Resistere e combattere Pensieri e parole

Per quanto il Vannu abbia già espresso un pensiero dettagliato con l’editoriale di ieri pomeriggio sul momento che stiamo vivendo, ritengo doveroso ed opportuno rimarcare alcuni punti, perché tengo particolarmente al cuore azzurro, alla nostra maglia e tutto il resto.
Detto in tutta onestà, quello di sabato è obiettivamente il derby meno sentito degli ultimi 20 anni, e su questo non ci piove. Conosciamo a mala pena la squadra ed il campionato che andremo a disputare, abbiamo giocato cinque partite ad alti e bassi, e nessuno si è ancora calato nella realtà del campionato. E’ anche vero però, come ha detto ieri il Vannu, che è il momento di scegliere da che parte stare, una volta per tutte.

Scrivo da tifoso azzurro, ma lo faccio anche per i cugini vercellesi. Viviamo in un mondo dove ogni emozione è surrogata, finta, mediata. Noi siamo fra i pochi rimasti a cui piace sostenere una passione vera, genuina, profonda. Azzurro o bianco, cambia poco, rivalità o no, occorre guardare in faccia la realtà. Qualcuno a Roma sta facendo di tutto per farci male, per farci impazzire, per far sparire la nostra passione. Il derby è sempre il derby. Non è una partita di calcio, è orgoglio, appartenenza, aggregazione. Disertare il derby significa far vincere i padroni del calcio, significa dare la controprova che noi non siamo nulla, e che abbiamo perso per l’ennesima volta. Partecipare, essere liberi di tifare e di sostenere la nostra squadra significa dare una risposta, molto più forte di ogni protesta.

Noi ci siamo e delle vostre beghe ce ne sbattiamo il cazzo. La nostra passione non muore, noi non ci arrendiamo, il nostro orgoglio non lo potete sfiorare neanche con un dito. Novaresi e Vercellesi, liberi di sfancularci e di prenderci in giro, liberi di salutare sette scudetti e di giocare in casa anche a Vercelli, liberi di insultare chiunque ti capiti a tiro dal finestrino dell’autobus, liberi di impazzire di gioia ai gol di Viola o di Emmanuello. Non facciamo morire tutto questo.

Tifosi azzurri, sfruttiamo questo derby per rialzarci e per incominciare dal punto più basso che la nostra passione abbia mai toccato!
E tutti quelli che stanno a casa.. siate coerenti, staccate dal mondo del calcio, non che poi passate la serata a guardare Juve-Cagliari, perché in quel caso siete solo degli sfigati senza identità, pronti a salire sul carro come in un carnevale qualunque!
Forza Vecchio (stanco, stufo, amareggiato, ma pur sempre vivo) Cuore Azzurro!

Lupo


Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: