Cast away Cuori azzurri

Oggi pomeriggio si conclude ufficialmente con l’esordio di Marcolini l’avventura di Simone Jo Banchieri nelle file del Novara Calcio.

Un’avventura durata diversi anni che avrebbe dovuto avere, se non altro per i risultati raggiunti e per la fedeltà e l’amore da lui profuso nei confronti della maglia azzurra, un epilogo diverso in termini di stile e di etica.

Ma l’attuale proprietà ci ha ormai abituati al fatto che la sua visione dell’etica e dello stile ha connotati e caratteristiche completamente diverse dalla percezione della gente comune… eravamo abituati in certi momenti ad appellare  MDS “io só io voi non siete un cazzo” ma, al confronto, i Rullo’s non hanno eguali.

Non entriamo assolutamente nel merito della legittimità di una scelta che rientra nei pieni poteri di qualsiasi proprietà ma lo facciamo, invece, sulla sceneggiata da circo che dall’intervallo di Cittadella ha caratterizzato la panchina di Jo Condor negli ultimi due mesi.

Abbiamo usato la parola sceneggiata senza coniugarla con la locuzione avverbiale “napoletana” per la sparizione del nostro presidente che ormai da diversi mesi, a parte qualche balletto in tribuna, è sparito dalle scene e dalle dichiarazioni rintanato in un ruolo, come quello del “porta o presta borse”che probabilmente gli si addice maggiormente.

Ma sul circo di nani e ballerine avremo modo di dare ulteriori valutazioni nelle prossime settimane per cui ritorniamo a bomba per esprimere, pubblicamente, i ringraziamenti ad un uomo che per cinque anni ha dimostrato di amare il Novara senza se e senza ma.

Un uomo che, come facevano i pirati dei Caraibi ( ma forse sarebbe più opportuno il paragone con capitan Uncino) è stato “naufragato” per 40 giorni e che, nonostante tutto, ha portato avanti il suo credo, giusto o sbagliato che fosse, con una dignità che non abbiamo mai visto in panchina nei nostri 50 anni di frequentazione degli spalti azzurri.

Questo è sufficiente,  indipendentemente da qualsiasi valutazione tecnica, tattica o umana, per garantirgli  un posto di riguardo nel cuore di molti di noi.

Speriamo di non rivederti presto Simone perché vorrebbe dire che sei stato richiamato per salvare una barca che andava a fondo.

Ma ti auguriamo tutto il bene possibile e ci inchiniamo davanti alla dignità di un uomo che non ha accettato di venderla a nessun prezzo.

Ciumi


Analista tecnico delle partite e sfanculatore ufficiale del blog. Convive con una sana passione per le Converse All Star sgualcite e scolorite e per la scarsa considerazione sul genere umano. Severo ma giusto.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: