LE PAGELLE IGNORANTI DI NOVARA PONTEDERA 1-2 Pagelle Ignoranti

LANNI: Per onestà ha sempre avuto quell’attegiamento misto tra unto dal Signore e camenefutt. Dal vivo pensavo avesse avuto un mancamento sul loro raddoppio. Dalle immagini sicuramente ha gli stessi riflessi di gatto di marmo Kosicky, ma è anche vero che è coperto da 12 giocatori e anche i visitatori del Luna Park.
DIFESA (????): Lo dico subito. Tralasciando il discorso tattico, hanno fatto talmente cagare che mi pare evidente oggi sia da archiviare come una giornata storta. Lamanna sarà pure giovane ma è più leggero di me. Sbraga è magicamente tornato a quello di cui si era innamorato il “primo della classe” Ludi. E anche Bellich non lo vedevo così in difficoltà da quando doveva marcare me alle superiori. Cagnano in questa situazione assomiglia ai due euro che trovi alle 7 del mattino per fare colazione.
CENTROCAMPO (??? Se di centrocampo si vuole parlare): Dopo quattro partite mi pare evidente che gli avversari abbiano capito che marcare Buba significa bloccare ogni possibile nostra trama. Vero anche che lui oggi ha i piedi montati al contrario. Firenze corre meno di me al test di resistenza ma è anche vero che lui è un TREQUARTISTA. Schiavi si impegna ma lui e il gioco del pallone sono due rette parallele destinate a non incontrarsi mai. Bianchi e Collodel subentrano ma non cambiano la sostanza.
ATTACCO: Zigoni si sblocca (ottimo) ed è sicuramente l’unico che supera il 6 nei nostri. Lanini Panico e Cisco che subentra posizionati troppo larghi sono più isolati di chi nasce nell’Appenino Molisano.
JO CONDOR: Deve dire al suo medico di smetterla di ordinargli di giocare con questo modulo. Sennò ci andiamo a parlare noi.
Ieri ero quasi intenzionato a scrivere le valutazioni a caldo decretando che abbiamo fatto cagare più di quanto poi il risultato non ci dica. A freddo e dopo una notte di pensieri posso serenamente dire invece che: niente, abbiamo fatto cagare. Ma come dice giustamente il Vannu ci vuole equilibrio. Noi come tifosi nel rimanere lucidi e in campo come squadra dal punto di vista tattico (non tanto per il gioco, ma più che altro per far esprimere al meglio le qualità individuali che abbiamo, altrimenti come ieri possiamo perdere con chiunque). Se non avremo questo equilibrio credo sbragheremo come l’anno di Viali. Senza dimenticare peraltro che l’ultimo campionato che abbiamo vinto con Toscano, pur dominandolo da fine ottobre a gennaio, lo abbiamo vinto al 65esimo dell’ultima partita (e sul campo avremmo fatto 3 punti in più del Bassano). Tutto questo per dire: calma e sangue freddo. Ogni partita è storia a sé. Specie se Zeman al confronto del Jo è un catenacciaro.


FORZA NOVARA SEMPRE !
Francesco Sartorio


Fondatore dei Blog Novara Siamo Noi e Rettilineo Tribuna, Vice Presidente del Coordinamento Cuore Azzurro e fraterno amico di chiunque al mondo consideri lo stadio la sua seconda casa. O addirittura la prima. Editorialista estremista, gattaro.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: