Rimaniamo in contatto

Campionato

Dovevo starmene a casa

Published

on

‘Lo sapevo che oggi dovevo stare a casa’. Questo il leit motif di una giornata iniziata con un quarto d’ora di coda ai cancelli e altrettanta ai tornelli del rettilineo – fatto salvo aprire il cancellone dopo un paio di saracche gentilmente lanciate dal sottoscritto quando la partita era ormai iniziata. Mi sorprende sempre la rapidità che ha lo staff del nostro stadio nel passare dalla modalità controllo tipo aeroporto di Tel Aviv al ‘tana libera tutti’ tipo che entra anche il Mullah Omar, se solo uno sbrocca un attimo.

Il leit motif viene confermato appena riusciamo a sederci, verso le 17.40, perché arriva il classico parvenue da 2 Euro che chiede al buon Ste Torcida se può scendere di un seggiolino perché ‘quello è il mio posto’, sventolando il biglietto. Quando esterniamo il dubbio che non sia propriamente un habitué del Piola lui, quasi offeso, ci informa che viene da Casorate ma che fa il tifo per il Novara perché lo sta allenando a Football Manager (giuro che non è uno scherzo).

Il leit motif diventa una certezza granitica quando mi trovo davanti una fila di 13enni con l’acne che, incoraggiati dal mio caldo saluto a Brocchi che gli ricorda la sua sofferta gavetta per cui un secondo dopo che aveva ottenuto il patentino allenava in B, si sentono autorizzati da quel momento alla fine a dare del figlio di troia a chiunque indossi una divisa del Monza.
Nel primo tempo non sfiguriamo, anzi siamo meglio noi per lunghi tratti. La cosa sembra essere percepita da un paio di personaggi con la sciarpa del Monza che pensavano probabilmente di venire a fare una scampagnata. Qualche scaramuccia quando decidono di sollecitare Bortolussi ad alzarsi un po’ più celermente e vengono gentilmente invitati a optare per il settore ospiti se hanno tutta questa voglia di esprimersi.

La reazione è la solita, occhio smarrito e innocente e proteste in difesa della libertà di parola. Grazie mille George Washington, ce lo segniamo.La ripresa inizia con loro che ci fanno ballare, l’odore di merda inizia a farsi strada. Al gol divorato da Gonzalez e Bortolussi sull’unica cagata difensiva della coppia di centrali scarsina Paletta/Bellusci si capisce che la partita sta per girare. Brocchi lo capisce e attingendo alla scarna panchina del Monza ne inserisce 3 che costano come tutta la nostra rosa e, complice la cagata di Marchegiani, arriva il gol. Il resto è un rigore che fa il paio con quello che non ci hanno dato nel primo tempo su un fallo di mano in area almeno altrettanto dubbio e un gol del bimbo entrato dalla panchina che era in fuorigioco di almeno un metro ma che evidentemente deve far fare qualche plusvalenza a qualcuno.

In tutto questo non sono neanche riuscito a insultare Marchi per i suoi trascorsi di oltresesia.
Sì, era meglio se restavo a casa.

Jacopo Foradini

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia un commento

Campionato

La VIDEO-MOVIOLA di Lavagnese-Novara

Published

on

Grazie alle immagini della diretta fb dei Fedelissimi posso analizzare l’unico episodio da moviola della partita: Vuthaj dopo aver superato il suo avversario cade in area ma l’arbitro ben posizionato lascia correre. Per le immagini a disposizione, soprattutto quelle rallentate, secondo me l’arbitro ha preso la giusta decisione perché sembra che il nostro bomber emulo del miglior Pippo Inzaghi si lasci cadere.

Probabilmente se questo fosse stato un episodio decisivo per il risultato finale sarei stato di un’altra opinione!!

 

 

 

 

Continua a leggere

Campionato

La VIDEO-MOVIOLA di Novara-Sanremese

Published

on

La doverosa premessa è che la Sanremese ha vinto meritatamente, giocando una partita perfetta, dimostrandosi superiore al Novara.

Ma come sempre, preferisco separare il risultato e la prestazione dagli episodi arbitrali che ieri non sono stati a favore del Novara.

Purtroppo, non sono tutti documentati da immagini televisive (avrei voluto rivedere alcuni episodi al limite del cartellino rosso e un episodio di rigore dubbio).

Il primo episodio è il gol del 1-3 al minuto 82: la posizione di partenza di Scalzi è in fuorigioco piuttosto netto. Errore grave perché è il gol che chiude la partita.

Subito dopo il Novara reclama in rapida successione due rigori:

al 85’ il tiro di Diop si infrange contro il braccio del difensore ligure, ritenuto dall’arbitro aderente al corpo. Difficile da giudicare, non sarebbe stato scandaloso concedere il penalty.

Un minuto dopo, Vuthaj salta netto il suo avversario che in scivolata prende palla e gamba. Sicuramente l’attaccante azzurro allarga la gamba alla ricerca del rigore ma anche in questo caso la Sanremese ha rischiato moltissimo.

Continua a leggere

Campionato

La VIDEO-MOVIOLA di Vado-Novara

Published

on

Grazie alla diretta fb di Roberto Fabbrica, con immagini migliori di Elevensport, ecco la videomoviola di Vado-Novara: quattro episodi, tutti nel secondo tempo, tutt’altro che facili da decifrare:

il primo episodio vede il Vado reclamare un rigore per un intervento di Bonaccorsi. In realtà il nostro difensore compie un recupero impressionante sull’attaccante ligure ed in scivolata impatta nettamente il pallone.

Anche il Novara reclama un rigore: Di Masi serve Vuthay che viene atterrato fallosamente. Invece di fischiare un sacrosanto rigore, l’assistente segnala un fuorigioco inesistente. Oggi tanti errori di valutazione sui fuorigioco anche a danno del Vado.

Al 86’ l’espulsione diretta di Tinti viene contestata perché pochi secondi prima non era stato fischiato un fallo per il Vado: l’intervento di Tentoni mi sembra sul pallone e quindi l’arbitro ha fatto bene a non fischiare, il cartellino rosso al giocatore ligure pare un po’ esagerato, vista la situazione forse un giallo poteva essere più opportuno.

E veniamo all’episodio decisivo: diciamo subito una cosa, se avessero fischiato un rigore del genere contro il Novara due minuti dopo i cinque minuti di recupero avremmo sicuramente tirato giù tutti i santi del Paradiso e maledetto ben peggio dei tifosi del Vado, arbitro e avversari. Nello specifico, Di masi servito malamente dalla difesa ligure punta diritto la porta avversaria e cerca l’impatto con il difensore del Vado che probabilmente non avviene. Per me è un classico “rigorino furbo” che forse non c’era. Ricordiamoci però del rigore precedente per il Novara non concesso.

Continua a leggere

Telegram

Facebook

Ultimi Articoli

Copyright © 2017 Zox News Theme. Theme by MVP Themes, powered by WordPress.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: