Rimaniamo in contatto

Pagelle Ignoranti

Le pagelle ignoranti del mercato di SerieB

Published

on

Finalmente dopo un’estate fatta di trattative, anche questo calciomercato ce lo siamo tolti dalle palle. Alle 22.59 di ieri sera è finita ufficialmente l’estate pallonara: da oggi più che mai sarà solo il campo a parlare. Ma vediamo cosa è successo in questi tre mesi.

ASCOLI: la Juventus del centro Italia decide che dopo troppi anni di campionati anonimi in lotta per non retrocedere sia arrivato il momento di ritornare a giocare con la Sambenedettese, e magari prenderle pure. Solo così si spiega il suo mercato. Voto 5

AVELLINO: i Lupi mantengono Ciuffo Biondo Ardemagni lì davanti e Castaldo decide pure di aprire un circolo scientifico circa la fisica quantistica. Novellino supervisore, e si vola in quelle squadre cuscinetto con cui comunque perderemo punti. Voto 6

BARI: come al solito il Bari spende e spande tanto il calcio italiano è bello perché è vario di regole a seconda di come ti chiami. Improta e Galano davanti che pure la Sacra Corona Unita deve portare rispetto. Voto 6.5

BRESCIA: solo ora capiamo la fondamentale importanza di quel 2-3 di fine Aprile, benedetto quel 28 Aprile, sennò avremmo ancora Peter Griffin in panca. Con Cellino dura meno del settore R7 al Cocoricò a ballare la tecno. Voto 6.5

CARPI: squadra di merda in un posto di merda con uno stadio di merda che ci ha già scippato 3 punti. Calabrò dopo la Brace si permette il lusso di allenare in B. Chapeau. Voto 5.5

CESENA: ogni anno che passa ha sempre meno soldi però poi arriva Cacia e passa la paura. Ah che bello il calcio italiano. Mc Donald’s di Cesenatico chiuso preventivamente dopo l’arrivo di Scognamiglio. Voto 6

CITTADELLA: copio e incollo ciò che ho detto sul Carpi. Sono quelle realtà che destano simpatia e interesse quanto la replica di Superquark in un qualsiasi giovedì d’estate. Ma quanto pippa Arrighini? Voto 6

CREMONESE: il De Pagave della Serie B con un’età media giocatori di 40 anni per gamba. E c’è chi la dà pure per favorita. Con Mokulo davanti, manco fosse Sartorio. Voto 7

EMPOLI: dopo i bei milioncini pappati con la retrocessione sicuramente una delle favorite. Krujnic uccide. Voto 6.5

FOGGIA: con mamma proveniente da Zemanlandia, sul Foggia ho avuto un occhio di riguardo in questo mercato: Mazzeo lì davanti è una sicurezza per le macchine rubate destinate a Cerignola. Detto ciò u Fogg è nu sQUADROn, anzi nu sCINQUEn. Voto 6

FROSINONE: squadra mantenuta e punzecchiata con la giusta dose di cultura con Ciano e Citro che insieme presentano come massimo titolo di studio il certificato di nascita. Zappino ti aspettiamo. Voto 6.5

NOVARA: sicuramente una delle rose più competitive delle ultime stagioni per gli azzurri. Peccato che nell’ultimo giorno il tasso di malavita si sia abbassato con la cessione di Simeri e Scognamiglio che promettevano già belle perle. Onore ad Armeno che studierà l’italiano in assenza di traduttori italiano-napoletano. Voto 7

PALERMO: il gioco del calcio è semplice infondo per Tedino: due madonne, due insulti e si va a comandare una rosa di zingari che manco a Pescara. Il binomio Traijkovski-Nestorovski ti fa cagare sotto solo a leggerlo a bassa voce. Voto 6

PARMA: ampiamente a pelle la squadra che mi sta più sulle palle. Compra pure l’aria che respira ma un vocabolario per D’Aversa no eh. Faggiano è solo un Ghirardi con la barba. Voto 7

PERUGIA: chissà quanta buona droga gira in Umbria per pensare di prendere un nord-coreano in attacco…e invece. Sogno una coppia Cerri-Petagna per vedere se il pallone prende fuoco da solo. Voto 6,5

PESCARA: Zeman e i suoi gradoni portano sempre i risultati. Come far segnare tre gol a Pettinari. Sdengo è tornato e lo vedremo finalmente al Piola. Voto 6.5

PRO VERCELLI: È vero che avendo Messias in squadra è tutta un’altra cosa, ma per salvarsi ci vorrà davvero l’aiuto di Cristo. Grassadonia falli scendere e ti offro da bere. Voto 4,5

SALERNITANA : jamm’e ver un’altra stagione anonima per la Lotitana anche se gli acquisti ci sono stati. Se Minala ha 21 anni, Comi è un giocatore di calcio. Voto 6,5

SPEZIA: dopo sei anni di playoff anche lo Spezia ha pensato come dare un po’ di vita al suo campionato cercando di retrocedere, missione parzialmente compiuta, adesso sta al campo. Voto 5,5

TERNANA: Sana ignoranza per una squadra che si fa cambiare il nome in una università, non a caso Meccariello ammette i suoi limiti e se ne va. Voto 6

VENEZIA: mi sta già sul cazzo anche lei. Squadra pompata manco Flachi e Super Pippo stai attento. Voto 6,5

ENTELLA: De Luca è una sicurezza negli scippi e La Mantia sulle carte di credito. Sono in buona mani. Voto 6,5

Saluti, Forza Novara Sempre,
Francesco Sartorio

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia un commento

Pagelle Ignoranti

LE PAGELLE IGNORANTI DI MALLOREDDUS NOVARA 3-3

Published

on

By

LANNI: Anche oggi si guadagna la pagnotta in terra sarda, disinnescando diversi tentativi loro. Sul secondo gol rimane impietrito peggio di noi una volta scoperto che siamo fuori dai playoff.
DIFESA: Nel primo tempo reggiamo abbastanza bene, nel secondo siamo più impauriti di quando ti ritrovi fuori casa alle 22 e 02. Pogliano nel primo tempo sembra Cannavaro, ma nel secondo tempo assomiglia sempre di più a Potourodis. Bellich come sempre, per non sbagliare, spazza via tutto ciò che è animato. Corsinelli inizia bene con un cross che termina a Livorno, poi avvita bene il piede e migliora. Colombini fino a quando non sviene in campo non fa male.
CENTROCAMPO: Collodel lascia sul campo del Nespoli un polmone per quanto corre. Buba nel primo tempo sbaglia 10 palloni su 6, ma quando lo azzecca andiamo in rete. Subentra poi Hrkac che è mobile quanto noi al primo calcetto dopo cinque mesi e infine Ivanov, che sarà pure bravo, ma è evidente che, se dopo essere subentrato ed in entrambe le occasioni ci siamo fatti rimontare, un po’ di sfiga la porta.
ATTACCO: Rossetti in versione Dzyuba è on fire. Panico becca il cinquecentesimo palo della sua stagione. Zunno come al solito semina scompiglio, mentre Moreo è contento di essere entrato in campo.
JO CONDOR: Presentarsi in Sardegna a fine aprile con una giacca nera sotto il sole non è una gran mossa tant’è che nel secondo tempo perde un po’ la bussola. Peccato.


FORZA NOVARA SEMPRE!
Francesco Sartorio

Continua a leggere

Pagelle Ignoranti

LE PAGELLE IGNORANTI DI NOVARA – OLANDESINA POCO DI BUONO 3-2

Published

on

By

LANNI: Il primo tempo si fa una dormita che neanche dopo il pranzo di Natale. Nel secondo invece, è più sotto pressione di Speranza; la doppia parata finale è roba da restarci secchi, ma lui disinnesca i tiri e pure le madonne dei pistoiesi.
DIFESA: Vale piu’ o meno lo stesso discorso di Lanni. Nel complesso non fa male, ma negli ultimi 25 minuti sembra di assistere all’assedio di Cartagine. Il tiro di destro di Cagnano è passibile di processo per direttissima. Pogliano e Bellich sono coordinati come il suono e l’immagine sul sito streaming di Al-Jazeera. Anche Corsinelli ogni tanto si autolancia, il problema è che poi non parte.
CENTROCAMPO: Oggi Buba fa scristianizzare pure Papa Francesco. Anche Bortoletti quando in un possibile 4 vs 1 riesce a sbagliare il passaggio. Hrkac entra armato di cattive intenzioni e con un elmetto desueto dalla guerra dei Balcani. Bene anche Collodel che esce per una lama nel fianco da parte di Valiani che, malgrado il girello, l’è ancura bon. Malotti è un Recoba depotenziato, ma con la maremma maiala in canna.
ATTACCO: Lanini finalmente può smerciare l’orologio preso alle cinque del mattino dal bangla fuori l’Hollywood, ma il Jo non lo sa ed è contento lo stesso. Anche Panico, Rossetti e Zunno bene anche se col passare del tempo sono mobili quanto un pandino in salita.
JO CONDOR: Negli ultimi 25 minuti è in catalessi, menomale ci pensa Mavillone Gheller a far volare 6 schiaffi con la panchina avversaria.
FORZA NOVARA SEMPRE!
Francesco Sartorio

Continua a leggere

Pagelle Ignoranti

LE PAGELLE IGNORANTI DI BUSTOCCHIA-NOVARA 1-3

Published

on

By

LANNI: Riesumato dalle pulizie di primavera ed appesantito dalle festività pasquali, si sveglia solo quando deve raccogliere la palla dalla rete. Il palo di rimpallo dopo sedici secondi gli fa capire che si vincerà facile.
DIFESA: Oggi veramente tutti bene, persino Lamanna sembra essere un giocatore di calcio. Non era facile marcare Parker alias” Spiderman del Ticino” e Latte “e Miele” Lath.
CENTROCAMPO: Nel primo tempo causa più lamenti ed urla a noi da casa che quasi sembra di essere davanti al Muro del Pianto di Gerusalemme. Secondo tempo invece tutta altra musica con Buba e Ricky sugli scudi. Hrkac invece rimane umile e va direttamente col piedone sullo sterno avversario. Malotti come Inzaghi al mondiale 2006 contro la Repubblica Ceca.
ATTACCO: Lanini è il motorino truccato che ti faceva vincere le gare clandestine di paese. Rossetti e Nonno Peppe bene. La combo traversa di Lanini e autopalo del difensore invece meno bene per il mio rapporto col Vaticano.
JO CONDOR: Nessun giudizio tecnico o tattico. Condivido solo le sue parole post Pergolettese. È stato un inverno lungo è buio per tutti noi tifosi, ma ora è finalmente primavera.
FORZA NOVARA SEMPRE!

Francesco Sartorio

Continua a leggere

Telegram

Facebook

Ultimi Articoli

Copyright © 2017 Zox News Theme. Theme by MVP Themes, powered by WordPress.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: