Red sky at the night sheperds delight… Analisi Tecnica

Il titolo British per dimostrare a un Luciano40 meticoloso sul muro che la professoressa Clavenna ( pur con tutti i suoi limiti ) qualcosa ci ha insegnato.

È un rosso di sera che ci accompagna sia prima che dopo la partita … un rosso di sera che, condito da tre punti, rende più sereno il fine anno del nostro “pastore” che si presenta alle interviste di fine partita con un analisi obiettiva, limpida, quasi spietata di cos’è il Novara oggi e di cosa potrà essere in futuro.

Finalmente risentiamo il Viali di metà agosto, quello che, dopo la pessima prestazione di Renate, si dichiarava incazzato e la analizzava con lucidità… una lucidità che, forse per proteggere il gruppo, non ha più dimostrato sino a domenica sera quando ha evidenziato che il problema di questo Novara é la mancanza di determinazione nelle due aree.

Una mancanza di determinazione che, ad ogni modo, contro il Pontedera abbiamo visto meno che in altre occasioni, soprattutto nella nostra area.

Con Viali non siamo mai stati teneri, e forse non lo saremo nemmeno in futuro, ma questo non vuol dire che abbiamo preconcetti o che siamo prevenuti: Viali è l’allenatore del Novara, lo critichiamo per certe scelte poco condivisibili a parer nostro, ma dobbiamo riconoscergli che, malgrado i quattro cadaveri che si è dovuto portare dietro dallo scorso anno, ha dato spazio a giovani di futuro talento riuscendo ( nonostante non ci fosse nessuno in quel ruolo a far loro da chioccia ) a migliorare in maniera impressionante le prestazioni e la capacita di stare in campo di Bove e Nardi; due elementi che, nel mese di agosto, non avremmo mai pensato di vedere titolari.

Quello del 30 dicembre è stato un bel Novara per almeno 70 minuti: sciolto, armonico e compatto… poi le tossine accumulate negli ultimi due mesi si sono fatte sentire, soprattutto in mezzo al campo, e ci siamo scompensati pur riuscendo a contenere gli avversari con sufficiente lucidità.

Adesso, nelle tre settimane che ci separano dalla ripresa, Lui e Ludi devono uscire dagli equivoci creati durante il mercato estivo….

Definire se Sbraga, la loro prima scelta a luglio, sarà il riferimento per la definitiva crescita di Bove … o un incidente di percorso

Trovare un ruolo preciso a Schiavi, sballotato in ogni parte del campo, e determinarne la crescita

Sciogliere i nodi degli over in eccedenza, anche a costo di prestiti onerosi, per dare il giusto spazio a chi il campo lo merita

Chiarire se Cattaneo può servire a questo Novara dandogli un ruolo … altrimenti meglio farne a meno

Mantenere il prestito di Mallamo che, assieme a Nardi, potrebbe darci quella copertura degli spazi di cui avrà bisogno Buzzegoli se e quando rientrerà in campo

Sulle punte qualcosa dovremo fare per forza in uscita ( Cacia, Stoppa, Eusepi, Manconi e Pablo) cinque di quel livello sono troppi

Trovare un terzino che sappia fare le due fasi con leggerezza e sostanza…

Questi sono punti da chiarire subito, per la tranquillità della squadra e dei tifosi…. chiarirli non vuol dire risolverli .. ma ci aspettiamo che gli equivoci generati ad agosto non si ripetano più…

Il quinto posto, il nostro primo obiettivo, non è lontano… su quello dobbiamo lavorare e, per raggiungerlo, abbiamo la necessità di chiarezza … poi ci penserà Gonzalez… ma dubitiamo che Pablo possa essere competitivo ed efficace prima della metà di febbraio.

Ci auguriamo semplicemente che il 2019 sia un anno in cui non mollare un cazzo.

Ciumi


Analista tecnico delle partite e sfanculatore ufficiale del blog. Convive con una sana passione per le Converse All Star sgualcite e scolorite e per la scarsa considerazione sul genere umano. Severo ma giusto.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: