Il doggy bag mancato : Ronaldo Pompeu da Silva Analisi Tecnica

E’ diventata ormai abitudine, anche nel nostro Paese, portarsi via gli avanzi quando lasci un ristorante. Quelli top, i più attrezzati, ti portano il doggy bag – un piccolo cestino – col quale quando te ne vai ti porti a casa un pezzo di salsiccia, un mestolo di risotto… l’avanzo del tuo ordine.

Massimo De Salvo, quando a maggio ha epurato  “Braghetta Teti” si è dimenticato di prepararlo… così quel povero cristo di Viali ( un suggerimento, mettiti la tuta che con la giacca non ti si può vedere ) ha dovuto abbozzare e mettere in campo il cesso (uno dei quattro personaggetti senza coglioni rimasti) obtorto collo.

Precisiamo innanzitutto una cosa: non andremo avanti tutto l’anno con questa storia ma, (è altrettanto chiaro) la nostra memoria potrà essere cancellata solo con prestazioni di alto livello, prestazioni che, per il disastro combinato lo scorso anno, dovranno essere di gran lunga superiori al resto della brigata.

Dell’interpretazione della partita di ieri abbiamo poco da dire perché sfido chiunque a stare due mesi e mezzo senza giocare contro nessuno … quindi glissiamo spostando la nostra opinione alle giornate a venire.

Siamo scesi in campo con rabbia, con un quattro tre “faccio il cazzo che voglio” due .. dove Cattaneo, inserito nelle linee , ha svariato mai coperto però da un centrocampo lento e impacciato.

Le due punte, servite poco e male, quando hanno ricevuto palle giocabili sono sempre riuscite a mettere in affanno la difesa ospite.

Sulla difesa avevamo già espresso le nostre riserve post Brescia anche se, gira e rigira torniamo li, i pericoli sono arrivati  – più che per errate interpretazioni del ruolo –  per le solite mancanze dell’Avanzo che col suo culetto in fuori ha passeggiato impunito sul campo, incurante del fatto che i marcantoni zebrati lo avrebbero fatto, così come è capitato, a fettine sia nella reattività che nei contrasti.

Una volta nelle squadre c’era il numero 8, tutto girava intorno a lui perché era il motore, il fulcro del gioco…. il nostro numero 8 fa cagare e speriamo, nel prossimo futuro, di non vederlo più.

Ciumi


Analista tecnico delle partite e sfanculatore ufficiale del blog. Convive con una sana passione per le Converse All Star sgualcite e scolorite e per la scarsa considerazione sul genere umano. Severo ma giusto.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: