Ciao Mondo Cuori azzurri

Poche persone sarebbero state capaci di lasciare un segno indelebile nella storia di una squadra pur avendone fatto parte per pochissimo tempo, ed Emiliano Mondonico è stato sicuramente uno di questi. Non era già più il Mondo che alzava le sedie ai tempi del Toro, per intenderci quello famoso che l’Italia ha conosciuto,  ma nel Novara ha probabilmente significato il culmine di quella che è stata una bellissima storia e una bellissima avventura sportiva e non solo, ovvero la cavalcata verso la serie A dell’era Attilio Tesser.

La sua panchina ha rappresentato comunque una piccola speranza, forse più per lui fresco reduce e vincitore della prima di diverse battaglie personali contro il solito male di merda, che per noi, ma comunque quel poco che è rimasto gli è bastato per lasciare l’indelebile firma  di una vittoria a San Siro contro l’Inter,  e il fatto che sia stata inutile ai fini della salvezza non ne ha mai mortificato il prestigio, la soddisfazione e l’orgoglio di noi Novaresi.

A noi piace salutarlo così, con quelle urla dalla panchina a Bonazzoli. Che poi  il vero nome fosse Caracciolo non è mai importato a nessuno. Ci capivamo lo stesso.

Ciao Mondo.

Redazione Novara Siamo Noi


Fondatore dei Blog Novara Siamo Noi e Rettilineo Tribuna, Vice Presidente del Coordinamento Cuore Azzurro e fraterno amico di chiunque al mondo consideri lo stadio la sua seconda casa. O addirittura la prima. Editorialista estremista, gattaro.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: