PERUGIA-NOVARA 4-2 10 marzo 1968 Storia e memoria

Nel marzo del 1968 volavano schiaffoni da tutte le parti: nelle piazze, nelle università, negli stadi, al Madison Square Garden e soprattutto, sotto forma di bombe al napalm in Vietnam.

Il mondo sembra impazzito e in contrasto a questa accelerazione improvvisa, in Italia si celebra l’ultima messa in latino. La notizia viene data a fianco dell’arresto per hashish di 5 novaresi

Sono i giorni di Valle Giulia e delle proteste studentesche

Sono i giorni di Nino Benvenuti in trionfo a New York contro Griffith

Sono i giorni della guerra in Vietnam

 

Ma sono anche i giorni della prima volta del Novara a Perugia. Il campionato di serie B 1967/68 è molto complicato per gli azzurri ma a marzo la situazione non è ancora così tragica

Nel 1968 anche negli stadi succedeva di tutto: a Roma la partita viene sospesa e a Lodi l’arbitro viene assediato da 200 persone e a Pisa un arbitro per difendersi dalla folla stacca un orecchio a morsi ad un tifoso. Le cronache dell’epoca sono piene di episodi simili: la caccia all’arbitro era una consuetudine in tutti i campi ed in tutte le categorie.

La partita di Perugia fu particolare. Il portiere umbro  Enzo Magnanini morì il lunedì precedente al match e tutto l’ambiente si strinse attorno alla squadra perugina che non vinceva da sei domeniche.

L’incontro è stato molto vivace. I perugini in vantaggio 2-0 alla fine del primo tempo sono stati ripresi dai novaresi nella prima parte della ripresa.

Prima Colla, veloce terzino che si spinge spesso in attacco, al 13’ della ripresa ha superato Cacciatori. Dopo appena 4 minuti il pareggio su un astuto tiro di Vianelli.

Sembrava fatta, un pareggio a Perugia sarebbe un buon risultato, invece gli umbri trovano la forza di reagire ed il Novara che ha tra le sue fila diversi giocatori che non lasciarono traccia nella nostra storia come  Tagliavini, Vianelli, Gasparini Sartore e Broggi, crolla nuovamente e capitola due volte al 40’ ed al 42’: 4-2. Tutti a casa.

Nel secolo scorso, Perugia ci ha riservato quasi sempre sonore sconfitte (5 sconfitte e un solo zero a zero all’attivo) ma nel nuovo millennio i risultati si sono ribaltati con due vittorie ed un pareggio.

Quindi esorcizziamo paure e scaramanzie e ricordiamoci del 14 marzo 2010 giorno in cui, vincendo a Perugia con due gol della coppia Bertani-Gonzalez, tutti anche i più scaramantici, anche se mancavano ancora 7 partite al termine, capirono che era la volta buona, toccava a noi godere: era serie B


Se la cava meglio con i video che con la scrittura, spiega meglio il passato che il presente. Ma l’importante è che ci sia Novara ed il Novara di mezzo. La sintesi è la sua dote migliore.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: