IL PUNTO SUL MERCATO Calciomercato

Facciamo finta che non stia succedendo nulla, che non sia in atto la Guerra dei Roses, che vivremo tutti felici e contenti e proviamo a fare il punto sul mercato del Novara.

Nelle prime due amichevoli, Banchieri ha riproposto il modulo dello scorso anno ma i primi movimenti di mercato potrebbero aprire la mente del mister a nuovi moduli.

PORTIERE: nelle prime due partite ha giocato Marricchi ma fortunatamente è il terzo portiere. La coppia Lanni-Benedettini offre le giuste garanzie, anche per un campionato di vertice. Marcheggiani rimane in stand by e dovrà essere trovata una collocazione.

TERZINO DESTRO: la cantera novarese sembrerebbe aver cresciuto un altro ottimo prospetto: il giovanissimo Vittorio Pagani ha ben impressionato nelle prime due amichevoli e si candida ad essere il nuovo Barbieri. Rimane comunque imprescindibile l’acquisto di un titolare nel ruolo. Troppo rischioso puntare sul giovane Pagani.

TERZINO SINISTRO: Cagnano titolare inamovibile. Manca il suo sostituto.

DIFENSORE CENTERALI: molto bene la coppia Bove-Bellich nelle prime due amichevoli. Entrambi si candidano ad un posto da titolare, Sbraga e Pogliano sono avvisati. La linea centrale è a posto così.

CENTROCAMPO: con Ante Hrkac il Novara acquista centimetri e peso in mezzo al campo. Ancora da chiarire il suo vero ruolo. Nelle prime due amichevoli ha giocato al posto di Buba.

Bianchi-Buzzegoli-Nardi-Collodel e Hrkac  per tre posti da titolare cominciano ad essere una buona base soprattutto se i giovani Nardi e Collodel cresceranno come è lecito attendersi. Per completare il reparto manca un ultimo elemento. Da chiarire il ruolo di Nicholas Schiavi.

SOTTOPUNTA-SECONDA PUNTA: in uscita Peralta, già arrivato Panico che può fare anche la seconda o addirittura la prima punta. Buone impressioni da Zunno che potrebbe ritagliarsi un ruolo importante.

Ricapitolando: a sinistra Zunno-Cisco-Panico-Piscitella. A destra il solo Gonzalez. C’è un po’ di confusione anche se Piscitella e Cisco potrebbero essere impiegati a destra e Piscitella potrebbe essere uno dei prossimi a lasciare la squadra azzurra. Dipende molto da come Banchieri deciderà di giocare.

PUNTA CENTRALE: Bortolussi rimane l’unica punta centrale. Nelle prime due partite è stato sostituito dai baby Pinotti e Tordini che non possono essere l’alternativa al bomber per la prossima stagione. Ancor più grave se fossero vere le voci di mercato che vogliono in partenza il titolare azzurro. In ogni caso, anche se si pensasse a Panico come prima punta, un attaccante di riserva serve sicuramente.

La mia impressione è che non manchi molto al Novara per essere una squadra competitiva, anche per i primi posti. Certo il calcio è strano, con i se non si va lontano e se mio nonno avesse avuto tre palle sarebbe stato un flipper ma:

se Hrkac si rivelerà un mastino di centrocampo

se Panico esploderà

se Nardi, Collodel, Bellich e Bove cresceranno

se Buba, Pablo e Bianchi manterranno il livello dello scorso anno

se Pagani e Zunno ci sorprenderanno

se Bortolussi non verrà ceduto

se arriveranno un terzino destro titolare, un terzino sinistro di riserva, un centrocampista e una prima punta di riserva

secondo me ci divertiremo molto.

In questo momento, se i conti sono giusti, abbiamo una rosa di 22 giocatori tesserati, incluso Marcheggiani che è sicuramente in uscita, i giovani Pinotti e Zunno e considerando Peralta già ceduto.

Tre slot liberi, considerando le uscite di Pinotti e Marcheggiani. Quattro con la eventuale cessione di Piscitella, addirittura cinque con il sacrificio di Schiavi.

Situazione ideale per un mercato che impone le rose di 23 giocatori. Dai Urbano, stupisci ancora.

 


Se la cava meglio con i video che con la scrittura, spiega meglio il passato che il presente. Ma l’importante è che ci sia Novara ed il Novara di mezzo. La sintesi è la sua dote migliore.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: