Le sensazioni positive Analisi Tecnica

Percepivo chiaramente nel prepartita che l’impresa si poteva fare. Le classiche sensazioni positive che raramente tradiscono, anche quando attacchi Eleven Sports e ti trovi Pinzauti titolare. Non avevo visto la conferenza ma mio papà mi aveva rassicurato: Bortolussi abile e arruolato, non ci sono problemi. E invece ancora una volta il buon Banchieri ha confuso tutti con la sua faccia innocente, tipo la mia quando al mare andavo a prendere la chitarra fingendo di voler solo suonare due pezzi mentre l’obiettivo era di limonare anche gli scogli. Siamo partiti male, i primi 10 minuti loro sembravano il doppio di noi, con una densità e un’aggressività che non ci faceva letteralmente respirare. Poi abbiamo preso le misure. Con un Buba che a parte il cristo che mi ha fatto scendere sul corner battuto direttamente sul fondo ha iniziato a ritagliarsi il suo spazio vitale e a giocare in maniera sontuosa. Coperto perfettamente da Bianchi, con Nardi pronto a mettere pressione, abbiamo cominciato a sradicare palloni su palloni in mezzo. Su uno di questi, ha inventato il gol l’uomo che se il calcio si giocasse nei 20 metri tra il limite dell’area e la trequarti e consistesse solo nel tirare a giro di sinistro sarebbe pallone d’oro in perpetuo dal 2010 ad oggi.

Poi purtroppo abbiamo fatto l’errore di tirarci indietro. Guglielmotti, uno che è simpatico come la sabbia nel costume ma che prenderei domani nella mia squadra (mai visto Cagnano così in difficoltà sulla sua corsia), ha approfittato del fatto che in uno slancio di generosità Piscitella si è trovato a difendere in zona non sua: non so se ci fosse fallo, ma ci fosse stato Sbraga avrebbe spazzato palla, piede e rotula dell’avversario. Quando nel secondo tempo Barbieri ha fatto quell’alleggerimento da codice penale per fortuna Joe ha avuto l’umiltà di fare l’unica cosa sensata: togliere Barbieri per Cassandro (buongiorno, lo diciamo da febbraio) e Piscitella per Cisco. E questa è stata la chiave della partita: il gol di Pablo è stato un capolavoro di azione, si narra che il Sartorio abbia caricato il tacco di Pinzauti su Pornhub e sia già tra i top rated della settimana. Gli ultimi 15 minuti non li posso valutare perché ero in apnea. Quello che ho capito è che Bortolussi, che avrebbe dovuto portare un po’ di freschezza davanti, ha dimostrato perché non è partito dall’inizio, semplicemente perché per come stava messo fisicamente non poteva giocare. L’altra è che se Cisco impara che non è che siccome è veloce deve buttarsi la palla a 20 metri per correrci dietro, in questa categoria fa letteralmente quello che vuole.

La sintesi è che l’abbiamo vinta in mezzo al campo, dove abbiamo un pacchetto che ha palesemente pochi eguali in categoria. Siamo stati corti, solidi dietro a parte il solito tallone d’Achille della corsia destra, con anche Lanni che ha risposto alla grandissima nel momento chiave quando potevamo finire virtualmente fuori dalla partita. Se finalmente Joe si mette in testa che a destra deve giocare Cassandro e che Piscitella deve entrare a gara in corso, forse quadriamo davvero il cerchio. Il buon Pavon ha lavorato benissimo: la sensazione è che siamo vicini all’apice della forma, proprio al momento decisivo. Non ci sono scuse, siamo lì e ce la giochiamo con tutti

P.S. Gonzo ti amo

Jacopo


Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: