Il calciomercato di Orlando Urbano o Urbano Orlando Calciomercato

Buongiorno Signor Orlando Urbano;

sono il solito rompipalle, ma mai quanto Danny Fadanny, della redazione di Novara Siamo Noi. La ringrazio per avere accettato di rilasciare questa breve intervista. Inizio con chiederle di sfruttare questa opportunità per chiarire definitivamente quale sia il suo nome e quale il cognome.

OU  Non è importante, faccia lei come desidera, non c’è problema. 

NSN  D’ accordo, allora, Signor Orlano Urbando, da dove vogliamo iniziare?

Analizziamo insieme il mercato invernale appena concluso. Poche domande per capire meglio come si è mosso il Novara.

OU  Mercato invernale? Ma quale mercato invernale, ieri a Milano c’erano 20 gradi e faceva un caldo della madonna, sembrava di essere a Roccella Jonica in estate. 

Tutti dicevano che erano i giorni della merla, ma io questa squadra non la conosco. Poi questa storia di iniziare il mercato al Gallia per poi passare allo Sheraton proprio non l’ ho capita: i primi quindici giorni al Gallia non c’era nessuno, non un dirigente, nessuna trattativa, sono rimasto chiuso in una stanza per quindici giorni senza che nessuno chiamasse nemmeno per il prestito gratuito di Peralta, e pensare che al primo che mi avesse contattato avrei offerto io una bella cifra, ma niente, il silenzio assoluto. Al Sheraton invece tutta un’ altra cosa, lì era pieno di dirigenti, procuratori, giornalisti e televisioni, c’era tanta di quella gnocca da far paura.

NSN  Quindi, Signor Ondarlo Burano, se è d’ accordo facciamo un’ analisi veloce: come sono andate le trattative?

OU  Guardi eh, il mercato d’inverno è come un film in bianco e nero visto alla tivvù, ti svegli al mattino e il calciatore che volevi ormai non c’è più.

NSN  Dunque vuole dirmi che avevate nel mirino qualcuno e non siete riusciti a portare a termine la trattativa?

OU  Certo, stavo concludendo l’acquisto di un giocatore che avrebbe ricoperto il ruolo di punta, praticamente un punteruolo, ma proprio quando costui stava per sottoscrivere il contratto è arrivato il Danny Fadanny con un big Mac che grondava ketchup e maionese, con l’ intento di aprire immediatamente una diretta audio per dare la notizia dell’ acquisto, quando però il big Mac è caduto sul foglio del contratto, a quel punto il “punteruolo” e il suo procuratote Giovanni Scalpello hanno abbandonato il tavolo di legno delle trattative.

NSN  È vero che Piscitella, abituato a vestirsi in modo eccentrico, ha rifiutato la Triestina perchè il direttore generale degli alabardati, Mauro Milanese, voleva inserire nel contratto il divieto assoluto di girare per la città in costume una volta terminato il periodo carnevalesco?

OU  È vero, confermo che era ormai tutto pronto per il suo trasferimento, ma il Pisci, incazzato nero, si è alzato, ha impugnato l’alabarda spaziale e dopo aver indossato il giubbotto a luci stroboscopiche di Goldrake, se n’ è andato sbattendo il portellone della navicella spaziale.

NSN  Senta, Signor Rubàno Donarlo, conferma anche la voce che parla di una trattativa non andata a buon fine riguardante il Nino Schiavi? Se si, con chi stavate imbastendo l’accordo?

UO  Confermo. Avevo proposto a Danny Fadanny, che ricopre la carica di amministratore delegato di forzanovara.net, uno scambio alla pari con Nino1921, ma il Muro non ha accettato in quanto, insieme al Nino1921, voleva venderci pure dieci scatoloni da sedici bottiglie l’ uno di vermouth, una ghigliottina perfettamente oliata e funzionante e una Simca 1000 del 1963, nonchè il prestito con obbligo di riscatto di DinoSauro36. È saltato tutto perchè mai avremmo comprato il vermouth senza sapere l’annata di imbottigliamento.

NSN  Dopo essere rimasto isolato in una stanza dell’Hotel Gallia, negli ultimi giorni di mercato, quello tenutosi allo Sheraton, lei è stato affiancato dal Presidente Cianci. Quali consigli le ha dato e quale trattativa ha caldeggiato?

Il consiglio più prezioso riguardava il modo più efficace per sfuggire al microfono di Danny Fadanni, che mi stava addosso come un testimone di Geova al citofono di un condominio. Quindi l’ ho invitato a recarsi nel box del Como convincendolo che Charly Ludi gli avrebbe rilasciato un’ intervista in esclusiva.

NSN  Allora ci è andato veramente?

OU Non lo so, io non l’ho più visto per tre ore, cioè fino a quando una lettiga della Croce Rossa ha lasciato il box del Como dopo aver caricato un paziente intubato.

Per quanto riguarda la trattativa voluta dal Presidente Cianci e conclusa dal sottoscritto, posso affermare che l’ autobus nero, quello che trasporta i giocatori, è stato ceduto in prestito gratuito alla TM Commodities, la quale provvederà allo smantellamento. Per essere sincero devo ammettere che  subito dopo averlo visto, il Presidente Cianci ha iniziato una rapida consultazione con i suoi due consulenti scaramantici che si porta sempre appresso … come dargli torto, quel colore lì porta una sfiga come neanche la paniscia a Mlogno prima di una partita …oh, ma non lo pubblichi eh che poi il Capo Rullo mi cazzia come pochi!!

NSN  Caro Uranbo Nodarlo, non si preoccupi!! Mai il Vannu pubblicherà quanto sopra, glielo prometto, comunque si scrive e si pronuncia ‘Mlogn … ma  … tornando a noi; come giudica i tre giocatori appena entrati a far parte della famiglia azzurra?

OU  Se li ho presi una ragione ci sarà, le pare? Strechie l’ ho visto una volta con indosso gli stessi occhiali della Elisa e mi sono detto: “non mi  lascerò sfuggire l’ occasione” e così con gli occhiali ho comprato anche il giocatore che ho regalato alla nostra Vicepresidente. Invece Cisco non lo conoscevo, ma gli ho chiesto se portava gli occhiali. Per quanto riguarda Lanni è stato decisivo il giudizio espresso dalla Curva Nord che mi ha garantito di conoscerlo bene per averlo, quando giocava titolare nell’ Ascoli, insultato quasi quanto Viotti, il quale, dichiarato incedibile dalla Franciacorta FC che milita in serie D, mi ha praticamente obbligato a scegliere il secondo in graduatoria, Lanni appunto. Io ascolto sempre i tifosi!!

NSN  Fonseca ha rescisso, Tartaglia alla Triestina, Visconti a Pontedera, Capanni al Catania. Quale di queste operazioni è risultata la più complicata?

OU Senza dubbio Capanni al Catania: suo zio Tommaso, soprannominato Tom, che funge da procuratore del nipote, si era opposto al trasferimento, poi ho rivelato loro che a Catania c’è anche il mare e la sabbia per giocare con le formine, e che Capanni e lo zio Tom sarebbero stati benissimo come in una fiaba. Per Visconti, invece, è stato facilissimo trattare con il Pontedera, che ha svelato di non voler affatto salire in serie B, facilissimo quindi piazzare il nostro ex terzino ai toscani.

NSN  Credo di non avere più domande da rivolgerle, speriamo che alla fine del prossimo mercato estivo lei possa raccontarmi di grandi acquisti che ci consentano di sognare. Per ora ci accontentiamo. Grazie e a presto.

OU  Senta, Nonnopipo o come cavolo si chiama, avrei io una domanda da porle: mi può illustrare il menù servito Mercoledì alla cena di “quelli dell’alcarotti” in cui erano presenti il Presidente Cianci e la Vicepresidente Rullo Elisa? Vuole sapere il motivo di questa richiesta? Glielo svelo subito: Marcello ha definito il risotto alla pescatora semplicemente eccezionale, mentre l’ Elisa ha affermato che il risotto ai funghi porcini e toma non aveva eguali. Tralascio la loro descrizione del secondo piatto.

NSN  Caro Orbando Lubrano, il risotto servito era ai gamberi e zucchine.

Nonnopipo


Novara perchè è la mia città, il Novara calcio perchè è la squadra della mia città, il dialetto perchè se il futuro è una porta il passato è la chiave per aprirla. Forsa Nuara tüta la vita.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: