Rimaniamo in contatto

Campionato

Novara siamo Novara resteremo

Published

on

Novara siamo e Novara resteremo.

Che brutta cosa ho scritto, e, soprattutto, con quanta tristezza e rassegnazione!!

Lunedì abbiamo dimostrato al mondo di esse una tifoseria “radical shic”, di quelle con la puzzetta sotto il naso, sempre pronta a esibire la propria eleganza e raffinatezza, curata nei particolari che fanno tendenza e differenza, stacco e dissonanza.
Tifoseria appassionata e calorosa?? Forse. Sicuramente seriosa e tronfia di luoghi comuni tesi a dimostrare la propria superiorità culturale, capace di esibire il Rolex al polso come solo certi comunisti da salotto buono sapevano fare.

Premesso che ognuno è libero di applaudire chi vuole e in qualsiasi contesto; per carità di Dio, non sia mai che poi qualcuno si offenda arringando ai propri diritti, ma quando si vivono situazioni estreme come quelle rappresentate dalla partita contro il Brescia, dove incombeva il rischio concreto di salutare con largo anticipo la serie B, il tuo cazzo di Rolex, le tue buone maniere e il tuo bon ton da falso ideologo del cazzo, te li infili tutti in quel posto.

In quella scenografia che pareva essere allestita su misura per le riprese di un film di Dario Argento, dove la paura e l’ansia si misuravano osservando i volti dei giocatori e la tensione trasfigurava le fisionomie di chi abitualmente soffre accanto a te, non può esserci spazio per sentimentalismi da talk show e nemmeno per cerimonie di consegne delle benemerenze.

Quella doveva essere una battaglia da vincere con ogni mezzo, ad ogni costo, gettando il cuore oltre l’ostacolo, in campo e sugli spalti, e invece cosa succede al Piola, dove siamo diventati tutti buoni e rispettosi come avviene allo Sporting del gorgonzola??:
applaudiamo gli avversari, riconoscendo loro la dignità del rispetto rinunciando alla nostra, per dichiarare al giocatore che sta entrando in campo con la maglia avversaria, quanto lo amiamo e quanto ci manca uno con le sue caratteristiche e che lui si che è un gran giocatore!!, uno di quelli che ha scritto con due gol la storia recente del nostro club. Mah, lo incontrassi per strada lo riconoscerei (forse) e tirerei dritto, invece al Piola, molti gli hanno riservato addirittura una personale standing ovation… Robi da fann di quàdar!!

Passi per quegli applausi discutibili, come può esserlo un Barolo bianco siciliano, tributati a quella brutta persona boriosa e falsa, nonché pessimo allenatore (si, pessimo allenatore!!), che, a quanto visto, conta ancora numerosi estimatori targati Novara, ma quelli riservati, al settimo minuto della ripresa, all’ ingresso in campo del centroavanti avversario, solo perchè costui quattro anni orsono, in cinque mesi riuscì a mettere a segno un paio di gol, mi è parso veramente eccessivo.
Ma quello che più di ogni altra cosa mi ha fatto veramente male è stato rilevare tra i plaudenti, molti che appena trenta secondi prima avevano insultato pesantemente i nostri giocatori, il più gettonato, inspiegabilmente, Sansone.

Non c’è che dire, proprio una bella piazza, la nostra! In qualsiasi altra realtà la pressione esercitata dal pubblico avrebbe condizionato pesantemente i giocatori avversari, ma noi no, noi li applaudiamo rincuorandoli e facendo loro sapere che gli siamo riconoscenti per quello che hanno fatto. E se può essere giusto che ciò avvenga per gente come Gonzalez, Buzzegoli o Pesce o chi con noi ha vissuto per diversi anni lasciando un ricordo positivo, gli applausi riservati ad Andrea Caracciolo, puzzano di perbenismo becero, cafone e ignorante.

Sarebbe poi interessante scoprire quanti di questi incensatori turibolari si dimostrarono giustizialisti pretendendo la testa dello speaker che, in coda alla partita contro l’Avellino di un paio di anni fa, invitò ad applaudire la curva irpina per le coreografie da loro eseguite.

Già, mi piacerebbe saperlo.

Nonnopipo

Novara perchè è la mia città, il Novara calcio perchè è la squadra della mia città, il dialetto perchè se il futuro è una porta il passato è la chiave per aprirla. Forsa Nuara tüta la vita.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia un commento

Campionato

Quel derby mai giocato

Published

on

È da quel derby mai giocato che aspetto di tornare al subbuteo stadium contro quella squadra oltre Sesia che indossa una maglia bianca smunta. Sempre bello incontrare gli svantaggiati che tali rimangono indipendentemente dai risultati. Sono anche carini quando sfoggiano date prese a caso per sentirsi importanti (il calcio è del 1903 non del 1892). Suscitano la simpatia di un bambino che crede a Babbo Natale e che si asseconda per non deluderlo. Inutile dire che non sarà una partita qualunque e che in casa azzurra ci aspettiamo il meglio da un gruppo che sta dimostrando la cazzimma giusta. Riempire il subbuteo stadium non è molto difficile visto che sono sufficienti poche decine di spettatori ma almeno sembrerà un sold out (grazie ai tifosi novaresi) modello
Bombonera. Concordo con chi dice che pensare solo al derby denota una mentalità da perdente ma lasciatemi dire che vincerlo a me fa tanto tanto tanto piacere e poi penseremo anche alle prossime partite, perché sia chiaro che il campionato non finisce il 24 settembre 2022. Forza Novara sempre.


Siviersson

Continua a leggere

Campionato

La VIDEO-MOVIOLA di Lavagnese-Novara

Published

on

Grazie alle immagini della diretta fb dei Fedelissimi posso analizzare l’unico episodio da moviola della partita: Vuthaj dopo aver superato il suo avversario cade in area ma l’arbitro ben posizionato lascia correre. Per le immagini a disposizione, soprattutto quelle rallentate, secondo me l’arbitro ha preso la giusta decisione perché sembra che il nostro bomber emulo del miglior Pippo Inzaghi si lasci cadere.

Probabilmente se questo fosse stato un episodio decisivo per il risultato finale sarei stato di un’altra opinione!!

 

 

 

 

Continua a leggere

Campionato

La VIDEO-MOVIOLA di Novara-Sanremese

Published

on

La doverosa premessa è che la Sanremese ha vinto meritatamente, giocando una partita perfetta, dimostrandosi superiore al Novara.

Ma come sempre, preferisco separare il risultato e la prestazione dagli episodi arbitrali che ieri non sono stati a favore del Novara.

Purtroppo, non sono tutti documentati da immagini televisive (avrei voluto rivedere alcuni episodi al limite del cartellino rosso e un episodio di rigore dubbio).

Il primo episodio è il gol del 1-3 al minuto 82: la posizione di partenza di Scalzi è in fuorigioco piuttosto netto. Errore grave perché è il gol che chiude la partita.

Subito dopo il Novara reclama in rapida successione due rigori:

al 85’ il tiro di Diop si infrange contro il braccio del difensore ligure, ritenuto dall’arbitro aderente al corpo. Difficile da giudicare, non sarebbe stato scandaloso concedere il penalty.

Un minuto dopo, Vuthaj salta netto il suo avversario che in scivolata prende palla e gamba. Sicuramente l’attaccante azzurro allarga la gamba alla ricerca del rigore ma anche in questo caso la Sanremese ha rischiato moltissimo.

Continua a leggere

Telegram

Facebook

Ultimi Articoli

Copyright © 2017 Zox News Theme. Theme by MVP Themes, powered by WordPress.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: