LE FORMAZIONI AZZURRE: 1961-70 Storia e memoria

La serie A è ormai un ricordo ed il Novara disputa 5 stagioni in serie B e cinque in serie C con due bellissime promozioni in serie B.

PORTIERE: Felice Pulici, raccoglie l’eredità di Tato Lena disputando 4 grandi stagioni in azzurro, per poi andare a vincere uno storico scudetto alla Lazio.

DIFESA: Bruno Canto cresce nella Sammartinese e quando passa al Novara gioca inizialmente come attaccante per poi venire trasformato in libero da Peppino Molina. Raggiunge le 200 maglie azzurre.  Luigi Pogliana, terzino fluidificante sinistro, arrivato a Novara appena ventenne disputa a Novara due stagioni. Diventerà una storica colonna del Napoli. Umberto Volpati, fratello maggiore di Domenico, campione d’Italia con il Verona, terzino di buone doti tecniche ha sacrificato in parte la sua carriera calcistica per privilegiare gli studi che lo portarono a laurearsi in Ingegneria Elettronica. E al centro della difesa del decennio 61-70, Giovanni Nini Udovicich, per i novaresi non c’è bisogno di alcuna spiegazione. E’ la bandiera del Novara, il calciatore non solo del decennio ma anche del secolo.

  

 

CENTROCAMPISTI: Franco Carrera è stato un interno di centrocampo di valore assoluto, arrivato a Novara con una importante carriera alle spalle, disputa in questo decennio la prima di 6 stagioni in azzurro, diventando un punto fermo del centrocampo azzurro. Renato Gavinelli, la freccia di Caltignaga, diventa una bandiera disputando 12 campionati in azzurro, segnando 38 gol nel ruolo di ala d’attacco. E’ stato insieme a Giannini uno degli ultimi prodotti del vivaio della provincia novarese fino agli anni 2000. Riccardo Mascheroni, nato a Galliate, fa parte di una famiglia di ottimi calciatori, il padre, i fratelli ed il nipote sono diventati tutti calciatori professionisti. A Novara disputa 5 stagioni, contribuendo alla promozione in serie B nella stagione 1964-65. Viene poi ceduto al Genoa del quale diventa una bandiera. Il novaresissimo Luigino Giannini, mezzala moderna, uomo assist e seconda punta, disputa quasi 300 partite in maglia azzurra, diventandone un simbolo.

           

 

ATTACCANTI: 56 gol per Enrico Bramati nelle otto stagioni in maglia azzurra, bomber classico, croce e delizia dei tifosi azzurri. Giorgio Milanesi 218 presenze e ben 41 gol è stata la spalla ideale di Bramati. Riserva di lusso dei due attaccanti prescelti, Gian Luigi Gabetto.

       

Peppino Molina è l’allenatore della promozione 1964-65, “il mago dei poveri” conduce il Novara anche nelle stagioni 1979-80 e 1982-83. Sempre vicino alle sorti societarie merita di essere inserito nella hall of fame azzurra.

 


Se la cava meglio con i video che con la scrittura, spiega meglio il passato che il presente. Ma l’importante è che ci sia Novara ed il Novara di mezzo. La sintesi è la sua dote migliore.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: