Lupo racconta…l’Albinoleffe Campionato

Archiviata la splendida trasferta sul lago d’Orta si ritorna immediatamente a giocare, con un avversario altrettanto insidioso e imprevedibile.

Per la seconda volta consecutiva delineare la storia della squadra che affrontiamo al Piola non è semplice. L’Albinoleffe è infatti la squadra della Val Seriana, popolosa valle prealpina in provincia di Bergamo. Espressione calcistica dei comuni di Albino e di Leffe. L’attuale sodalizio è nato appena 21 anni fa, dalla fusione fra Albinese e Leffe, le due squadre più rappresentative della valle, entrambe in quel momento in C2. Da allora la squadra ha avuto una brillante ascesa culminata con 9 campionati consecutivi di B, una finale playoff persa con il Lecce e tante comode salvezze. Negli ultimi anni un declino ha portato i Bergamaschi addirittura a due retrocessioni sul campo in D, concluse entrambe in nulla di fatto, visti gli immediati ripescaggi.

Un’ultima curiosità, sebbene come detto l’Albinoleffe sia espressione calcistica della Val seriana, ha ormai da anni abbandonato le montagne in virtù prima dell’atleti azzurri d’Italia di Bergamo, poi quest’anno dello stadio di Gorgonzola, e a partire dal prossimo anno in quel di Zanica, nella bassa Bergamasca. Insomma di giocare in casa manco per idea.

Dopo una salvezza relativamente sofferta nello scorso campionato (nel quale i bergamaschi erano nel girone B, quindi non con il Novara) l’obiettivo per questa stagione rimane lo stesso. Sulla carta sono una squadra ostica e insidiosa. L’allenatore è l’esperto Zaffaroni, e in squadra, come un po’ in tutte le squadre del nostro girone, c’è il classico mix di vecchi e giovani, su tutti gli ex Novara Gavazzi e Genevier.

Noi arriviamo a questa sfida con la giusta carica, sono dell’ idea che si debba entrare in campo con spregiudicatezza e un pizzico di follia. Il Piola sarà sicuramente carico.

Forza ragazzi fateci sognare!!

Forza Novara sempre

Lupo


Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: