Rimaniamo in contatto

Campionato

Le nuove regole del giuoco del calcio

Published

on

Sempre uguale, sempre diverso. Il calcio segue le evoluzioni del tempo, e dopo alcune sperimentazioni l’international board (massimo organo della FIFAin tema di regolamenti) ha deciso di operare una rivoluzione importante alle regole sino ad ora utilizzate. Il cambiamento più evidente riguarda la rimessa dal fondo che permette di giocare la palla direttamente all’interno dell’area, consentendo agli avversari di varcare la linea solo dopo il tocco del portiere. Non ci si ferma qui, perché da questo campionato la barriera sarà libera dalla presenza di avversari che dovranno essere minimo ad un metro sia davanti che di lato, a meno che la barriera stessa sia composta da un massimo due elementi. Anche il posizionamento del portiere cambia sui rigori: sarà sufficiente mantenere un piede e non più due a contatto con la linea di porta.

Capitolo sostituzioni: varia con l’obbligo di uscire dal campo dalla parte più vicina, per cui i furbetti per perdere tempo dovranno essere sul cerchio di centrocampo e non sulla bandierina più lontana. L’eterna diatriba tra arbitro ed allenatore sarà evidenziata, oltre che dai soliti richiami, anche dall’esibizione dei cartellini che equipareranno le sanzioni disciplinari a livello dei calciatori con il giallo ed il rosso estratti per comminare la sanzione. La famosa palla a due non sarà più tale perché il direttore di gara scodellerà il pallone a favore della squadra che ne era in posseso con gli avversari a 4 metri, mentre se la cosa avviene nell’area di rigore verrà sempre consegnata al portiere indipendentemente dal possesso precedente. In caso di palla contesa per cui non si può stabilire il possesso pregresso ci sarà la regola mutuata dal basket dell’alternanza, cioè viene assegnata la palla ad una squadra e nel successivo episodio all’altra (sperando che l’arbitro si ricordi).

Ulteriore variazione si applica al tocco involontario dell’arbitro che comporta l’immediata interruzione del gioco applicando le regole della palla a due come sopra descritto, a meno che il tocco non alteri la naturale traiettoria della palla, casisitica per la quale vi sarà discrezionalità dell’arbitro sull’eventuale interruzione.

Passiamo ai cartellini gialli: in quel momento in cui si fermava il gioco prima di una punizione, adesso i più scaltri potranno batterla subito senza aspettare che l’arbitro annoti la sanzione sul taccuino, che potrà fare alla successiva interruzione. Ultimo atto di questa rivoluzione riguarda i falli di mano che saranno considerati tali anche se involontari, salvo che avvengano con scivolate in cui la mano sia il punto di appoggio.

Usate il termine che più vi piace ma io la chiamo rivoluzione delle regole. O semplicemente gran casino.

Siviersson

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia un commento

Campionato

La VIDEO-MOVIOLA di Lavagnese-Novara

Published

on

Grazie alle immagini della diretta fb dei Fedelissimi posso analizzare l’unico episodio da moviola della partita: Vuthaj dopo aver superato il suo avversario cade in area ma l’arbitro ben posizionato lascia correre. Per le immagini a disposizione, soprattutto quelle rallentate, secondo me l’arbitro ha preso la giusta decisione perché sembra che il nostro bomber emulo del miglior Pippo Inzaghi si lasci cadere.

Probabilmente se questo fosse stato un episodio decisivo per il risultato finale sarei stato di un’altra opinione!!

 

 

 

 

Continua a leggere

Campionato

La VIDEO-MOVIOLA di Novara-Sanremese

Published

on

La doverosa premessa è che la Sanremese ha vinto meritatamente, giocando una partita perfetta, dimostrandosi superiore al Novara.

Ma come sempre, preferisco separare il risultato e la prestazione dagli episodi arbitrali che ieri non sono stati a favore del Novara.

Purtroppo, non sono tutti documentati da immagini televisive (avrei voluto rivedere alcuni episodi al limite del cartellino rosso e un episodio di rigore dubbio).

Il primo episodio è il gol del 1-3 al minuto 82: la posizione di partenza di Scalzi è in fuorigioco piuttosto netto. Errore grave perché è il gol che chiude la partita.

Subito dopo il Novara reclama in rapida successione due rigori:

al 85’ il tiro di Diop si infrange contro il braccio del difensore ligure, ritenuto dall’arbitro aderente al corpo. Difficile da giudicare, non sarebbe stato scandaloso concedere il penalty.

Un minuto dopo, Vuthaj salta netto il suo avversario che in scivolata prende palla e gamba. Sicuramente l’attaccante azzurro allarga la gamba alla ricerca del rigore ma anche in questo caso la Sanremese ha rischiato moltissimo.

Continua a leggere

Campionato

La VIDEO-MOVIOLA di Vado-Novara

Published

on

Grazie alla diretta fb di Roberto Fabbrica, con immagini migliori di Elevensport, ecco la videomoviola di Vado-Novara: quattro episodi, tutti nel secondo tempo, tutt’altro che facili da decifrare:

il primo episodio vede il Vado reclamare un rigore per un intervento di Bonaccorsi. In realtà il nostro difensore compie un recupero impressionante sull’attaccante ligure ed in scivolata impatta nettamente il pallone.

Anche il Novara reclama un rigore: Di Masi serve Vuthay che viene atterrato fallosamente. Invece di fischiare un sacrosanto rigore, l’assistente segnala un fuorigioco inesistente. Oggi tanti errori di valutazione sui fuorigioco anche a danno del Vado.

Al 86’ l’espulsione diretta di Tinti viene contestata perché pochi secondi prima non era stato fischiato un fallo per il Vado: l’intervento di Tentoni mi sembra sul pallone e quindi l’arbitro ha fatto bene a non fischiare, il cartellino rosso al giocatore ligure pare un po’ esagerato, vista la situazione forse un giallo poteva essere più opportuno.

E veniamo all’episodio decisivo: diciamo subito una cosa, se avessero fischiato un rigore del genere contro il Novara due minuti dopo i cinque minuti di recupero avremmo sicuramente tirato giù tutti i santi del Paradiso e maledetto ben peggio dei tifosi del Vado, arbitro e avversari. Nello specifico, Di masi servito malamente dalla difesa ligure punta diritto la porta avversaria e cerca l’impatto con il difensore del Vado che probabilmente non avviene. Per me è un classico “rigorino furbo” che forse non c’era. Ricordiamoci però del rigore precedente per il Novara non concesso.

Continua a leggere

Telegram

Facebook

Ultimi Articoli

Copyright © 2017 Zox News Theme. Theme by MVP Themes, powered by WordPress.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: