Rimaniamo in contatto

Campionato

Fantaintervista a Teti

Published

on

NSN-Buon giorno Direttore;
Fonti attendibili e autorevoli hanno fatto trapelare la notizia secondo la quale lei ha intentato una causa legale nei confronti di due personaggi molto noti del panorama televisivo, ovvero Beppe Bergomi e Stefano Belisari (in arte Elio e le storie tese).
Cosa c’è di vero in questa notizia?

Teti-Guardi eh, di questo argomento preferirei non parlare essendo la questione ancora in una delicata fase investigativa.

NSN- Dunque non smentisce.

Teti- Le ho appena confermato che non posso rilasciare dichiarazioni in merito … posso dire che c’è il fondato sospetto che i due si siano appropriati indebitamente delle mie sopraccilia.
Sappiano però che, nell’eventualità venissero giudicati colpevoli di appropriazione indebita, sarò costretto a richiedere non solo la restituzione del maltolto, ma a proporre il siluramento dello Zio dai cronisti di SKY.

NSN- A proposito di siluramento; È vero che dopo la partita persa a Chiavari contro l’Entella lei sorprese MDS all’interno del bunker n.1 di Novarello, intento a pigiare il bottone rosso collegato a un missile su cui c’era scritto “Eugene”? E che in koreano MDS le rispose: “Mio fratello spara razzi in tutto il mondo come io sparo cazzate, e una volta che ne voglio sparare uno io tu vieni qui nel bunker di lancio a rompermi le balle?”. Convinse il Presidente a non silurare Corini?

Teti- Guardi eh, di questo argomento preferirei non parlare in quanto ho appena finito di togliere le macchie di sangue dal soffitto e di tinteggiare il bunker n.2 che aveva proprio bisogno di una rinfrescata, in seguito alle legnate che ho preso da Massimo e da Paolino Morganti, che per l’occasione indossava un saio con un cappuccio nero, mentre nella mano destra teneva ben salda una clava e nella sinistra una mazza come quella con cui in America giocano ai quattro cantoni.

NSN- Dunque la frase che lei pronunciò dopo quella partita, quando disse che metà dei giocatori in rosa non avrebbero più fatto parte del parco giocatori, era una fake news, posto che poi sono arrivate due riserve e un solo titolare?

Teti- Guardi eh, di questo argomento preferirei non parlare essendo la questione ancora in una delicata fase di sviluppo, sarò più preciso dopo aver terminato di pulire e tinteggiare il bunker n. 3 dove avrò un appuntamento al ritorno da Frosinone…anzi adesso vado a nascondere la mazza e la clava… meglio essere previdenti.

NSN- lei viene accusato anche di non aver inserito un leader all’ interno dello spogliatoio.

Teti- A questa sua considerazione non intendo rispondere essendo palesemente provocatoria.
Secondo lei il tè caldo nell’intervallo chi lo prepara? Lo prepara una macchina automatica che funziona solo con monete da tre euro che si chiama “Leader drink and beverage”… si è vero, forse il costo è un tantino esagerato, però bisogna considerare che ti da anche lo zucchero, e con i prezzi che ci sono oggi, poi i giocatori nell’intervallo non hanno mai monete e sono costretto a pagare sempre io per tutti. Martedì sera ho pagato dieci tè e una camomilla che ha voluto Ronaldo.

NSN- Bisogna essere onesti ed ammettere che la rosa è molto ristretta. È d’accordo con noi quando diciamo che con la squadra da lei costruita noi ci stiamo divertendo come le mosche in una valle di stitici?

Teti- Allora; di questo argomento preferirei non parlare in quanto ritengo falsa e tendenziosa la domanda posta. Le confermo che da tempo stiamo lavorando sodo per produrre materiale sufficiente a garantire un adeguato divertimento ai simpatici insetti da lei citati. A tutt’oggi abbiamo raggiunto un discreto quantitativo che ci ha già consentito di raggiungere un buon livello.

NSN- Girano voci insistenti che rilevano quanto lei abbia le mani legate e sia costretto a osservare rigidamente le indicazioni della proprietà. Non si sente un semplice esecutore di ordini?

Teti- Guardi eh, di questo argomento preferirei non parlare essendo la questione ancora da definirsi rispetto alle mie competenze. No no, la dirigenza ha promesso, al momento della firma contrattuale, di lasciarmi ampio margine di movimento, ad esempio sono io che scelgo chi nell’intervallo può bere il tè caldo della macchina “Leader” di cui ho parlato poco fa, e chi invece non se lo è meritato. Pensi che Ronaldo e Macheda non hanno ancora sporcato la tazza. Inoltre, in qualità di DS, sono diretto responsabile della individuazione dei “circoli” di Novara dove si possono gustare le specialità locali che ai tre della dirigenza piacciono così tanto. E’ mia cura prenotare un tavolo per quattro persone, anche se poi siamo sempre solo io e il Presidente, in quanto gli altri due, ovvero il proprietario e l’ AD, tutte le volte ce la danno buca facendo incavolare nero MDS, che poi tra l’altro non digerisce bene come l’ultima volta, domenica scorsa, quando al “circul I Gatt” da ‘Mlogn la polenta e stüà d’asu gli è rimasta sullo stomaco. E’ riuscito a liberarsi solo dopo che il Lorenzo De Mani gli ha fatto recapitare un calzino di Sciaudone dopo l’ espulsione.

NSN- Considerando che Gonzalez ad Alessandria non se la sta passando troppo bene e che, come lui ha ribadito, a Novara ci tornerebbe a piedi, non sarebbe il caso di dimenticare gli screzi e, una volta tanto, chiedergli scusa per come lo avete trattato e sedersi poi intorno a un tavolo per una trattativa?

Teti- Guardi eh, di questo argomento, a differenza degli altri a cui ho fornito esaustive risposte, preferirei non parlare, la questione sembrava potersi risolvere negli ultimi giorni del calciomercato invernale, ma purtroppo il falegname, che avrebbe dovuto dare una mano di mordente al tavolo delle trattative, ha lamentato forti dolori intestinali causati da un attacco di vermiculite, e tutto è saltato.

NSN- Di Di Carlo cosa mi dice?

Teti- Guardi eh, di questo argomento preferirei non parlare essendo la questione ancora in fase di evoluzione riguardo l’attuazione da parte del tecnico di nuovi schemi che stanno provando nella sala congressi di uno degli hotel di Novarello, dove lo staff del Mister sta raccogliendo i tesserini del codice fiscale dei giocatori per poter disporre nei calci di punizione la barriera secondo l’ordine alfabetico. Questa sera si terrà una riunione per stabilire se la disposizione dovrà essere da destra verso sinistra o viceversa.

NSN- Direttore; lei sovente viene preso di mira dai frequentatori del Muro e dagli autori di questo blog, cosa si sente di dire loro?

Teti- Guardi preferirei glissare sulla domanda, dicendo solo che mi sento al sicuro di non correre nessun rischio, in quanto i miei amici cacciatori, che sparano alle nutrie presenti nel area laghetto di Novarello, hanno confermato che i frequentatori del Muro hanno una mira del cazzo e per ciò che riguarda quelli di “Novara siamo noi” sono capaci di scrivere solo cagate, come questa intervista.

NSN- Grazie direttore per l’intervista e in bocca al lupo.

Teti- Guardi eh, di questo argomento preferirei non parlare essendo la questione …

Nonnopipo

Novara perchè è la mia città, il Novara calcio perchè è la squadra della mia città, il dialetto perchè se il futuro è una porta il passato è la chiave per aprirla. Forsa Nuara tüta la vita.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia un commento

Campionato

La VIDEO-MOVIOLA di Borgosesia-Novara

Published

on

Doverosa premessa per la moviola di quest’anno: gli arbitri come i calciatori sono dilettanti e avranno tutta la mia comprensione per errori e sviste.

Ricordiamoci che l’anno scorso furono 38 gli errori arbitrali contro il Novara e solo 8 quelli a favore, quindi forza cari arbitri, vi beccherete qualche “bastardo disonesto” ma peggio dei vostri colleghi professionisti non potrete fare.

In questa prima partita la terna arbitrale è stata perfetta nei tre episodi principali:

Al 29’ Senthuran Lingamoorthy fischia un fallo dal limite e l’espulsione per seconda ammonizione al giocatore del Borgosesia. In presa diretta il fallo sembrava essere stato fatto in area ma dalle immagini il difensore sesiano è assolutamente fuori dall’area e anche l’attaccante azzurro al momento dell’impatto è sulla linea. Decisone ineccepibile.

Al 30’ del secondo tempo il rigore per il Borgosesia per fallo di mano di Bergamelli è inevitabile. Troppo alto e largo il braccio del giocatore azzurro per essere giudicato involontario.

Ultimo episodio sul finale della partita con il Novara in doppia superiorità numerica. Viene annullato un gol al Borgosesia per un fuorigioco tanto giusto quanto millimetrico. Bravissimo il guardalinee a cogliere l’attimo giusto.

Continua a leggere

Campionato

Campionato 2010/11 dieci anni dopo (prima parte 1-6 giornata)

Published

on

“Era un tardo pomeriggio di agosto (la memoria dice settembre ma la memoria alla mia età inganna), arrivai allo stadio da Bologna un’oretta prima della partita. Si sentiva nell’aria un profumo di tarda estate, un aria ancora calda che si mischiava con la speranza che la serie B non fosse un episodio. Andai alla Fabbrica dello Sport e per la prima volta in vita mia, mi comprai la maglia originale. Non lo avevo mai fatto ma quel giorno mi sentivo importante. Quella maglia mi accompagna ancora ora. In piedi in R1 ricordo solo l’abbagliante differenza tra il rosso e l’azzurro delle due maglie e il fisico di Matutè che era imbarazzante in confronto a quello dei nostri. Tutti gli altri ricordi sono cancellati, persi nella memoria di un anno inebriante.”  Ciumi.

Sembra ieri. Eppure dalla nostra promozione in serie A, stagione 2010-11, sono già passati dieci anni: sette Presidenti del Consiglio, due Papi, 27 modelli diversi di iphone, una pandemia e nel nostro piccolo mondo azzurro due promozioni, tre retrocessioni, svariati play off e play out e due proprietà, forse tre.

Riapriamo allora il cassetto dei ricordi con i tabellini, le foto, i ritagli di giornale, le sintesi di 90° minuto e i video di archivio: le prime sei giornate

Padova-Novara 1-1    22 agosto 2010 

La stagione comincia a Padova con il Novara che ripropone per i 9/11 la stessa squadra che ha dominato il campionato di serie C con l’inserimento del giovanissimo Morganella in difesa e dell’esperto Marianini a centrocampo. Un pareggio meritato in una sfida che ha visto entrambe le formazioni giocare a viso aperto.

Novara-Triestina 2-0    26 agosto 2010

Il Novara domina il “ritorno a casa” anche oltre il risultato. Determinante l’ingresso in campo di Gonzalez al posto di Ventola ormai ai titoli di coda.

Cittadella-Novara 0-2     5 settembre 2010

La coppia Gonzalez-Bertani sorprende il campionato di serie B e il Novara conquista il Tombolato anche grazie ad una grande parata di Jimmy Fontana che neutralizza un rigore di Bellazzini.

                           

Novara-Grosseto 2-1    11 settembre 2010

Neanche il vantaggio iniziale del Grosseto spaventa il Novara che con una doppietta di uno scatenato Bertani, supera i toscani. Il Novara è in testa alla classifica.

           

Torino-Novara 1-0    18 settembre 2010

Protagonista assoluto l’arbitro Leonardo Baracani che espelle Ludi e Porcari e fischia a senso unico per novanta minuti. Il Novara dimostra però proprio in questa occasione di essere una squadra vera e nonostante la sconfitta esce a testa altissima insieme ad una tifoseria numerosissima e vociante come non mai.

Novara-Livorno 4-1    25 settembre 2010

Il Novara nonostante le assenze di Ludi e Porcari (squalificati) e Morganella (infortunato) asfalta il Livorno che aveva chiuso in vantaggio il primo tempo. Rigoni-Motta-Gonzalez-Bertani regalano quattro perle ai tifosi azzurri che non possono credere ai loro occhi.

 

Continua a leggere

Campionato

IL NOVARA CHE (forse) VERRA’

Published

on

Il Novara che verrà non è semplice da prevedere. Prima di tutto a voler essere ottimisti, ancora non sappiamo in quale categoria giocheremo.

Non sappiamo neanche quale sarà la proprietà che guiderà le sorti del Novara Calcio 1908 anche se comincia a farsi strada, la personale convinzione che alla fine la coppia Rullo-De Salvo, rimarrà al comando.

In questa (malaugurata) ipotesi, il buon senso impone che sia la coppia Borghetti-Manari ad avere l’onere e l’onore di costruire la squadra 2021-22.

Il primo nodo da sciogliere sarà quello dell’allenatore. Banchieri che tanto bene ha fatto sulla panchina azzurra ha un contratto che scade il 30 giugno 2021.

Dalla sua parte i risultati, la conoscenza dell’ambiente e della squadra, l’amore viscerale per il club e uno stipendio ai minimi livelli della categoria. Contro di lui un background che infastidisce e un rapporto complicato con i giocatori di personalità e i dirigenti che non lo stimano.

L’elemento economico potrebbe però essere determinante nel suo rinnovo contrattuale, considerato che uno degli obbiettivi societari del Rullo-De Salvo bis sarà il contenimento dei costi.

Ipotizziamo quindi che sarà ancora Banchieri l’allenatore 2021-22 e di conseguenza porti avanti il modulo 4-2-3-1 utilizzato nella seconda parte del campionato.

PORTIERE: Lanni e Dejardins sono sotto contratto e dovrebbero essere confermati. La società potrebbe però puntare sul giovane canadese per liberarsi dell’ingaggio importante di Lanni. In questo caso bisognerà capire se il giovane Spada potrà essere promosso come secondo portiere.

TERZINO DESTRO/ESTERNO BASSO: purtroppo Corsinelli è in prestito secco e al di là della volontà del giocatore non sarà semplice riprenderlo. In questo momento abbiamo Lamanna e Pagani sotto contratto con allo studio un ruolo per Cisco che è un’ipotesi suggestiva ma tutta da verificare. Questo reparto è uno dei punti deboli della squadra.

TERZINO SINITRO/ESTERNO BASSO: Cagnano titolarissimo. Il prestito secco Colombini tornerà alla base, manca quindi la sua alternativa.

DIFENSORE CENTRALE: Bellich, Bove, Pogliano, Migliorini. Il reparto è completo, ben assortito e di ottimo livello.Sarebbe un peccato toccarlo, l’unico sacrificabile, secondo me è Migliorini.

CENTROCAMPO: il modulo prevede due soli centrocampisti centrali e quest’anno la coppia titolare è stata Collodel-Schiavi. Riccardo è un figlio nostro ed il mio sogno di tifoso è vederlo entrare nel club delle 200 maglie azzurre. Non posso neanche immaginare che la società non gli proponga un rinnovo onorevole e rapportato alle sue qualità. Questo dopo quello dell’allenatore è il vero nodo che la coppia Borghetti-Manari dovrà velocemente risolvere.

Per le seconde linee abbiamo diversi giocatori sotto contratto: Ivanov, Hrkac e Bortoletti che quest’anno hanno giocato poco e non hanno del tutto convinto ma dalla loro parte oltre ad un ingaggio negli standard societari hanno anche un anno in più di ambientamento e si spera, abbiano risolto i problemi fisici.Buzzegoli deve decidere cosa fare ma per il Novara e Novara non sarà mai un problema.Infine Bianchi dovrà per forza cambiare aria.In ogni caso il reparto già oggi è completo, bisogna solo decidere quale livello di qualità raggiungere.

ESTERNO ALTO DESTRO: Malotti dopo le incertezze iniziali si sta confermando affidabile e si propone come titolare nel ruolo. Da risolvere il nodo del prestito con riscatto. La sua alternativa al momento è Cisco se non verrà dirottato in difesa. Panico per motivi di ingaggio e ruolo non definito potrebbe essere sacrificabile. Il rientro di Nardi dal prestito alla Cremonese potrebbe completare il reparto.

ESTERNO ALTO SINISTRO: Zunno è l’unico giocatore della rosa “monetizzabile” insieme, forse, a Panico. Se dovesse arrivare l’offerta giusta, la sua cessione sarà inevitabile. Se dovesse rimanere, il reparto, completato da Piscitella sarebbe al top nella categoria, in caso contrario bisognerà intervenire sul mercato.

PRIMA PUNTA: Rossetti sarà il centravanti titolare per la prossima stagione, come alternative ci saranno il giovane Tordini e il vecchio Gonzalez se vorrà come spero, fare un’altra stagione con la nostra maglia.

SECONDA PUNTA: Lanini essendo in prestito, con un buon ingaggio e molte richieste anche dalla categoria superiore non potrà rimanere in azzurro. Trovare il giusto sostituto sarà la terza grande sfida del duo Borghetti-Manara. Abbiamo visto quali danni ha fatto puntare su un centravanti sbagliato (Zigoni) e quindi il giocatore su cui puntare sarà determinante. Moreo in prestito secco tornerà a casa e bisognerà cercare anche la riserva della futura seconda punta titolare.

Infine secondo le intuizioni estorte al sempre ben informato Faranna, dalla squadra giovanile potrebbero salire in prima squadra oltre a Tordini e Pagani anche Pellegrini (2003 centrocampista), Lorenzi (2003 difensore centrale), Spitale (2002 centrocampista) e Pereira Lopes (2001 punta centrale)

Rispetto alla precedente stagione si dovrebbe riuscire a ridurre considerevolmente il monte ingaggi. Il risparmio degli stipendi di Zigoni, Firenze, Sbraga, Mbaye, Bianchi e probabilmente quelli di Panico e Lanini contribuiranno a rendere più sostenibile il bilancio della nostra società.

La scelta dell’allenatore, il rinnovo di Collodel e il sostituto di Lanini saranno quindi le travi portanti del mercato 2021-22.

Se poi arriverà la potente acciaieria tedesca o il puttaniere dal patrimonio sconosciuto, faremo altri discorsi e sogni o incubi diversi. Ma oggi la realtà è questa: una rosa lontana anni luce dalle corazzate costruite per vincere i campionati come il Monza e l’Alessandria ma non così lontane da sorprese positive come il Como. E con un monte ingaggi simile a quello del Renate.

RUOLONOMESITUAZIONE ATTUALESTAGIONE 2021/22
PortiereIvan Lannisotto contrattoconfermato
PortiereAxel Desjardinssotto contrattoconfermato
Terzino destroFrancesco Lamannasotto contrattoconfermato
Terzino destroVittorio Paganisotto contrattoconfermato
terzino destroFrancesco Corsinelliin prestito dal Baririentro a Bari
Terzino sinistroLorenzo Colombiniin prestito da Speziarientro a Spezia
Terzino sinistroAndrea Cagnanosotto contrattoconfermato
Difensore centraleMarco Migliorinisotto contrattoconfermato
Difensore centraleDavide Bovesotto contrattoconfermato
Difensore centraleMarco Bellichsotto contrattoconfermato
Difensore centraleCesare Poglianosotto contrattoconfermato
esterno destroAndrea Ciscosotto contrattoconfermato
esterno destroManuele Malottiin prestito da Sambenedetteserinnovo prestito e/o ingaggio
esterno destro/puntaGiuseppe Panicosotto contrattoprobabile uscita
CentraleAnte Hrkacsotto contrattoconfermato
CentraleTommaso Bianchisotto contrattoin uscita
CentraleRiccardo Collodelscadenza contrattoda rinnovare
CentraleDaniele Buzzegolisotto contrattoconfermato
CentraleMirko Bortolettisotto contrattoconfermato
CentraleNicolás Schiavisotto contrattoconfermato
CentraleHristo Ivanovsotto contrattoconfermato
CentraleFilippo Nardirientro da prestitoconfermato
Punta centralePablo Gonzálezsotto contrattoconfermato
Punta centraleEric Laniniin prestito dal Parmarientro a Parma
Punta centraleSimone Rossettisotto contrattoconfermato
Punta centraleRiccardo Moreoin prestito dal Cosenzarientro a Cosenza
Punta centraleMattia Tordinisotto contrattoconfermato
esterno sinistroGiammario Piscitellasotto contrattoconfermato
esterno sinistroMarco Zunnosotto contrattorischio cessione

Continua a leggere

Telegram

Facebook

Ultimi Articoli

Copyright © 2017 Zox News Theme. Theme by MVP Themes, powered by WordPress.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: