sono tutti bravi ragazzi e a volta hanno eccessi di affetto davvero commoventi, si ricordi che io ho scelto un ultrà come presidente, quindi se ci sarà da discutere con gli ultrà e darsi affettuose pacche sulle spalle, o anche sul coppino, ci manderò Marcello, e quelli del blog cambieranno presto atteggiamento quando acquisterò il loro blog su cui scrivono le loro cagate, in fondo, tutto ha un prezzo.

NSN Corrispondono al vero le voci secondo cui sua figlia Elisa considera il vostro impegno col Novara Calcio, poco funzionale a una società di calcio professionistico? In parole povere: non siete all’altezza di questo compito.

R Elisa è una cara ragazza che deve ancora imparare tante cose e se Cianci ricopre la carica di presidente non vedo il motivo per cui lei non possa occupare il ruolo di vice presidente, unitamente all’incarico di gestire la nostra squadra femminile, con la speranza di farlo nel migliore dei modi, come io, Leone e Urbano, stiamo facendo con la prima squadra. Roberto no, lui è ancora alle prime armi e poi con quella faccia un po’ così, quell’espressione un po’ cosi che abbiamo noi che abbiamo visto la Calabria …

NSN Quando siete arrivati a Novara, avete parlato senza indugi di serie B e serie A; siete ancora convinti o l’avete sparata grossa volutamente tanto per fare gli sboroni?

R Siamo ancora più che convinti (!!!!!), e metta almeno cinque punti esclamativi eh!. Non appena avremo vinto la gara d’appalto riguardante la demolizione dell’ Allianz Arena, come ci ha garantito il nostro amico Turi, gestore del Bagno crozza mozza di Riace Marina, investiremo enormi cifre nel Novara calcio e pagheremo anche le fideiussioni arretrate.

NSN Guardi che le fideiussioni non si possono lasciare in sospeso, bisogna pagarle subito …

R Ah si !? Non lo sapevo, io al paese al negozio dove faccio la spesa faccio segnare sul libretto e pago dopo il 32 di ogni mese, comunque adesso chiedo al mio direttore generale e poi le farò sapere. A proposito, mi scusi, lei sa chi è il mio direttore generale? Lei lo sa? … Ah si, è la Stefanini.

NSN No, mi scusi, guardi che nessun mese ha più di 31 giorni, e la Stefanini è il capo ufficio stampa e Nespoli il direttore generale !!

R  Intanto sui giorni dei mesi lei si faccia i cazzi suoi. Ma mi dica, la Stefanini è il capo ufficio stampa e Nespoli i direttore generale? E da quando? E Tommaso Leone che cazzo fa allora? E Orbano Urlando? E alle fideiussioni chi c’è allora? Ho capito, hanno fatto un rimpasto di governo e si sono scambiati i ministeri, adesso li rimetto ognuno al loro posto.

NSN La vedo in imbarazzo, caro Patron, probabilmente lei non pensava di calarsi in un mondo così particolare.

R Ma sa, il mondo non si è fermato mai un momento, la notte insegue sempre il giorno e il giorno verrà.

NSN Oltre ai problemi legati al Novara Calcio lei segue anche la sua azienda, non le pesa tutto questo?

R No affatto, io sono un tipo a cui non piace stare fermo con le mani nelle mani, lo sa quante cose devo fare prima che venga domani? Mia moglie spesso mi dice: “ quanta fretta ma dove corri dove vai, se mi ascolti per un momento capirai, Urbano è il gatto Tommaso la volpe, sono in società, di loro ti puoi fidar?

NSN Quali sono i suoi hobby al di fuori del calcio?

R Non ho hobby particolari oltre al Novara, quindi per me tutto il resto è noia, no, non ho detto gioia ma noia noia noia, maledetta noia … anche perchè per salvare il Novara pregherò, perchè ho la fede nel cuor, e sono devoto ai Santi Cosimo e Damiano protettori di Riace.

NSN Ad oggi si sente appagato dai risultati raggiunti nella sua vita, calcistica e lavorativa?

R Si, sono convinto che se uno si mette d’impegno, uno su mille ce la fa, ma come è dura la salita, poi sa, quanta strada nei miei sandali, quanta ne avrà fatta Bartali, e alla mattina presto mi sveglio piano per non far rumore e mi addormento la sera per poi svegliarmi col sole e son fresco come l’aria, pronto per nuove avventure, anche se il Novara non sarà un’ avventura, non può essere soltanto una primavera, questo amore non è una stella che al mattino se ne va, oh no no no no no.

NSN Quando ha deciso di acquistare il Novara calcio?

R Sarà successo circa un paio di anni fa a Monaco di Gruviera ed ero seduto con le mani in mano sopra una panchina fredda del metrò, ero lì che aspettavo quello delle settetrenta chiuso dentro il mio paltò, quando vidi un cartellone che pubblicizzava il gorgonzola. Immediatamente capii che il Novara sarebbe stato il prossimo investimento.

NSN Non teme di fallire o di sbagliare qualcosa che possa vanificare il suo investimento?

R Sinceramente no, io mi occupo di recupero dei materiali ferrosi e di demolizioni in genere, difatti ho iniziato per tempo a demolire il … 

NSN No, questo è troppo, la saluto e non le dico neanche grazie, riservandole il più classico degli inviti novaresi, si informi presso il suo ufficio stampa di quale invito si tratta.

Nonnopipo

Novara perchè è la mia città, il Novara calcio perchè è la squadra della mia città, il dialetto perchè se il futuro è una porta il passato è la chiave per aprirla. Forsa Nuara tüta la vita.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia un commento

Campionato

I numeri di Novara-Mantova

Published

on

Il Mantova è dominante, il Mantova andrà in serie B, il Mantova vincerà tutte le partite a partire dalla prossima ma a Novara non ha vinto, a Novara non si vince, non più. Perché ora il Novara è una squadra vera, consapevole delle proprie forze e dei suoi punti deboli e se la gioca con tutti. Contro il Mantova difendendosi ad oltranza perché diversamente non si può giocare, contro l’Atalanta dei futuri campioncini vedremo.

Anche i numeri, se ce ne fosse bisogno, dimostrano il dominio del Mantova: 78% di possesso palla è un dato impressionante, il secondo più alto per il Mantova in campionato che domina nel girone A anche in questa speciale classifica. Il possesso mantovano non è stato sinonimo di bel gioco, anzi la lentezza del gioco della squadra di Possanzini è esasperante e annoierebbe qualsiasi spettatore “neutrale” però capisco che per vedere una bella partita bisogna essere in due ma giustamente Gattuso non ha voluto fare la fine del pur fortissimo Padova che avendo deciso di affrontare il Mantova a viso aperto, ha preso cinque gol. Possanzini ritiene quella di Novara tra le migliori prestazioni dell’anno della sua squadra e questo accresce i meriti degli azzurri e conferma la bontà delle scelte e del piano tattico di Gattuso.

Il lento tiki taka mantovano porta a 12 tentativi pericolosi verso la porta azzurra con un indice XG 2. Non è sterile il dominio mantovano, il nostro Minelli compie solamente un paio di parate importanti ma indubbiamente le azioni che ci hanno fatto stare con il fiato sospeso sono state molte, compreso un rigore piuttosto evidente non concesso ai biancorossi.

Non è la partita giusta per valutare l’attacco azzurro ma è evidente che a fronte di una solidità difensiva ritrovata e di un centrocampo concreto, l’evanescenza offensiva del Novara sia sotto gli occhi di tutti. Nonostante il partitone di Corti (vi avviso è il mio nuovo idolo) che per spirito di sacrificio, movenze e concretezza mi ricorda Ravanelli con parecchi chili di muscoli in meno e molti capelli in più, il Novara 2.0 produce molto meno in fase offensiva rispetto al Novara 1.0 e non sembra esserci soluzione.

Nonostante i risultati delle nostre concorrenti alla salvezza la situazione rispetto alla settimana scorsa non cambia, eravamo a -3 dalla salvezza e a quella quota rimaniamo, anzi aumentiamo il vantaggio sulla Pro Sesto a +11 e manteniamo a distanza di sicurezza il Fiorenzuola. La via più probabile verso la salvezza senza play out rimane il sedicesimo posto, attualmente occupato dalla Pergolettese, combinato con otto punti di vantaggio sulla Pro Sesto.

La Pro Vercelli in caduta libera, conferma che tutto sommato qualche attinenza tra risultati reali e indici XG/XGA esiste. I vercellesi hanno overperformato per tutto il girone di andata, pur essendo quarti in classifica erano negli ultimi posti nelle varie classifiche di rendimento. Ora pagano dazio, oppure stanno semplicemente passando all’incasso.

Abbiamo visto nella partita di andata quanto talento abbia la giovane Atalanta e sicuramente buona parte dei giocatori bergamaschi che affronteranno i giocatori del Novara, giocheranno nei prossimi anni in serie A ma oggi sono giovani ragazzi dai 18 ai 22 anni che giocano nell’inferno della serie C, oggi il Novara non è inferiore all’Atalanta U23 e se la deve giocare fino alla fine. Da questa partita confronterò i numeri del Novara 2.0 considerando come prima partita del nuovo corso quella contro la Pro Patria.

In difesa in numeri del Novara 2.0 sono praticamente uguali a quelli dell’Atalanta ma in attacco la differenza è ampia a favore dei bergamaschi. Anche sabato, Gattuso dovrà inventarsi qualche alchimia tattica per prevalere.

Continua a leggere

Campionato

I numeri di Arzignano-Novara

Published

on

Guadagniamo un altro punto sulla Pro Sesto (+10 / +7), manteniamo quota -3 dalla salvezza ma perdiamo punti con quasi tutte le altre squadre che ci precedono, Arzignano compreso che con il pareggio, grazie agli scontri diretti, mette un altro punto tra noi e loro. La corsa sulla Pro Sesto rimane l’opzione più probabile per la salvezza diretta anche se Trento e soprattutto Renate rimangono ancora abbordabili (i lombardi sono a -3 con una partita in meno ma con ancora lo scontro diretto da disputare al Piola).

In quest’ottica i recuperi di mercoledì 21 tra Alessandria-Pro Sesto e AtalantaU23-Renate saranno fondamentali per la nostra salvezza diretta. Una sconfitta del Renate lascerebbe i lombardi a -3 e una vittoria o un pareggio dei grigi terrebbe la Pro Sesto oltre la fatidica soglia degli otto punti che in questo momento significherebbe salvezza per la Pergolettese e non per noi.

Con la scelta di schierare tre centrali “statici” che non superano mai la metà campo, Gattuso imposta la partita per portare a casa il punto e raggiunge l’obbiettivo. I numeri confermano la pochezza della partita con l’Arzignano che qualcosa in più ha provato a fare. Il 3-5-2 ha sicuramente dato certezze difensive ed i quattro clean sheet consecutivi confermano la bontà della strada scelta ma Gattuso deve avere la libertà di proporre un piano B, un modulo differente per sbloccare certe partite ed essere un po’ meno prevedibile soprattutto adesso che il “fattore sorpresa” è svanito ed i nostri avversari hanno capito il nostro gioco.

Con il Mantova la partita sarà molto semplice, incontriamo la squadra che sta dominando il campionato con il miglior attacco, la miglior difesa ed un possesso palla altissimo con punte del 79%. Hanno segnato più del doppio dei nostri gol e hanno subito meno della metà dei gol subiti dal Novara. Possanzini ha fatto un lavoro straordinario con un gruppo sicuramente di qualità ma non superiore al Padova, al Vicenza o alla Triestina. Evidentemente l’esperienza vissuta come vice di De Zerbi per sei anni dal Foggia allo Šachtar qualche frutto lo ha dato. Quindi le possibilità di fare punti contro i Virgiliani, statisticamente parlando sono quasi nulle.

Ma il calcio è lo sport più bello del mondo proprio perché la squadra più debole ha sempre la possibilità di battere quella più forte e quindi mi aspetto da parte di Gattuso qualche trappola tattica e tanto spirito di sacrificio da chi entrerà in campo.

Continua a leggere

Campionato

I numeri di Novara-Pro Sesto

Published

on

Con la vittoria contro la Pro Sesto, il Novara tiene aperte le due strade verso la salvezza diretta.

La prima strada ci vede a -3 punti da dalla Giana e a -4 dal Trento (3 + scontro diretto). La seconda strada, ci porta a + 9 dalla Pro Sesto che però ha una partita da recuperare ma nella peggiore delle ipotesi andremo a -2 punti dalla salvezza. Alla Pro Sesto abbiamo mangiato sette punti nelle ultime cinque partite e continuo a immaginare il + 8 sui lombardi come la via maestra verso la salvezza.

La Pro Sesto ha confermato la pochezza offensiva che la sua organizzazione difensiva ed un modulo a sorpresa con la difesa a quattro non sono riusciti cambiare nella sostanza: un solo tiro su calcio da fermo nello specchio della porta novarese in 95 minuti è veramente il nulla. Bravo Gattuso a non cadere nel tranello tattico di Paci e brava la squadra che ha avuto la pazienza e la fortuna dei più forti nel trovare il gol al momento giusto. Il Novara dimostra di essere diventata squadra vera e solida con l’unico problema del gol: sono solo quattro le reti realizzate nelle ultime sei partite, tutte conquistate dalla vecchia guardia (Bonaccorsi, Urso, Di Munno e Calcagni) e tutte realizzate da difensori e centrocampisti.

Come sempre il dato statistico può essere letto in due modi: positivo, quando le punte cominceranno a segnare, il Novara diventerà ancora più vincente; oppure negativo, con zero gol del reparto offensivo in sei partite non si può fare molta strada. Al di là dell’impegno e dell’utilità tattica di Ongaro la coppia d’attacco più prolifica rimane Scappini-Corti.

Domenica avremo uno degli ultimi scontri diretti per la salvezza. L’Arzignano è una squadra che ha “numeri” migliori dei nostri in tutti i reparti: attacca molto e tira in porta con frequenza elevata, difende meglio di noi in generale ma probabilmente peggio del Novara 2.0. Mister Bianchini dispone la squadra con un 4-3-1-2 molto offensivo per la categoria con due punte centrali ed un trequartista. Fino ad ora e speriamo che continui a farlo, la squadra veneta ha sicuramente underperformato e meriterebbe una classifica migliore.

La partita promette spettacolo, mi accontenterei di un brutto incontro con il risultato delle ultime tre partite.

Continua a leggere

NSN on Facebook

Facebook Pagelike Widget

Telegram

Ultimi Articoli

Copyright © 2017 Zox News Theme. Theme by MVP Themes, powered by WordPress.