Le pagelle ignoranti del mercato di SerieB Pagelle Ignoranti

Finalmente dopo un’estate fatta di trattative, anche questo calciomercato ce lo siamo tolti dalle palle. Alle 22.59 di ieri sera è finita ufficialmente l’estate pallonara: da oggi più che mai sarà solo il campo a parlare. Ma vediamo cosa è successo in questi tre mesi.

ASCOLI: la Juventus del centro Italia decide che dopo troppi anni di campionati anonimi in lotta per non retrocedere sia arrivato il momento di ritornare a giocare con la Sambenedettese, e magari prenderle pure. Solo così si spiega il suo mercato. Voto 5

AVELLINO: i Lupi mantengono Ciuffo Biondo Ardemagni lì davanti e Castaldo decide pure di aprire un circolo scientifico circa la fisica quantistica. Novellino supervisore, e si vola in quelle squadre cuscinetto con cui comunque perderemo punti. Voto 6

BARI: come al solito il Bari spende e spande tanto il calcio italiano è bello perché è vario di regole a seconda di come ti chiami. Improta e Galano davanti che pure la Sacra Corona Unita deve portare rispetto. Voto 6.5

BRESCIA: solo ora capiamo la fondamentale importanza di quel 2-3 di fine Aprile, benedetto quel 28 Aprile, sennò avremmo ancora Peter Griffin in panca. Con Cellino dura meno del settore R7 al Cocoricò a ballare la tecno. Voto 6.5

CARPI: squadra di merda in un posto di merda con uno stadio di merda che ci ha già scippato 3 punti. Calabrò dopo la Brace si permette il lusso di allenare in B. Chapeau. Voto 5.5

CESENA: ogni anno che passa ha sempre meno soldi però poi arriva Cacia e passa la paura. Ah che bello il calcio italiano. Mc Donald’s di Cesenatico chiuso preventivamente dopo l’arrivo di Scognamiglio. Voto 6

CITTADELLA: copio e incollo ciò che ho detto sul Carpi. Sono quelle realtà che destano simpatia e interesse quanto la replica di Superquark in un qualsiasi giovedì d’estate. Ma quanto pippa Arrighini? Voto 6

CREMONESE: il De Pagave della Serie B con un’età media giocatori di 40 anni per gamba. E c’è chi la dà pure per favorita. Con Mokulo davanti, manco fosse Sartorio. Voto 7

EMPOLI: dopo i bei milioncini pappati con la retrocessione sicuramente una delle favorite. Krujnic uccide. Voto 6.5

FOGGIA: con mamma proveniente da Zemanlandia, sul Foggia ho avuto un occhio di riguardo in questo mercato: Mazzeo lì davanti è una sicurezza per le macchine rubate destinate a Cerignola. Detto ciò u Fogg è nu sQUADROn, anzi nu sCINQUEn. Voto 6

FROSINONE: squadra mantenuta e punzecchiata con la giusta dose di cultura con Ciano e Citro che insieme presentano come massimo titolo di studio il certificato di nascita. Zappino ti aspettiamo. Voto 6.5

NOVARA: sicuramente una delle rose più competitive delle ultime stagioni per gli azzurri. Peccato che nell’ultimo giorno il tasso di malavita si sia abbassato con la cessione di Simeri e Scognamiglio che promettevano già belle perle. Onore ad Armeno che studierà l’italiano in assenza di traduttori italiano-napoletano. Voto 7

PALERMO: il gioco del calcio è semplice infondo per Tedino: due madonne, due insulti e si va a comandare una rosa di zingari che manco a Pescara. Il binomio Traijkovski-Nestorovski ti fa cagare sotto solo a leggerlo a bassa voce. Voto 6

PARMA: ampiamente a pelle la squadra che mi sta più sulle palle. Compra pure l’aria che respira ma un vocabolario per D’Aversa no eh. Faggiano è solo un Ghirardi con la barba. Voto 7

PERUGIA: chissà quanta buona droga gira in Umbria per pensare di prendere un nord-coreano in attacco…e invece. Sogno una coppia Cerri-Petagna per vedere se il pallone prende fuoco da solo. Voto 6,5

PESCARA: Zeman e i suoi gradoni portano sempre i risultati. Come far segnare tre gol a Pettinari. Sdengo è tornato e lo vedremo finalmente al Piola. Voto 6.5

PRO VERCELLI: È vero che avendo Messias in squadra è tutta un’altra cosa, ma per salvarsi ci vorrà davvero l’aiuto di Cristo. Grassadonia falli scendere e ti offro da bere. Voto 4,5

SALERNITANA : jamm’e ver un’altra stagione anonima per la Lotitana anche se gli acquisti ci sono stati. Se Minala ha 21 anni, Comi è un giocatore di calcio. Voto 6,5

SPEZIA: dopo sei anni di playoff anche lo Spezia ha pensato come dare un po’ di vita al suo campionato cercando di retrocedere, missione parzialmente compiuta, adesso sta al campo. Voto 5,5

TERNANA: Sana ignoranza per una squadra che si fa cambiare il nome in una università, non a caso Meccariello ammette i suoi limiti e se ne va. Voto 6

VENEZIA: mi sta già sul cazzo anche lei. Squadra pompata manco Flachi e Super Pippo stai attento. Voto 6,5

ENTELLA: De Luca è una sicurezza negli scippi e La Mantia sulle carte di credito. Sono in buona mani. Voto 6,5

Saluti, Forza Novara Sempre,
Francesco Sartorio


Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: