Scordiamoci Novara – Albinoleffe Analisi Tecnica

Sapevamo che sarebbe stata una partita tirata. Per quanto in conferenza il buon Joe avesse recitato la parte della squadra che scende in campo per vincere anche con 2 risultati su 3 a disposizione, dopo 5 minuti dall’inizio di Novara – Albinoleffe era evidente anche a un cieco che era una squadra schierata per non prenderle. Piscitella esterno col piede invertito dall’inizio era un segnale chiaro: svalangate di cross in mezzo per l’unica punta in modo da tenere su la squadra. Che sarebbe stato semplice se avessimo avuto Evacuo davanti. Con Bortolussi che ha caratteristiche fisiche totalmente diverse è un po’ più dura. Soprattutto per lui, visto che l’hanno pestato come una pigna e, cosa che non succede praticamente mai, Banchieri lo ha tolto e lo ha fatto prima delle poche volte che lo ha sostituito in campionato. Questo forse significa che davvero Pinzauti inizia ad essere un’alternativa credibile, e potrebbe essere molto utile in caso ricapitasse nelle prossime partite una situazione simile, anche se certamente non dall’inizio visto che due risultati su tre a disposizione non li avremo più.

E quindi, se da ora in poi la partita la dovremo davvero fare noi, torneremo probabilmente ad avere quella fisionomia vista in campionato. Quindi ad esempio non vedremo più un Buba molto depotenziato che deve fare un lavoro sporco in copertura a cui non è abituato, e che quindi poi non è lucido quando ha quei 2 metri di spazio per poter ragionare. Vedremo un Nardi più intraprendente e meno imbottigliato nel traffico. Vedremo Piscitella non dall’inizio ma a partita in corso quando le squadre iniziano ad allungarsi e può davvero far male. In generale credo che la gestione delle sottopunte/esterni d’attacco/chiamateli un po’ come cazzo vi pare sarà fondamentale. Abbiamo lì il potenziale maggiore di questa squadra.

E temo anche, se non avrà ripensamenti Joe su chi schierare da quella parte, che rivedremo le difficoltà sulla corsia destra che stavolta in parte sono state mascherate dall’atteggiamento difensivo ma di cui qualche segnale si è avuto nelle poche occasioni in cui gli unici due veri elementi di qualità dell’Albinoleffe, Gelli e Sibilli, hanno cambiato passo. Sarà importante lavorare sull’aspetto difensivo perché comunque, per essere una partita in cui dovevamo conservare più che creare, abbiamo rischiato un filo troppo dietro e siamo ripartiti un filo troppo poco davanti.

Insomma, scordiamoci il Novara di martedì perché credo che non lo vedremo più, nel bene e nel male. Adesso inizia un campionato tutto nuovo, in cui saremo noi a guidare e vedremo davvero quanta fame ha questa squadra e quanto può arrivare lontano.

Jacopo


Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: