Quando la realtà supera la fantasia Pensieri e parole

Mercoledì 24 ottobre ore 14:47

Cincin che bèl ohé ohé ohé, avanti e indré avanti e indré che bel divertimento avanti e indré avanti e indré la vita é tutta quá.

Questa partita non s’ha da fare!!”

Si ritorna per la seconda volta da Pontedera senza aver giocato nemmeno cinque minuti.

La Ternana ha chiesto immediata sospensiva della partita di stasera, e la lega ha tempestivamente provveduto a sospendere le partite che vedevano impegnate le squadre interessate a eventuali ripescaggi, e sapete il perchè?

Perchè il TAR ha stabilito che la serie B dovrà essere composta da 22 squadre.

Normale no? Come normale e logica parrebbe essere la decisione di conoscere il nome delle tre ripescate dopo aver fissato un’ udienza pubblica convocata poco prima di Pasqua, il 26 marzo.

Questa è la versione ufficiale, in realtà le cose stanno diversamente, e ora ve le spiego io.

Intanto qualcuno da tempo aveva iniziato a sospettare che il pullman nero sul quale viaggia il Novara, fosse in realtà uno strumento usato per il traffico illecito di gorgonzola, paniscia, salam dla duja e fidighina.

Dunque, alla prima di campionato, si mormora che la sosta forzata in autostrada effettuata durante il viaggio verso la cittadina toscana in provincia di Pisa, e il successivo immediato rientro in sede, siano state, in realtà, imposti da una pattuglia della Guardia di finanza che ha intercettato la comitiva azzurra in seguito a una “soffiata” giunta al comando centrale, da parte della Pro Vercelli, pizzicata a sua volta dalle Fiamme gialle con un carico di cinquecento chili di panissa confezionata in panetti da due porzioni stipati all’interno del pulman bianco, pronta per essere spacciata.

I pedinamenti e le successive intercettazioni ambientali, hanno confermato il sospetto che il pullman novarese, così allestito per non dare nell’occhio e passare il più possibile inosservato, trasportasse sostanze stupefacenti nella loro bontà. 

La prova chiave grazie alla quale il PM ha richiesto il rinvio a giudizio, l’ha fornita in modo vistoso Mister Viali quando si è presentato con la camicia sporca di cotiche e riso alla conferenza stampa prima della partita contro la Carrarese.

Pare altresì che i ragazzi, in quella occasione, per caso avessero scoperto il doppiofondo del vano bagagli del pullman colmo di tali prelibatezze e ne abbiano di fatto abusato. Il risultato della gara li inchioda inesorabilmente, come testimonia lo scontrino della lavanderia che ha provveduto a lavare e smacchiare le divise da diporto dei giocatori, ammontante a euro 4.500.

Ieri il tribunale di garanzia, presieduto da un giudice in evidente stato di ebbrezza, ha predisposto, quale misura cautelare, gli arresti domiciliari per tutta la rosa del Novara, Mister e collaboratori compresi, con l’accusa di consumo e spaccio di buona parte del materiale ora posto sotto sequestro, nonché di aver occultato una decina di damigiane di “colline novaresi d.o.c.” che facevano parte del materiale da spacciare. La sentenza è stata firmata da un giudice dal nome inquietante: Jean Claude Juncker.

Oggi, durante l’allenamento di rifinitura in terra Toscana, è stato notificato il provvedimento, quindi il frettoloso ritorno a Novarello luogo in cui verrà scontata la pena.

Nonnopipo


Novara perchè è la mia città, il Novara calcio perchè è la squadra della mia città, il dialetto perchè se il futuro è una porta il passato è la chiave per aprirla. Forsa Nuara tüta la vita.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: