Rimaniamo in contatto

Campionato

le verità che non vi raccontano

Published

on

Le cose stanno in tutt’ altra maniera rispetto a quello che vogliono farvi credere.

Sannino non è stato affatto esonerato, è stato destinato ad altro ruolo: dovrà, da subito attivarsi per preparare il terreno per la prossima stagione.

Infatti si è già messo all’opera per sostituire il sintetico del Piola, ormai logoro, con una nuova copertura di ultima generazione.

Questo il testo esplicativo dell’assegnazione dei lavori.

La società Novara Calcio, dopo aver valutato attentamente i pro e i contro, ha deciso di affidare da subito l’ incarico riguardante il rifacimento del terreno da gioco dello Stadio “Silvio Piola” di Novara al Sig. Giuseppe Sannino, ritenendolo particolarmente adatto a questo tipo di mansione in virtù dell’ esperienza maturata su molti terreni di gioco, in Italia e all’estero.

Gli verrà affiancato il Sig. Carlo Alberto Ludi, il quale dopo aver distrutto il prato prospiciente la sua abitazione è stato invitato dalla gentil consorte a portare a termine i danni prodotti pre e post la data delle sue dimissioni da DS (Demolizioni Sportive).

La richiesta specifica da parte dell’ex difensore di avere al suo fianco in questa nuova avventura l’ex DG (Demolizioni Generali) Paolo Morganti, certifica la volontà di portare a termine nel peggiore dei modi il lavoro sospeso circa tre mesi fa.

Con un ulteriore sforzo, la Società Novara Calcio ha altresì reintegrato nel proprio organico, relativamente alle operazioni di carattere tecnico/meccanico, la ditta WW Service del Sig. William Wiali, il cui compito principale sarà quello di fissare saldamente al terreno del Piola le panchine poste a bordo campo che l’ incuria degli ultimi due anni ha reso instabili e molto traballanti.

La società, in qualità di committente, specifica di aver indicato nell’ appalto anche il rifacimento delle superfici di tutti i campi da gioco di Novarello, nonché la preparazione agrozootecnica delle risaie limitrofe all’ impianto sportivo. Si specifica altresì che al fine di rispettare la tranquillità degli ospiti soggiornanti a vario titolo nell’ameno centro vacanze situato nel comune di Granozzo, i lavori dovranno essere svolti tassativamente senza l’ausilio di qualsiasi mezzo o apparecchiatura  elettromeccanica che possa recare disturbo ai calciatori dimoranti negli hotel, impegnati, loro mal grado, nei playoff, e che dal giorno 13 c.m., stante l’ eventuale avverso risultato della gara Siena -Novara, affiancheranno le maestranze operanti in loco. Pertanto le attrezzature utilizzabili  per lo svolgimento dei lavori saranno quelle il cui funzionamento verrà esercitato tassativamente in modalità manuale.

Sarà cura della committenza fornire ai calciatori apposito disegno esplicativo raffigurante gli attrezzi e il loro specifico impiego, disegnato e colorato dai bambini della scuola d’infanzia di Granozzo, al fine di agevolare il riconoscimento dell’attrezzatura disponibile da parte degli utilizzatori. 

A completamento delle succitate operazioni dovrà essere eseguita da parte del personale la bonifica del laghetto, attuabile solo dopo aver censito e messo in sicurezza cigni e anatre, ivi stanzianti, con particolare attenzione nei riguardi dei roditori della specie Nutriellus Granozziensis, ai quali dovrà essere garantito, dalla ditta WWF (William Wiali Foundation), in qualità di appaltatrice nello specifico, il massimo comfort fino al termine della bonifica stessa.

Il controllo di tutti i lavori sin qui elencati e di quanti non previsti specificatamente da questo contatto si rendessero necessari in corso d’opera, saranno seguiti da due pensionati specializzati in assistenza cantieristica che verranno scelti dopo valutazione dei rispettivi curriculum vitae inviati entro e non oltre il giorno 11 -5-2019. Astenersi perditempo.

Ecco adesso conoscete la verità.

Nonnopipo 

 

 

Novara perchè è la mia città, il Novara calcio perchè è la squadra della mia città, il dialetto perchè se il futuro è una porta il passato è la chiave per aprirla. Forsa Nuara tüta la vita.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia un commento

Campionato

La VIDEO-MOVIOLA di Lavagnese-Novara

Published

on

Grazie alle immagini della diretta fb dei Fedelissimi posso analizzare l’unico episodio da moviola della partita: Vuthaj dopo aver superato il suo avversario cade in area ma l’arbitro ben posizionato lascia correre. Per le immagini a disposizione, soprattutto quelle rallentate, secondo me l’arbitro ha preso la giusta decisione perché sembra che il nostro bomber emulo del miglior Pippo Inzaghi si lasci cadere.

Probabilmente se questo fosse stato un episodio decisivo per il risultato finale sarei stato di un’altra opinione!!

 

 

 

 

Continua a leggere

Campionato

La VIDEO-MOVIOLA di Novara-Sanremese

Published

on

La doverosa premessa è che la Sanremese ha vinto meritatamente, giocando una partita perfetta, dimostrandosi superiore al Novara.

Ma come sempre, preferisco separare il risultato e la prestazione dagli episodi arbitrali che ieri non sono stati a favore del Novara.

Purtroppo, non sono tutti documentati da immagini televisive (avrei voluto rivedere alcuni episodi al limite del cartellino rosso e un episodio di rigore dubbio).

Il primo episodio è il gol del 1-3 al minuto 82: la posizione di partenza di Scalzi è in fuorigioco piuttosto netto. Errore grave perché è il gol che chiude la partita.

Subito dopo il Novara reclama in rapida successione due rigori:

al 85’ il tiro di Diop si infrange contro il braccio del difensore ligure, ritenuto dall’arbitro aderente al corpo. Difficile da giudicare, non sarebbe stato scandaloso concedere il penalty.

Un minuto dopo, Vuthaj salta netto il suo avversario che in scivolata prende palla e gamba. Sicuramente l’attaccante azzurro allarga la gamba alla ricerca del rigore ma anche in questo caso la Sanremese ha rischiato moltissimo.

Continua a leggere

Campionato

La VIDEO-MOVIOLA di Vado-Novara

Published

on

Grazie alla diretta fb di Roberto Fabbrica, con immagini migliori di Elevensport, ecco la videomoviola di Vado-Novara: quattro episodi, tutti nel secondo tempo, tutt’altro che facili da decifrare:

il primo episodio vede il Vado reclamare un rigore per un intervento di Bonaccorsi. In realtà il nostro difensore compie un recupero impressionante sull’attaccante ligure ed in scivolata impatta nettamente il pallone.

Anche il Novara reclama un rigore: Di Masi serve Vuthay che viene atterrato fallosamente. Invece di fischiare un sacrosanto rigore, l’assistente segnala un fuorigioco inesistente. Oggi tanti errori di valutazione sui fuorigioco anche a danno del Vado.

Al 86’ l’espulsione diretta di Tinti viene contestata perché pochi secondi prima non era stato fischiato un fallo per il Vado: l’intervento di Tentoni mi sembra sul pallone e quindi l’arbitro ha fatto bene a non fischiare, il cartellino rosso al giocatore ligure pare un po’ esagerato, vista la situazione forse un giallo poteva essere più opportuno.

E veniamo all’episodio decisivo: diciamo subito una cosa, se avessero fischiato un rigore del genere contro il Novara due minuti dopo i cinque minuti di recupero avremmo sicuramente tirato giù tutti i santi del Paradiso e maledetto ben peggio dei tifosi del Vado, arbitro e avversari. Nello specifico, Di masi servito malamente dalla difesa ligure punta diritto la porta avversaria e cerca l’impatto con il difensore del Vado che probabilmente non avviene. Per me è un classico “rigorino furbo” che forse non c’era. Ricordiamoci però del rigore precedente per il Novara non concesso.

Continua a leggere

Ultimi Articoli

Copyright © 2017 Zox News Theme. Theme by MVP Themes, powered by WordPress.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: