Rimaniamo in contatto

Pagelle Ignoranti

Pagelle ignoranti del mondiale

Published

on

Si conclude come meglio non si poteva un grande 2018 dal punto di vista sportivo, con la Francia che torna sul tetto del mondo dopo esattamente 20 anni dalla prima volta, come se la retrocessione del nostro Novara o la conseguente esclusione dell’Italia dal mondiale (cosa che tra l’altro arriva quando il sottoscritto ha 20 anni, l’età più bella per godersi il mondiale in compagnia) non bastasse a farci capire che è realmente ATROCE. Come già sottolineato dal nostro capo redattore, noto esponente di filosofia morale ad Oxford, è stato un mondiale pieno di gnagna e tanta tanta ignoranza.

Analizziamo qualche spunto partendo ovviamente dai campioni del mondo, con un Deschamps che malgrado i soldi e il fregio di essere uno dei tre uomini ad avere fatto il double come allenatore e calciatore, rimane umile dimostrando 10 anni in più della sua età aggiungendo un sorriso con sette denti mancanti.

Che dire poi dei vari Giroud, campione del mondo senza aver compiuto una conclusione in 7 partite, o Umtiti, la cui clausola è fissata a 500mln, ma che non ha ancora capito come spazzare un pallone in area di rigore.

Puntando il radar in Sudamerica troviamo poi Argentina e Brasile, il cui grado di ignoranza è stato direttamente proporzionale a quanto abbiano fatto cagare. Per i verdeoro un Neymar direttamente uscito dal Papeete e più in forma di Tania Cagnotto, per la Seleccion una combo Maradona-Sampaoli degna dei migliori film di Jerry Cala’; al primo diamo la scusante della bamba, al secondo invece neanche quella. Fisico da zio Mimmo che vende la verdura sul treruote, outfit da zingaro ripulito e si va a far capire che è facile vincere con Messi, Higuain e Dybala, ma con Pavon ragazzi è tutta un’altra cosa.

Non puo’ rimproverarsi niente in questa classifica il Giappone, capace di prendere tre gol in 25 minuti, di cui uno al 93esimo su calcio d’angolo a favore, essendo la squadra con l’altezza media più bassa contro invece quella più alta, cioè il Belgio. Non a caso gia’ arrivare agli ottavi per meno gialli nei confronti del Senegal è storia.

Un’Africa che anche in questo mondiale ha deluso le attese, tranne la Tunisia, che forse di attese ne aveva troppe, tanto che un suo giocatore è riuscito nell’impresa di mettersi due dita in gola e vomitare in campo.

Un destino che ha punito la Serbia, praticamente eliminata da due gol di Kosovari, ma che invece ha concesso una seconda chance alla Svezia, passata da dover crocifiggere Durmaz per il fallo fatto a dieci secondi dalla fine contro la Germania cosa che solo Parravicini aveva osato fare, a giocarsi la seminifinale con gli Inglesi, molto legati alle tradizioni, tipo quella di non vincere mai un cazzo.

Per concludere bisogna ammettere la nostra sportività nel rispettare quando sono uscite prima la Germania e poi la SpagnAHAHAHAHA. E soprattutto: facendo i complimenti ai galletti, ricordando che potranno vincere altri 50 mondiali, ma che per fortuna quello che contava l’hanno perso.

Francesco Sartorio

 

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia un commento

Pagelle Ignoranti

LE PAGELLE IGNORANTI DI NOVARA VIRTUS VERONA 0-0

Published

on

By

Scusate il ritardo, ma per evitare di essere scomunicato a vita da Don Luigi Carillo, ho necessariamente dovuto aspettare un tot di ore prima di scrivere, vista la rogna nella testa. Peccato essere usciti con solo due punti dalle ultime due gare casalinghe, ma esprimendo questo dispiacere, vuol dire che siamo già ad un buon punto. Ed ora a Vercelli. Bella situa.


PISSARDO: Il “Gatto di Marmo”(????) toglie dall’angolino basso il possibile uno a zero Veneto, per la gioia di tutti noi e del Vannu che scampa il lancio dentro il fossato. Il ruolo del portiere è sempre complicato; se poi subisci uno o due tiri a partita (speriamo di continuare così), le responsabilità salgono ulteriormente. PRECISO. Voto 6/7.
BENALOUNE: Semplicemente perfetto sabato. L’azione finale scandita da bestemmione iniziale al raccattapalle, successivamente a Pissardo, impegnato a soccorrere Urso ed infine conclusa con un cross degno di Salviato è già nelle perle della stagione. Speriamo non legga, ho ancora molto da fare in questa vita. BENE MA NON BENALOUNE. Voto 7.
CALCAGNI: Per la verità mi aveva fatto una buona impressione già alla prima col Renate, ma c’è anche da dire che a centrocampo c’è più affollamento che per entrare al Cocorico’ il 6 agosto. Il suo colpo di testa fa sbiancare il loro portiere. SCALCAGNATO. Voto 6.5.


Forza Novara Sempre!
Francesco Sartorio

Continua a leggere

Pagelle Ignoranti

LE PAGELLE IGNORANTI DI NOVARA TRIESTINA 1-1

Published

on

By

È un bel puntone quello che giunge contro i simpaticissimi alabardati. Speriamo che loro non cambino mai quel genio di allenatore che si ritrovano in panca, perché se per caso provassero a giocare, oltre che mettersi in trincea e spazzare tutto ciò’ che si muove, sarebbero grossi problemi per le avversarie. Noi come al solito solidi e testardi, ed anche un po’ matti.


CARILLO: Letteralmente insuperabile dietro. Piazza il piedone destro che non usa neanche per camminare per siglare il pari. Bella anche la dedica a Dio, condivisa con ben altre sfumature insieme a tutto il pubblico del Piola. DOLMEN. Voto 7.
CIANCIO: Ci eravamo detti che vista l’età non avrebbe potuto avere la forma fisica di un tempo, ma evidentemente sbagliavamo. Moto perpetuo sulla fascia, a fine partita lui e Ciofani si raccontano i bei tempi andati del militare, della DC e della Lira. EVERGREEN. Voto 7.
GONZALEZ: Stesso discorso valido per Ciancio. Riesce nell’impresa di essere espulso per aver fatto due falli inesistenti su Crimi, altro che negli anni ha guadagnato più volte il premio di mister simpatia ed il giovane portiere, che per carità avrebbe potuto dimostrare di essere forte anche in un’altra partita. ADELANTE PABLO. Voto 7.
BORTOLUSSI: Sicuramente non il miglior Mattia che abbiamo imparato a conoscere. Se avessi preso io quella botta al palo, avrei già fatto domanda di invalidità permanentemente. BORTOGOL(speriamo). Voto 6 (per incoraggiare).


Forza Novara Sempre!
Francesco Sartorio

Continua a leggere

Pagelle Ignoranti

LE PAGELLE IGNORANTI DI MANTOVA NOVARA 1-2

Published

on

By

Due su due. Un inizio pimpante che ci fa ben sperare. Santi nominati dal primo all’ultimo anche oggi. Tutto bellissimo.


PISSARDO: menzione d’onore per l’unico portiere d’Italia che ha incassato due gol in due partite senza aver potuto compiere una parata. ONIRICO. Voto 6.5.
CIANCIO: Nel primo tempo è costretto a richiedere ulteriori informazioni sul moto uniformemente accelerato di Mensah. Dopo aver consultato il prof. Carillo, fornisce l’assist e non soffre più. SECCHIONE. Voto 7.
GONCALVES: Evidentemente dal Portogallo i terzini nascono tutti dallo stesso stampino. Corsa importante, fisico importante, capello importante e sorriso importante. In realtà è Joao Cancelo.
MERAVIGLIAO. Voto. 6.5
GALUPPINI: È in quel limbo spazio temporale che varia tra la stessa capacità motoria di un qualsiasi individuo dopo aver bevuto sei cocktails e visioni di gioco di un altro universo. MAGIKO. voto 7.
TAVERNELLI: I tre gol in due partite sono tantissima roba. Ma che fosse valido si era già capito dall’intervento con piede a martello altezza faccia dopo dieci secondi dal suo ingresso contro il Renate. VECCHIO STAMPO. Voto 8.


Forza Novara Sempre!
Francesco Sartorio

Continua a leggere

Telegram

Facebook

Ultimi Articoli

Copyright © 2017 Zox News Theme. Theme by MVP Themes, powered by WordPress.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: