Il cecchino ha preso la mira: analisi tecnica di una partita che non c’e Analisi Tecnica

Questo foglio bianco si sarebbe dovuto riempire di schemi, contropiedi, traversoni e rimbalzi … magari di qualche incazzatura per un risultato che non è arrivato o della gioia per l’arrivo dei primi tre punti.

Invece tutto è svanito con un messaggio whatsapp del Vannu (ore 13 e 50 di sabato 15 settembre 2018): occhio che Morganti sta andando da MDS. Forse non si gioca domani… in accordo con Vercelli Siena Ternana Catania

“Ecco, ce lo hanno messo in culo” … ho subito pensato … 

Si perché, a dispetto dei millemila pareri di un esercito di paladini della verità e della giustizia che in queste ore stanno affollando il mondo dei social, quello che questo “povero e umile mondo” non ha capito è che noi ( come le altre quattro squadre coinvolte ) stiamo recitando il ruolo del terzo soldato… quello che moriva con il cerino in mano.

Una fine che faremo sotto il tiro incrociato dei vari presidenti di lega ( Gravina in testa ) che cavalcano o hanno cavalcato un cavallo per meri interessi  di bottega.

Che non mi si venga a  raccontare la favola del “palazzo che trema” o “ di un Gravina salvatore del calcio” … per cortesia!

Gravina, come Balata, Fabbricini, Malagò, Miccichè e Frattini sono espressione politica di chi rappresentano, delle cinque squadre coinvolte si puliscono il culo, e non saranno certo un esercito di avvocati a demolirne il potere.

Il Novara ha iniziato una battaglia che adesso sta subendo … capro espiatorio di una guerra politica finalizzata alla elezione del nuovo presidente della FIGC.

Il pull di avvocati che rappresentano i cinque convenuti stanno conducendo una battaglia dove l’aspetto risarcitorio è più importante di un eventuale ripescaggio.

Gravina, da vecchio volpone del mondo del calcio, si è dimostrato compiacente in questi due mesi  intuendo che il caos creato dalla Lega B gli avrebbe  spianato la strada alle elezioni del prossimo ottobre.

Chiunque di noi abbia l’onore e il privilegio di scrivere e di essere letto deve avere onestà  intellettuale e spiegare come stanno le cose senza fomentare un popolo che, in astinenza forzata dal calcio, è fragile e pronto ad una rivoluzione che lascerà sul campo morti, feriti ma, soprattutto, un palo lungo un metro nel culo delle cinque tifoserie.

Quanto è successo sabato non cambia, nella sostanza sportiva, lo stato dei fatti:

  1. il provvedimento monocratico presidenziale del TAR deve essere confermato dal Collegio ( udienza del 9 ottobre, chi parla di una data più vicina dice stronzate ) 
  2. solo in quella data potrà essere chiesto, in caso di decisione cautelare collegiale, al Collegio  di Garanzia del CONI di decidere in merito ( chi parla di una data più vicina continua a dire stronzate) 
  3. Solo un’azione di autotutela della FIGC ( e della lega B) potrebbe scombinare i due punti precedenti … e perché? 

Oggi è il 17 di settembre … al 9 ottobre mancano 22 giorni … ad una data repentina del CDG del Coni ottimisticamente ne mancano 25 …. 

E il palazzo trema e noi andiamo avanti all’infinito perché questi se ne devono andare e li stiamo buttando giù? … ma de che ? 

Fabbricini non è eletto e il 22 di ottobre ( o quando sarà ) terminerà il suo incarico, ritornando a fare il Segretario Generale del CONI.

Balata è eletto dai presidenti delle squadre di serie B.

Frattini è eletto dal Consiglio Nazionale del CONI, su proposta della Giunta, con la maggioranza dei due terzi dei voti.

E chi farebbe saltare il banco? Cinque squadre di serie C ( rendiamoci conto che la realtà è questa) che non contano una beata minchia e che potrebbero non giocare per due o tre settimane? Spero che ci rendiamo conto, al di là della nostra passione, che quanto sta capitando è un risibile incidente di percorso le cui conseguenze, ovunque giocheremo, si ripercuoteranno  unicamente su di noi. 

Al panorama calcistico italiano ( media, federazioni, pubblico delle altre squadre) non frega un emerito cazzo …. anzi tutto ciò è solamente una rottura di coglioni.

Qualcuno può sinceramente credere che a metà ottobre il calendario della serie B venga rifatto con sei, sette, otto partite giocate ? Siamo onesti con noi stessi e cerchiamo di essere onesti con il pubblico a cui ci rivolgiamo …. torniamo quanto prima a parlare di schemi, traversoni, contropiedi e rimbalzi … e facciamo in modo che quel cerino ci hanno lasciato in mano si spenga prima che il cecchino possa prendere la mira.

Ciumi

 


Analista tecnico delle partite e sfanculatore ufficiale del blog. Convive con una sana passione per le Converse All Star sgualcite e scolorite e per la scarsa considerazione sul genere umano. Severo ma giusto.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: