Rimaniamo in contatto

A casa d'altri

La realtà aumentata

Published

on

La Spal ha presentato la campagna abbonamenti per il campionato di serie A 2017-2018. I prezzi per 18 partite (una diciannovesima è fuori abbonamento) in curva sono di 335 euro per i nuovi abbonati e 320 per i “vecchi”.
Nell’ipotesi che in futuro pure il Novara ritorni nella massima serie, e le cifre fossero analoghe, io, in qualità di vecchio, pagherei la modica cifra di 320 euro ( Lit. 619.606 cioè Lit. 34.423 a partita). Mica poco.
Visto l’aumento dei costi che vedo in futuro, da tifoso, avanzo delle belle pretese e mi aspetto di assistere a uno spettacolo con la realtà aumentata.

Per realtà aumentata s’intende l’arricchimento della percezione sensoriale umana mediante informazioni, in genere manipolate e convogliate elettronicamente, che non sarebbero percepibili con i cinque sensi ( vista, udito, gusto, tatto e olfatto).
Compreso nel mio abbonamento voglio un dispositivo di visione che “aumenti” la realtà (occhiali a proiezione sulla retina che prendono ordini vocalmente), di ascolto (auricolari) e di manipolazione (guanti di colore azzurro) che aggiungono informazioni multimediali alla realtà già normalmente percepita.
Sugli occhiali mentre guardo la partita ci potrebbero essere riportati anche i risultati delle altre partite, o nel caso di partite noiose, i post della chat sulla quale si commentano quel che accade in campo e fuori ( per i collegamenti a siti come You Porn un leggero sovrapprezzo). Con l’auricolare collegata agli occhiali si potrebbe ascoltare la discografia completa dei Led Zeppelin oppure la radiocronaca della partita. Il guanto multimediale si potrebbe utilizzare per indirizzare messaggi ai sensori posizionati sulle spalle della quaterna arbitrale.

Immaginate a fine partita la soddisfazione del guardalinee che ha ricevuto un migliaio di ‘’pacche sulle spalle’’ come complimento per la sua prestazione ( come i ‘’like ‘’ in Facebook ) . Doppia soddisfazione : la terna arbitrale apprezzerà in modo concreto e noi sugli spalti finalmente potremo testimoniare il nostro entusiasmo verso di loro.
Tutto tracciato e controllato, quindi nel caso di abusi ( la scritta ARBITRO BASTARDO E DISONESTO scritta con i guanti multimediali sulla schiena dello stesso ), verranno daspati solo i guanti e non gli indossatori degli stessi.
Le informazioni “aggiuntive” possono in realtà consistere anche in una diminuzione della quantità di informazioni normalmente percepibili per via sensoriale, sempre al fine di presentare una situazione più chiara o più utile o più divertente. L’allenatore ti è antipatico ? ( un esempio a caso del tutto slegato dal recente passato, nèh) e tu lo cancelli dalle viste grazie agli occhiali multimediali.

Ma non voglio essere egoista e quindi pensiamo anche ai giovani, sono loro che attraverso la loro esperienza, renderanno vincenti queste nuove applicazioni.
Ho notato che per loro è fondamentale ‘’condividere’’ tanto che spesso fanno continui autoscatti ( selfie ) o filmati durante un concerto, una partita …sono quasi in numero maggiore le persone con le mani in alto a filmare di quelle chi si godono l’avvenimento.
Per loro il Novara Calcio potrebbe mettere a disposizione dei droni ( azzurri ) che permettano una nuova visione degli accadimenti sul campo e sugli spalti. Noi vecchi siamo abituati a fare un passo per volta ( una partita, per volta ), in verità i più intelligenti pensano già a quella successiva, i geni addirittura alla terza e oltre.

Ma i giovani ora hanno in più una visione tridimensionale, di sotto, di sopra e ai lati. Altroché un passo per volta. Bisognerà sapere connettere uno all’altro, il vedere in ogni dove ma sapere anche quale è il punto di arrivo.
Perdono il punto di arrivo? Ci penseremo noi vecchi a indicarlo : sostenere la maglia azzurra con il rosso scudetto crociato.

Nino1921

Fondatore dei Blog Novara Siamo Noi e Rettilineo Tribuna, Vice Presidente del Coordinamento Cuore Azzurro e fraterno amico di chiunque al mondo consideri lo stadio la sua seconda casa. O addirittura la prima. Editorialista estremista, gattaro.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia un commento

A casa d'altri

Enrico Turelli lo speaker

Published

on

Vincere è sempre bello, farlo lontano dalle mura amiche ancora di più. Al netto del risultato, quello che ha colpito maggiormente è stata la presenza costante dello speaker toscano. Devo ammettere che ha conquistato la palma di migliore in campo ed il voto è laurea con summa. Qualcuno si domanderà cosa abbia mai fatto per meritarsi la prima pagina. Avvezzi ad ascoltare solo messaggi pubblicitari, elenco delle formazioni e sottolineatura del goal, avere qualcuno che si dimostra un garbato conoscitore di calcio cattura l’attenzione. La Lucchese ha grossi problemi societari ed il “nostro” speaker ha occupato gli spazi dedicati solitamente alla raccolta soldi (pubblicità) inserendo una serie di informazioni sulla squadra ospite. Sentire sciorinare la storia del Novara calcio 1908 in quel di Lucca con grande precisione mi ha restituito una fantastica sensazione. Un grande applauso a Lucca dalla quale torniamo con un pizzico di umanità in più e consapevoli di avere una squadra in crescita.

Siviersson

Continua a leggere

A casa d'altri

Entrata a gamba tesa di Siviersson n.11

Published

on

Sono: allibito, attonito, stupito, esterefatto, basito. La vicenda Foggia rasenta l’assurdo. Addirittura si è levata una campagna social per evitare il peggio. Non mi sorprende il tentativo dei tifosi, quello che mi fa specie è far leva sull’establishment attraverso iniziative di persone influenti o presunte tali. Partiamo da un dato, 37 persone e dico 37 indagate e buona parte facenti parte della società Foggia calcio per un reato che non è prettamente amministrativo come qualcuno vuole far passare ma sfocia in qualcosa di molto più ampio. Ora ognuno può fare e credere ciò che vuole, ma rimanendo in ambito calcistico un sodalizio che ha perpetrato simili reati come minimo deve essere escluso dal campionato a cui ha partecipato o come inizialmente richiesto retrocesso. Questo non ha nulla a che vedere con riammissioni e ripescaggi ma afferisce alla semplice decenza. Se il segnale si scosterà da tali decisioni daremo la stura ad altre miriadi di situazioni equiparabili a questa. Come ho già espresso qualche tempo fa apriamo un campionato dove ogni nefandezza è consentita e lasciamo che società siffatte prosperino in un contesto consono al loro modus operandi, così chi ha perorato la giustizia per il Foggia potrà essere soddisfatto e raccogliere lo scettro di gran visir dauno.

Siviersson

Continua a leggere

A casa d'altri

Entrata a gamba tesa di Siviersson n.10

Published

on

Iniziano i mondiali e ci saranno le piazze italiane vuote e prive di quei maxischermi che accompagnano i grandi eventi. L’Italia non c’è, ma non è questo il motivo del mio disappunto. Guardo le rose delle varie nazionali e cerco la conferma di quello che già conosco. Seferovic e Bruno Fernandes; calciatori transitati dalle nostre parti e apprezzati sotto la cupola, il mondiale lo giocheranno. Lo svizzero è già al secondo giro nella manifestazione più importante del calcio. Sembra impossibile che ci sia un legame tra l’evento che ha luogo in Russia e Novarello,ed invece le prove non sono indiziarie ma tangibili e riscontrabili. Serie C e mondiale così distanti e così vicine, in un connubio che ha dell’inverosimile e che mi porterà a vedere la maglia azzurra non dell’Italia ma del Novara calcio 1908 passare in controluce sui campi del mondiale russo. Un misto di delusione e orgoglio creano in me una commistione che difficilmente si può spiegare. Sensazioni contrastanti figlie delle incertezze del momento sul futuro campionato, in cui nessuno di noi ha ancora capito cosa ci dovremo aspettare. Certo Ludi ha buone intenzioni ma tutto è in divenire e solo il campo avallerà o meno le scelte, per ora guardiamoci il mondiale cercando la NOSTRA MAGLIA sui campi russi.

Siviersson

Continua a leggere

Telegram

Facebook

Ultimi Articoli

Copyright © 2017 Zox News Theme. Theme by MVP Themes, powered by WordPress.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: