LE PAGELLE IGNORANTI DI NOVARA-AREZZO 1-1 -Playoff Pagelle Ignoranti

Pareggio serviva e pareggio è stato. D’altronde con l’Arezzo non vinciamo manco se trascende il Padre Eterno. E ora ci aspetta la trasferta nella bolgia del Città di Meda col Renate.


PORTIERE: Praticamente giornata di sole a scrocco finanziata da mister Rullo. Negli ultimi dieci minuti ogni pallone in area è una Madonna che vola ma per fortuna mantiene i nervi saldi.
DIFESA: Nel primo tempo sostanzialmente si rivivono i tempi della lotta greco romana con ogni mischia che finisce con sei a terra. Nel complesso regge, anche se prendiamo gol di testa da uno che è alto un metro e uno sputo. Sbraga prende troppo sul serio lo scontro dialettico con Cutolo e pianta una lama nel polpaccio. Barbieri entra a cinque dalla fine ma si caga addosso così facciamo entrare Gheller per la rissa finale.
CENTROCAMPO: Per quanto visto nel  primo tempo possiamo trarre che: è più semplice trovare il vaccino contro il covid19 entro domani che due passaggi di fila in questa porzione di campo; nello spogliatoio dei tipi loschi fanno sparire Strechie; noi buttiamo nella mischia Shala e nell’altro spogliatoio qualche suo amico poco raccomandabile.
ATTACCO: Bortolussi sembra uscito vivo dal deserto del Sahara dopo le sette piaghe d’Egitto. Le nostre ali hanno la stessa prepotenza e virilità di Mario Giordano. Meno male che buttiamo nella mischia Pinzauti a tirare qualche gomitata.
BANCHIERI: L’accoppiata cappello da pescatore più giacca neanche nelle peggiori balere del Canavese. A fine partita chiede ai granata se lo possono riaccompagnare a Torino.


FORZA NOVARA SEMPRE!
Francesco Sartorio


Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: