Quelli che aspettano Editoriale

Se non fosse che la serie C è davvero ridicola, sarebbe da sperare di rimanerci in eterno. Quanto meno per evitare di far parte di quel circo di rincoglioniti, “bastardi e disonesti” della serie B. Non ho la riprova, ma penso che un’annata con un concentrato di disonestà intellettuale generalizzata, dal primo dei Presidenti all’ultimo dei tifosi, non si sia mai visto in nessun altro campionato del mondo. Riuscire a partire con 22, per finire a 19 ma sottolineando l’importanza del ritornare a 20 salvo poi tenere aperta una possibilità di ritornare a 22 perché “è giusto così”. Ma lo schifo più grande, almeno ai miei occhi, non è nemmeno rappresentato dal Lotito di turno che, con grande classe, ha voluto la B a 19 ed ora spinge per tornare a 22 solo perché rischia lui di retrocedere. No, lui fa parte del sistema, anzi è il sistema, per cui è comprensibile il suo operato. Pessimo ma comprensibile. Mi hanno invece deluso i tifosi delle squadre di B. Posso dire che mi hanno fatto un po’ schifo? Ci hanno buttato addosso merda tutta estate, si sono fatti i cavoli loro salvo poi indignarsi quando è capitato a loro di trovarsi al centro di cambi di regole in corso o di essere vittime del potente di turno. Quando si capirà che, al di là delle rivalità personali, il calcio è dei tifosi e non di questi mestieranti politici sarà troppo tardi. La lega di B è semplicemente orrenda, governata male è gestita peggio. E se adesso sono tutti indignati e in mezzo ai guai sinceramente rido di gusto.

Fronte Novara Calcio settimana scoppiettante ricca di notizie di mercato. Zero assoluto. E se qualcosa è successo è stato per colpa di qualcuno associato al Novara che però si è accasato altrove, tipo il ds Dolci. Ecco, se c’è una cosa che invidio alle categorie superiori è sicuramente il tam tam di notizie estive, quasi tutte false ma non importa, che però riempiono le calde giornate senza calcio. Non ho mai capito i criticoni del calciomercato, quei fighetti a cui sembrava facesse schifo e noia leggere il nome di un giocatore diverso ogni giorno vicino al Novara. Chissà come si divertiranno ora che tuttomercatoweb manco ci nomina, la Stampa che fa tre pagine al giorno sulla Igor e del Novara si parla solo in funzione del nuovo impianto che, se va bene, vedrà l’inizio lavori tra 18-24 mesi. Peraltro, dopo la conferenza stampa del 5 giugno aperta al pubblico, calerà pure il silenzio anche su questo tema.

Ci rimangono i playoff della C. Tifo apertamente Pisa perché faccio parte di quella élite di intellettuali sognatori che, in fondo in fondo, spera e pensa che il prossimo anno saremo competitivi. E i Toscani senza dubbio rappresenterebbero, molto più del Piacenza, la solita squadra che ci romperebbe le scatole. Se se ne andassero fuori dalle palle non sarebbe affatto male. La metto sempre sul ridere, ma davvero penso che avrebbe ancora più senso provare a vincere il prossimo campionato. Tutto può cambiare, ma il format e il criterio di assegnazione delle squadre al relativo girone di appartenenza è stabile da almeno tre anni. E con l’Entella fuori dalle palle, il Pisa speriamo, le retrocesse dalla B in altri gironi così come il Cesena promosso dalla D perché a noi dovrebbe capitare la Pianese, ci rimane solo la paura di avere il Monza, ad oggi però paura dettata da sospetti personali più che da riscontri concreti dalla serie C visto che i brianzoli sono stabilmente nel girone B da diversi anni, così come dovrebbero finirci Lecco e Como. Le altre squadre del nostro girone le conosciamo, ipotizzare che qualcuna di queste possa investire clamorosamente di più è difficile. Sulla carta, a condizioni di girone uguali a quest’anno, sembrerebbe quindi un anno buono per provarci.

Vabbè alla fine siamo tornati sul solito punto. Come ovvio che sia. Se la conferma del Dott. Nespoli è garanzia quantomeno di serietà della persona, ora serve competenza assoluta nel ruolo di ds. E la possibile promozione del fu vice di Ludi ci porta a pensare che non butti poi così bene. Ma ormai siamo diventati campioni del mondo nel ragionare sul nulla. Aspettiamo e valutiamo. Prima o poi qualcosa succederà. Forse.

Claudio Vannucci


Fondatore dei Blog Novara Siamo Noi e Rettilineo Tribuna, Vice Presidente del Coordinamento Cuore Azzurro e fraterno amico di chiunque al mondo consideri lo stadio la sua seconda casa. O addirittura la prima. Editorialista estremista, gattaro.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: