Rimaniamo in contatto

Campionato

Lupo racconta…l’Albinoleffe

Published

on

Archiviata la splendida trasferta sul lago d’Orta si ritorna immediatamente a giocare, con un avversario altrettanto insidioso e imprevedibile.

Per la seconda volta consecutiva delineare la storia della squadra che affrontiamo al Piola non è semplice. L’Albinoleffe è infatti la squadra della Val Seriana, popolosa valle prealpina in provincia di Bergamo. Espressione calcistica dei comuni di Albino e di Leffe. L’attuale sodalizio è nato appena 21 anni fa, dalla fusione fra Albinese e Leffe, le due squadre più rappresentative della valle, entrambe in quel momento in C2. Da allora la squadra ha avuto una brillante ascesa culminata con 9 campionati consecutivi di B, una finale playoff persa con il Lecce e tante comode salvezze. Negli ultimi anni un declino ha portato i Bergamaschi addirittura a due retrocessioni sul campo in D, concluse entrambe in nulla di fatto, visti gli immediati ripescaggi.

Un’ultima curiosità, sebbene come detto l’Albinoleffe sia espressione calcistica della Val seriana, ha ormai da anni abbandonato le montagne in virtù prima dell’atleti azzurri d’Italia di Bergamo, poi quest’anno dello stadio di Gorgonzola, e a partire dal prossimo anno in quel di Zanica, nella bassa Bergamasca. Insomma di giocare in casa manco per idea.

Dopo una salvezza relativamente sofferta nello scorso campionato (nel quale i bergamaschi erano nel girone B, quindi non con il Novara) l’obiettivo per questa stagione rimane lo stesso. Sulla carta sono una squadra ostica e insidiosa. L’allenatore è l’esperto Zaffaroni, e in squadra, come un po’ in tutte le squadre del nostro girone, c’è il classico mix di vecchi e giovani, su tutti gli ex Novara Gavazzi e Genevier.

Noi arriviamo a questa sfida con la giusta carica, sono dell’ idea che si debba entrare in campo con spregiudicatezza e un pizzico di follia. Il Piola sarà sicuramente carico.

Forza ragazzi fateci sognare!!

Forza Novara sempre

Lupo

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia un commento

Campionato

La VIDEO-MOVIOLA di Lavagnese-Novara

Published

on

Grazie alle immagini della diretta fb dei Fedelissimi posso analizzare l’unico episodio da moviola della partita: Vuthaj dopo aver superato il suo avversario cade in area ma l’arbitro ben posizionato lascia correre. Per le immagini a disposizione, soprattutto quelle rallentate, secondo me l’arbitro ha preso la giusta decisione perché sembra che il nostro bomber emulo del miglior Pippo Inzaghi si lasci cadere.

Probabilmente se questo fosse stato un episodio decisivo per il risultato finale sarei stato di un’altra opinione!!

 

 

 

 

Continua a leggere

Campionato

La VIDEO-MOVIOLA di Novara-Sanremese

Published

on

La doverosa premessa è che la Sanremese ha vinto meritatamente, giocando una partita perfetta, dimostrandosi superiore al Novara.

Ma come sempre, preferisco separare il risultato e la prestazione dagli episodi arbitrali che ieri non sono stati a favore del Novara.

Purtroppo, non sono tutti documentati da immagini televisive (avrei voluto rivedere alcuni episodi al limite del cartellino rosso e un episodio di rigore dubbio).

Il primo episodio è il gol del 1-3 al minuto 82: la posizione di partenza di Scalzi è in fuorigioco piuttosto netto. Errore grave perché è il gol che chiude la partita.

Subito dopo il Novara reclama in rapida successione due rigori:

al 85’ il tiro di Diop si infrange contro il braccio del difensore ligure, ritenuto dall’arbitro aderente al corpo. Difficile da giudicare, non sarebbe stato scandaloso concedere il penalty.

Un minuto dopo, Vuthaj salta netto il suo avversario che in scivolata prende palla e gamba. Sicuramente l’attaccante azzurro allarga la gamba alla ricerca del rigore ma anche in questo caso la Sanremese ha rischiato moltissimo.

Continua a leggere

Campionato

La VIDEO-MOVIOLA di Vado-Novara

Published

on

Grazie alla diretta fb di Roberto Fabbrica, con immagini migliori di Elevensport, ecco la videomoviola di Vado-Novara: quattro episodi, tutti nel secondo tempo, tutt’altro che facili da decifrare:

il primo episodio vede il Vado reclamare un rigore per un intervento di Bonaccorsi. In realtà il nostro difensore compie un recupero impressionante sull’attaccante ligure ed in scivolata impatta nettamente il pallone.

Anche il Novara reclama un rigore: Di Masi serve Vuthay che viene atterrato fallosamente. Invece di fischiare un sacrosanto rigore, l’assistente segnala un fuorigioco inesistente. Oggi tanti errori di valutazione sui fuorigioco anche a danno del Vado.

Al 86’ l’espulsione diretta di Tinti viene contestata perché pochi secondi prima non era stato fischiato un fallo per il Vado: l’intervento di Tentoni mi sembra sul pallone e quindi l’arbitro ha fatto bene a non fischiare, il cartellino rosso al giocatore ligure pare un po’ esagerato, vista la situazione forse un giallo poteva essere più opportuno.

E veniamo all’episodio decisivo: diciamo subito una cosa, se avessero fischiato un rigore del genere contro il Novara due minuti dopo i cinque minuti di recupero avremmo sicuramente tirato giù tutti i santi del Paradiso e maledetto ben peggio dei tifosi del Vado, arbitro e avversari. Nello specifico, Di masi servito malamente dalla difesa ligure punta diritto la porta avversaria e cerca l’impatto con il difensore del Vado che probabilmente non avviene. Per me è un classico “rigorino furbo” che forse non c’era. Ricordiamoci però del rigore precedente per il Novara non concesso.

Continua a leggere

Ultimi Articoli

Copyright © 2017 Zox News Theme. Theme by MVP Themes, powered by WordPress.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: