LE PAGELLE IGNORANTI DI NOVARA-PERGOLETTESE 0-0 Pagelle Ignoranti

Ci sono zero a zero e zero a zero. Di sicuro quello maturato è uno di quelli che ti lascia la sensazione di aver perso due punti per strada in casa (se avessimo vinto non avremmo rubato nulla) ma è altrettanto vero che personalmente di partite come quelle di ieri perse ne ho viste parecchie, dunque quando non puoi vincere devi sempre portare il punto a casa. Dai novanta minuti ci portiamo a casa il quarto clean sheet del campionato (terzo in casa) ma anche la grande difficoltà di riuscire a vincere partite (se non vengono sbloccate subito) contro squadre che si difendono novanta minuti in 10. A Nonno Bankers il compito di lavorare su soluzione alternative.

MARCHEGIANI: Oggi si fa trovare pronto sulle incursioni di Malcore. Nel primo tempo ha un principio di collasso post Amaro del Capo con Nonno Bankers ma poi si riprende.

CAGNANO: Una spinta costante sulla fascia sinistra. I suoi cross sono molto pericolosi, ma la nostra altezza media è a metà tra Insigne e Messi.

POGLIANO: Non troppo impegnato oggi, si fa spiegare la lezione di Storia per domani da Sbraga.

SBRAGA: Difficile marcare Malcore, ma ancora più difficile spiegare la storia hittita al suo compagno.

BARBIERI: Sta migliorando sul campo ma perde 4 followers su instagram e cade in depressione.

BIANCHI: Onesta partita. Nel dopo gara capisce che può usare anche il piede sinistro per vivere.

FONSECA: Dopo 30 minuti i mediani della Pergolettese lo fanno sparire. Ritrovato nel fossato senza un rene.

COLLODEL: A differenza del compagno esce indenne solo perché si finge un raccattapalle. Astuto.

PISCITELLA: Decisamente il migliore dei nostri. Peccato per il gol sbagliato. Se ne dispiace anche Nostro Signore trasceso in quel momento sul Piola.

BORTOLUSSI: Classica partita in cui l’ariete di C deve solo fare a botte. Per distrarre Canini basta una brioche, con gli altri deve usare le maniere forti.

PABLO: È inutile essere ipocriti: oggi non ha azzeccato neanche lo spogliatoio giusto. Rimandato.

Subentrati

NARDI, PERALTA, SCHIAVI, BUBA: In realtà danno il loro contributo ma il muro giallo è insuperabile per le nostre caratteristiche di squadra.

Allenatore:

BANCHIERI: Dopo il classico giro di amari e grappe della prima domenica di autunno tira una bestemmia nello spogliatoio facendo impaurire i più piccoli che entrano contratti. Nella ripresa vorrebbe cambiare qualcosa in attacco ma poi si gira verso la sua panchina e capisce che non è cosa.

FORZA NOVARA SEMPRE!

Francesco Sartorio


Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: