Il miglio verde di Jo Condor Editoriale

Questa stagione è stata davvero illuminante. Con due anni di ritardo mi ha fatto comprendere quanto il concetto di “margine di sogno”, tanto caro a Corini, non fosse poi così tanto una frase senza senso, ma anzi, contestualizzata alla realtà in cui la squadra è chiamata a calarsi ogni domenica, rappresenti una solida realtà. Insomma, Eugenio Corini ho capito ieri quanto fosse un po’ come Roberto Carlino, quello che in tv diceva di non vendere sogni ma solide realtà.

Il Novara di Jo Condor, infatti, è l’emblema di questo “margine di sogno”. È una squadra che per funzionare necessita di cibarsi quotidianamente di complimenti e di godere dei sui successi per consentirgli di pensare sempre più in grande. Fino a quando le cose vanno bene, o meglio, fino a quando le cose sono andate bene, ha retto l’urto di un qualcosa fondamentalmente più grande di lei, come lo sono 40 e più partite di un campionato di serie C. Non è un caso che, anche nei momenti in cui girava tutto bene, quando si è trovata sotto di un goal ha poi praticamente sempre perso, e ora che è entrata in un mood negativo, peggiora di partita in partita.

E Mister Banchieri ne è contemporaneamente il simbolo e la vittima di tutte le contraddizioni e gli errori di scelte gestionali volte al risparmio ma raccontate così bene alla piazza dalla precedente gestione da farle sembrare giuste, sensate, credibili e persino romantiche. Jo Condor è una bravissima persona; ha fatto una vita di periferia facendo sacrifici e facendosi il culo; è meno puro di quanto sembri ma comunque genuino ed entusiasta di quello che fa e che rappresenta. Ma tutte le cose positive viste finora, ed è ora che la piazza ne prenda coscienza, sono il merito di Pablo, Buba e Bianchi che si sono fatti carico di dare un senso in campo ad una squadra spesso impostata alla minchia. Il clima nello spogliatoio è eccezionale perché i ragazzi vedono negli altri tre il riferimento ( in campo e fuori ). I meriti di Jo stanno nel non avere mai interferito nella autogestione . Chiaro che la formazione l’ha sempre decisa lui e poi in campo si sono devuti adattare.

Ma Jo non va demonizzato… non ha né il carisma né il carattere per far quel passo in più che potrebbe servire. Tutto qui … un onesto lavoratore di periferia che si è trovato per caso a comando di un qualcosa più grande di lui, che fino a quando tutto è andato bene ha saputo gestire e governare, ma al primo problema è naufragato. E’ infatti gravissimo che ieri sia andato a delirare di solamente un gol preso perché il rigore era inesistente, e di Sbraga dietro di un metro sul fuorigioco quando, a quanto pare, aveva ragione l’arbitro. Così come è grave la sua gestione dei cambi a Lecco o contro la Juve, per non parlare della follia di domenica scorsa di buttarla tutta sui riflettori senza un minimo di mea culpa. Jo Condor non ha futuro. È solo contro tutto e tutti. Non ha la benché minima stima da parte della nuova proprietà ma nemmeno il rispetto dei giocatori, soprattutto i più giovani, che invece di vederlo come un riferimento o una guida lo considerano alla stregua di chi nella vita si è sempre e solo occupato di sistemare e togliere i cinesini in campo ma che gli sbraita dietro nemmeno fosse Mourinho. Giocatori che ieri, è bene ricordarlo, vanno condannati per aver sbagliato cinque goal davanti al portiere come dei dilettanti. E di questo non ha certamente colpa l’allenatore.

Gli auguro al Jo con tutto il cuore di non rovinarsi l’immagine che si è costruito in questi mesi, la persona umanamente non lo merita. Gli auguro domenica di stupirci con una grande vittoria. Ma se così non fosse, spero che Urbano Orlando metta fine a questa pagina prima che si rovini davvero una stagione che, tutto sommato, fino a dicembre ci ha fatto divertire.

Claudio Vannucci


Fondatore dei Blog Novara Siamo Noi e Rettilineo Tribuna, Vice Presidente del Coordinamento Cuore Azzurro e fraterno amico di chiunque al mondo consideri lo stadio la sua seconda casa. O addirittura la prima. Editorialista estremista, gattaro.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: