La punta alla matita Analisi Tecnica

È sulla doppia distanza, a maggior ragione se così ravvicinata e con la stessa formazione, che puoi verificare quanto sia stato indiscutibile il primo tempo contro la Carrarese e, nel complesso, l’intera partita.

La riprova c’è stata ma a metà : lo zucchero che ci siamo regalati domenica è reso un po’ meno dolce da una prestazione che, alla prima apparenza, può apparire più opaca.

In realtà però sono due facce di una sola medaglia : sbarazzini ed armonici contro una squadra che non ci ha mai preso le misure ( domenica ); maturi, solidi, forse un po’ noiosi contro una squadra che le misure ( e i muscoli ) ha dimostrato di saperle prendere sin dal primo minuto ( ieri sera ).

Se non fosse stato per la capacità di Capanni di innamorarsi di se stesso probabilmente anche ieri i tre punti li avremmo portati a casa ma in un campionato così lungo quello che conta è non perdere… per la classifica e per il morale.

Domenica siamo stati quasi impeccabili nell’articolazione della manovra grazie soprattutto alla capacità di Buzzegoli di chiudere le linee di passaggio ed ai due esterni di centrocampo che sono stati bravi nel liberare gli spazi a Capanni e Piscitella consentendo loro di poter rientrare e diventare, finalmente, pericolosi.

Ieri questo non è sempre avvenuto soprattutto per la bravura di un Renate sempre molto attento ed aggressivo e, probabilmente, ad un po’ di energie che sono mancate. Siamo giovani ma non inesauribili.

Solidi in difesa in entrambe le partite abbiamo patito l’assenza di Pogliano sui due gol subiti … principalmente ci è mancato il suo senso della posizione.

Anche questi sono errori di gioventù che, obtorto collo, dobbiamo pagare. Ma la gioventù è poi quella che ti porta ad essere spensierato e che, giorno per giorno, ti fa prendere coscienza dei tuoi mezzi; è un percorso di crescita che tutto lo staff sta portando avanti con logica e cognizione di causa.

E a proposito di staff chiudiamo con un solo voto … quello a Nespoli che ha mostrato, al di là delle letture controverse del bilancio, cuore, carattere e coglioni. Nove per come ha contribuito a creare l’armonia di squadra; Dieci per come è sceso in campo domenica a fine partita dopo la sceneggiata dei marmisti di Carrara.

Ciumi


Analista tecnico delle partite e sfanculatore ufficiale del blog. Convive con una sana passione per le Converse All Star sgualcite e scolorite e per la scarsa considerazione sul genere umano. Severo ma giusto.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: