Rimaniamo in contatto

Campionato

Riforma dei campionati e scenari possibili

Published

on

Parto dalla conclusione: non pensiamo di andare a giocare a Salerno o a Perugia ma abituiamoci piuttosto al pensiero di giocare a Borgosesia o a Carate Brianza.

Ma andiamo con ordine: la serie A sicuramente ripartirà, la serie B quasi sicuramente. I campionati si concluderanno e verranno assegnati scudetti, promozioni e retrocessioni. Tutto regolare, speriamo. Vorrebbe dire che il maledetto Covid-19 ha mollato la presa.

La ripartenza del campionato di serie C è nella pratica, impossibile. Molto improbabile anche la disputa di play off e play out.

Da questa considerazione prenderà sostanza la riforma dei campionati di serie B e serie C che i ben informati da Criscitiello in giù danno per scontata.

Da una parte sono schierati Mauro Balata, Presidente Lega serie B e Cosimo Sibilia Presidente LND a favore della riforma dall’altra parte il povero Francesco Ghirelli, Presidente Lega Pro, destinato a soccombere.

E’ una guerra di potere, Balata e Sibilia acquisirebbero dalla riforma un numero maggiore di società affiliate alle loro Leghe e più voti in ambito federale, Ghirelli si ritroverebbe senza poltrona e Lega da comandare. La riforma inoltre regalerebbe la serie B all’altra componente forte della vicenda: la famiglia De Laurentis.

La riforma prevede la serie A con 20 squadre come ora. La serie B con due gironi da 20 squadre. La terza serie (non più professionistica ed inserita nella LND) con tre gironi da 20 squadre

Bisognerà quindi scegliere un gruppo di 20 squadre provenienti dalla C che andranno a completare l’organico delle 40 squadre della nuova serie B.

I metodi immaginati per decretare le prescelte sono due o magari un misto tra le due: graduatoria di merito sportivo e/o rispetto dei criteri economici e strutturali.

E qui per quanto ci riguarda sorgono i problemi:

Se il criterio sarà quello della graduatoria di merito sportivo ovvero andranno in serie B le prime 20 squadre dei tre gironi di serie C che avranno la miglior media punti, il Novara rimarrà in terza serie.

Attualmente la nostra squadra è al 22° posto con una media punti di 1,46. Prima degli azzurri dal 21° e al 18° posto troviamo Triestina, Modena, Alessandria e Siena con 1,48.

Classifica media punti

squadrapartite disputatepuntimedia punti
Reggina30692.3
Monza27612.259
Vicenza27612.259
Carpi26532.038
Reggio27552.037
Bari30602
Monopoli30571.9
Potenza30561.866
Sudtirol27481.777
Ternana30511.7
Feralpisalo26441.692
Padova26441.692
Carrarese27451.666
Renate27431.576
Piacenza26411.576
Catania30471.566
Pontedera27421.555
Siena27401.481
Alessandria27401.481
Modena27401.481
Triestina27401.481
Novara26381.461
AlbinoLeffe27391.444
Catanzaro30431.433
Arezzo27371.370
Teramo30411.366
Juventus27361.333
Francavilla30401.333
Avellino30401.333
Vibonese30391.3
Viterbese30391.3
Sambenedettese26331.269
Casertana30381.266
Cavese30381.266
Como26321.230
Pro Patria26321.230
Pistoiese27331.222
Fermana27331.222
Paganese30361.2
Pro Vercelli26311.192
Virtus Vecomp Verona27321.185
Cesena27301.111
Lecco26281.076
Picerno30321.066
Gubbio27281.037
Vis Pesaro27281.037
Pergolettese27271
Giana26261
Ravenna27271
SICULA LEONZIO30290.966
Olbia27250.925
Pianese27240.888
Imolese27230.851
Arzignano26220.846
Gozzano27220.814
Fano27210.777
Rimini27210.777
Bisceglie30200.666
Rende Calcio 196830180.6
Rieti30150.5

Se invece il criterio sarà qualche strana formula che terrà conto della solidità finanziaria, della storia del club, del bacino di utenza e di chissà quale altro strano algoritmo allora in quel caso è impossibile prevedere quali saranno le 20 squadre prescelte per andare in serie B. Conterà molto la politica e la presenza societaria nel Palazzo

La storia insegna che in questi casi partiamo sempre come la società eletta, la migliore per diritto divino e regolamentare e puntualmente siamo quella che mai viene ripescata. In agguato ci sono società come Palermo, Foggia, Taranto pronte al grande doppio salto di categoria oppure società come Cesena e Avellino dietro di noi nella classifica media punti ma sempre presenti nella politica del pallone.

Quindi tornando alla conclusione, la strada giusta da prendere è quella per Borgosesia.

L’unica via d’uscita potrebbe essere puntare decisi a disputare i play off che rimescolerebbe tutte le carte e potrebbe regalarci almeno qualche chance, non tanto vincendoli ma migliorando la posizione per i ripescaggi.

Ma ci vorrebbe una visione chiara e peso politico in Lega, entrambe cose che sembrano mancare oggi come ieri.

Depa

Se la cava meglio con i video che con la scrittura, spiega meglio il passato che il presente. Ma l’importante è che ci sia Novara ed il Novara di mezzo. La sintesi è la sua dote migliore.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia un commento

Campionato

La VIDEO-MOVIOLA di Borgosesia-Novara

Published

on

Doverosa premessa per la moviola di quest’anno: gli arbitri come i calciatori sono dilettanti e avranno tutta la mia comprensione per errori e sviste.

Ricordiamoci che l’anno scorso furono 38 gli errori arbitrali contro il Novara e solo 8 quelli a favore, quindi forza cari arbitri, vi beccherete qualche “bastardo disonesto” ma peggio dei vostri colleghi professionisti non potrete fare.

In questa prima partita la terna arbitrale è stata perfetta nei tre episodi principali:

Al 29’ Senthuran Lingamoorthy fischia un fallo dal limite e l’espulsione per seconda ammonizione al giocatore del Borgosesia. In presa diretta il fallo sembrava essere stato fatto in area ma dalle immagini il difensore sesiano è assolutamente fuori dall’area e anche l’attaccante azzurro al momento dell’impatto è sulla linea. Decisone ineccepibile.

Al 30’ del secondo tempo il rigore per il Borgosesia per fallo di mano di Bergamelli è inevitabile. Troppo alto e largo il braccio del giocatore azzurro per essere giudicato involontario.

Ultimo episodio sul finale della partita con il Novara in doppia superiorità numerica. Viene annullato un gol al Borgosesia per un fuorigioco tanto giusto quanto millimetrico. Bravissimo il guardalinee a cogliere l’attimo giusto.

Continua a leggere

Campionato

Campionato 2010/11 dieci anni dopo (prima parte 1-6 giornata)

Published

on

“Era un tardo pomeriggio di agosto (la memoria dice settembre ma la memoria alla mia età inganna), arrivai allo stadio da Bologna un’oretta prima della partita. Si sentiva nell’aria un profumo di tarda estate, un aria ancora calda che si mischiava con la speranza che la serie B non fosse un episodio. Andai alla Fabbrica dello Sport e per la prima volta in vita mia, mi comprai la maglia originale. Non lo avevo mai fatto ma quel giorno mi sentivo importante. Quella maglia mi accompagna ancora ora. In piedi in R1 ricordo solo l’abbagliante differenza tra il rosso e l’azzurro delle due maglie e il fisico di Matutè che era imbarazzante in confronto a quello dei nostri. Tutti gli altri ricordi sono cancellati, persi nella memoria di un anno inebriante.”  Ciumi.

Sembra ieri. Eppure dalla nostra promozione in serie A, stagione 2010-11, sono già passati dieci anni: sette Presidenti del Consiglio, due Papi, 27 modelli diversi di iphone, una pandemia e nel nostro piccolo mondo azzurro due promozioni, tre retrocessioni, svariati play off e play out e due proprietà, forse tre.

Riapriamo allora il cassetto dei ricordi con i tabellini, le foto, i ritagli di giornale, le sintesi di 90° minuto e i video di archivio: le prime sei giornate

Padova-Novara 1-1    22 agosto 2010 

La stagione comincia a Padova con il Novara che ripropone per i 9/11 la stessa squadra che ha dominato il campionato di serie C con l’inserimento del giovanissimo Morganella in difesa e dell’esperto Marianini a centrocampo. Un pareggio meritato in una sfida che ha visto entrambe le formazioni giocare a viso aperto.

Novara-Triestina 2-0    26 agosto 2010

Il Novara domina il “ritorno a casa” anche oltre il risultato. Determinante l’ingresso in campo di Gonzalez al posto di Ventola ormai ai titoli di coda.

Cittadella-Novara 0-2     5 settembre 2010

La coppia Gonzalez-Bertani sorprende il campionato di serie B e il Novara conquista il Tombolato anche grazie ad una grande parata di Jimmy Fontana che neutralizza un rigore di Bellazzini.

                           

Novara-Grosseto 2-1    11 settembre 2010

Neanche il vantaggio iniziale del Grosseto spaventa il Novara che con una doppietta di uno scatenato Bertani, supera i toscani. Il Novara è in testa alla classifica.

           

Torino-Novara 1-0    18 settembre 2010

Protagonista assoluto l’arbitro Leonardo Baracani che espelle Ludi e Porcari e fischia a senso unico per novanta minuti. Il Novara dimostra però proprio in questa occasione di essere una squadra vera e nonostante la sconfitta esce a testa altissima insieme ad una tifoseria numerosissima e vociante come non mai.

Novara-Livorno 4-1    25 settembre 2010

Il Novara nonostante le assenze di Ludi e Porcari (squalificati) e Morganella (infortunato) asfalta il Livorno che aveva chiuso in vantaggio il primo tempo. Rigoni-Motta-Gonzalez-Bertani regalano quattro perle ai tifosi azzurri che non possono credere ai loro occhi.

 

Continua a leggere

Campionato

IL NOVARA CHE (forse) VERRA’

Published

on

Il Novara che verrà non è semplice da prevedere. Prima di tutto a voler essere ottimisti, ancora non sappiamo in quale categoria giocheremo.

Non sappiamo neanche quale sarà la proprietà che guiderà le sorti del Novara Calcio 1908 anche se comincia a farsi strada, la personale convinzione che alla fine la coppia Rullo-De Salvo, rimarrà al comando.

In questa (malaugurata) ipotesi, il buon senso impone che sia la coppia Borghetti-Manari ad avere l’onere e l’onore di costruire la squadra 2021-22.

Il primo nodo da sciogliere sarà quello dell’allenatore. Banchieri che tanto bene ha fatto sulla panchina azzurra ha un contratto che scade il 30 giugno 2021.

Dalla sua parte i risultati, la conoscenza dell’ambiente e della squadra, l’amore viscerale per il club e uno stipendio ai minimi livelli della categoria. Contro di lui un background che infastidisce e un rapporto complicato con i giocatori di personalità e i dirigenti che non lo stimano.

L’elemento economico potrebbe però essere determinante nel suo rinnovo contrattuale, considerato che uno degli obbiettivi societari del Rullo-De Salvo bis sarà il contenimento dei costi.

Ipotizziamo quindi che sarà ancora Banchieri l’allenatore 2021-22 e di conseguenza porti avanti il modulo 4-2-3-1 utilizzato nella seconda parte del campionato.

PORTIERE: Lanni e Dejardins sono sotto contratto e dovrebbero essere confermati. La società potrebbe però puntare sul giovane canadese per liberarsi dell’ingaggio importante di Lanni. In questo caso bisognerà capire se il giovane Spada potrà essere promosso come secondo portiere.

TERZINO DESTRO/ESTERNO BASSO: purtroppo Corsinelli è in prestito secco e al di là della volontà del giocatore non sarà semplice riprenderlo. In questo momento abbiamo Lamanna e Pagani sotto contratto con allo studio un ruolo per Cisco che è un’ipotesi suggestiva ma tutta da verificare. Questo reparto è uno dei punti deboli della squadra.

TERZINO SINITRO/ESTERNO BASSO: Cagnano titolarissimo. Il prestito secco Colombini tornerà alla base, manca quindi la sua alternativa.

DIFENSORE CENTRALE: Bellich, Bove, Pogliano, Migliorini. Il reparto è completo, ben assortito e di ottimo livello.Sarebbe un peccato toccarlo, l’unico sacrificabile, secondo me è Migliorini.

CENTROCAMPO: il modulo prevede due soli centrocampisti centrali e quest’anno la coppia titolare è stata Collodel-Schiavi. Riccardo è un figlio nostro ed il mio sogno di tifoso è vederlo entrare nel club delle 200 maglie azzurre. Non posso neanche immaginare che la società non gli proponga un rinnovo onorevole e rapportato alle sue qualità. Questo dopo quello dell’allenatore è il vero nodo che la coppia Borghetti-Manari dovrà velocemente risolvere.

Per le seconde linee abbiamo diversi giocatori sotto contratto: Ivanov, Hrkac e Bortoletti che quest’anno hanno giocato poco e non hanno del tutto convinto ma dalla loro parte oltre ad un ingaggio negli standard societari hanno anche un anno in più di ambientamento e si spera, abbiano risolto i problemi fisici.Buzzegoli deve decidere cosa fare ma per il Novara e Novara non sarà mai un problema.Infine Bianchi dovrà per forza cambiare aria.In ogni caso il reparto già oggi è completo, bisogna solo decidere quale livello di qualità raggiungere.

ESTERNO ALTO DESTRO: Malotti dopo le incertezze iniziali si sta confermando affidabile e si propone come titolare nel ruolo. Da risolvere il nodo del prestito con riscatto. La sua alternativa al momento è Cisco se non verrà dirottato in difesa. Panico per motivi di ingaggio e ruolo non definito potrebbe essere sacrificabile. Il rientro di Nardi dal prestito alla Cremonese potrebbe completare il reparto.

ESTERNO ALTO SINISTRO: Zunno è l’unico giocatore della rosa “monetizzabile” insieme, forse, a Panico. Se dovesse arrivare l’offerta giusta, la sua cessione sarà inevitabile. Se dovesse rimanere, il reparto, completato da Piscitella sarebbe al top nella categoria, in caso contrario bisognerà intervenire sul mercato.

PRIMA PUNTA: Rossetti sarà il centravanti titolare per la prossima stagione, come alternative ci saranno il giovane Tordini e il vecchio Gonzalez se vorrà come spero, fare un’altra stagione con la nostra maglia.

SECONDA PUNTA: Lanini essendo in prestito, con un buon ingaggio e molte richieste anche dalla categoria superiore non potrà rimanere in azzurro. Trovare il giusto sostituto sarà la terza grande sfida del duo Borghetti-Manara. Abbiamo visto quali danni ha fatto puntare su un centravanti sbagliato (Zigoni) e quindi il giocatore su cui puntare sarà determinante. Moreo in prestito secco tornerà a casa e bisognerà cercare anche la riserva della futura seconda punta titolare.

Infine secondo le intuizioni estorte al sempre ben informato Faranna, dalla squadra giovanile potrebbero salire in prima squadra oltre a Tordini e Pagani anche Pellegrini (2003 centrocampista), Lorenzi (2003 difensore centrale), Spitale (2002 centrocampista) e Pereira Lopes (2001 punta centrale)

Rispetto alla precedente stagione si dovrebbe riuscire a ridurre considerevolmente il monte ingaggi. Il risparmio degli stipendi di Zigoni, Firenze, Sbraga, Mbaye, Bianchi e probabilmente quelli di Panico e Lanini contribuiranno a rendere più sostenibile il bilancio della nostra società.

La scelta dell’allenatore, il rinnovo di Collodel e il sostituto di Lanini saranno quindi le travi portanti del mercato 2021-22.

Se poi arriverà la potente acciaieria tedesca o il puttaniere dal patrimonio sconosciuto, faremo altri discorsi e sogni o incubi diversi. Ma oggi la realtà è questa: una rosa lontana anni luce dalle corazzate costruite per vincere i campionati come il Monza e l’Alessandria ma non così lontane da sorprese positive come il Como. E con un monte ingaggi simile a quello del Renate.

RUOLONOMESITUAZIONE ATTUALESTAGIONE 2021/22
PortiereIvan Lannisotto contrattoconfermato
PortiereAxel Desjardinssotto contrattoconfermato
Terzino destroFrancesco Lamannasotto contrattoconfermato
Terzino destroVittorio Paganisotto contrattoconfermato
terzino destroFrancesco Corsinelliin prestito dal Baririentro a Bari
Terzino sinistroLorenzo Colombiniin prestito da Speziarientro a Spezia
Terzino sinistroAndrea Cagnanosotto contrattoconfermato
Difensore centraleMarco Migliorinisotto contrattoconfermato
Difensore centraleDavide Bovesotto contrattoconfermato
Difensore centraleMarco Bellichsotto contrattoconfermato
Difensore centraleCesare Poglianosotto contrattoconfermato
esterno destroAndrea Ciscosotto contrattoconfermato
esterno destroManuele Malottiin prestito da Sambenedetteserinnovo prestito e/o ingaggio
esterno destro/puntaGiuseppe Panicosotto contrattoprobabile uscita
CentraleAnte Hrkacsotto contrattoconfermato
CentraleTommaso Bianchisotto contrattoin uscita
CentraleRiccardo Collodelscadenza contrattoda rinnovare
CentraleDaniele Buzzegolisotto contrattoconfermato
CentraleMirko Bortolettisotto contrattoconfermato
CentraleNicolás Schiavisotto contrattoconfermato
CentraleHristo Ivanovsotto contrattoconfermato
CentraleFilippo Nardirientro da prestitoconfermato
Punta centralePablo Gonzálezsotto contrattoconfermato
Punta centraleEric Laniniin prestito dal Parmarientro a Parma
Punta centraleSimone Rossettisotto contrattoconfermato
Punta centraleRiccardo Moreoin prestito dal Cosenzarientro a Cosenza
Punta centraleMattia Tordinisotto contrattoconfermato
esterno sinistroGiammario Piscitellasotto contrattoconfermato
esterno sinistroMarco Zunnosotto contrattorischio cessione

Continua a leggere

Telegram

Facebook

Ultimi Articoli

Copyright © 2017 Zox News Theme. Theme by MVP Themes, powered by WordPress.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: