NOVARA-CESENA 2-0 17 giugno 1973 Storia e memoria

17 Giugno 1973, celebriamo Fabio Enzo.

Tre giorni prima l’Italia di Valcareggi ottiene la sua prima storica vittoria contro i leoni inglesi, due giorni dopo Nixon e Breznev, tra un missile nucleare e l’altro, scimmiottano un tentativo di distensione e la Lira crolla perdendo in un solo giorno il 5,5%. Alla radio giunge dall’America, con qualche mese di ritardo una grande canzone.

 

Ma a noi tutto questo non interessa. Siamo giunti all’ultima giornata del campionato di serie B 1972-73, il Novara è salvo ed il Cesena è matematicamente promosso in serie A.

La classifica marcatori, ad una giornata dal termine recita: Enzo 14 gol, Bertarelli (Ascoli) Bordon e Corradi (Genoa) 13 gol.

Al 58’ segna Bertarelli ed al 75’ Corradi che raggiungono Enzo in vetta alla classifica cannonieri.

Il Novara domina un Cesena ormai appagato dalla promozione appena raggiunta. Al secondo minuto gli azzurri sono già in vantaggio grazie ad un autogol di Frosio che 23 anni dopo condurrà il Novara oltre il muro della C2.

“Nei successivi 5 minuti il Novara ha sfiorato per tre volte il raddoppio. Altre occasioni non sono mancate più avanti per i novaresi e due ne ha fallite clamorosamente il pur bravo ma sfortunato Marchetti. Sono note di cronaca che parlano da sole: la superiorità novarese è stata netta.”

Nel secondo tempo, complice il gran caldo il ritmo cala ma alla notizia del gol di Bertarelli che raggiunge Enzo nella classifica cannonieri, il Novara riprende slancio.

“Da quel momento tutti gli uomini in maglia azzurra si sono dati da fare per porgere al compagno la palla del gol e con essa il primato.”

Il bomber azzurro non concretizza almeno due ottime occasioni ma a nove minuti dalla fine giunge l’occasione giusta: una punizione dal limite, calciata come al solito di pura potenza si insacca nell’angolo basso alla sinistra del portiere romagnolo.

Fabio Enzo vince la classifica marcatori del campionato 1972/73 affiancando nella storia del Novara Calcio, Marco Romano vincitore nel 1934/35 e Otello Torri vincitore nel 1937/38.

La partita ed il campionato finivano con l’usuale invasione di campo dei tifosi, soddisfatti di una stagione conclusa a metà classifica.


Se la cava meglio con i video che con la scrittura, spiega meglio il passato che il presente. Ma l’importante è che ci sia Novara ed il Novara di mezzo. La sintesi è la sua dote migliore.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: