Rimaniamo in contatto

Calciomercato

Le sirene suonano solo per Ulisse

Published

on

Prendo spunto dall’attualissima vicenda di Cassano, dal tiramolla dell’ingaggio di Gilardino, dal braccio di ferro della dirigenza dell’Ascoli con Cacia o dai passati ingaggi di gente come Ledesma nella Ternana per stringere con forza la mano al nostro direttore sportivo Teti.

Io con lui non sono mai stato tenero, soprattutto lo scorso anno, sia per la faccenda Gonzalez (mediaticamente gestita col culo) che per le non manifeste apparizioni quando la barca “Boscaglia” stava per affondare.

Ma in questi giorni, quando tanti “professoroni” ( sui social, sul muro o ieri a Novarello) hanno iniziato a scalpitare per avere il nome di grido, ovvero quello che ha il blasone nonostante gli anni, scoprire di tifare per una squadra che sta costruendo con pazienza, mattoncino per mattoncino, senza farsi ingolosire da false sirene non può che farmi sentire con la pancia piena.

Abbiamo imparato a nostre spese in questi anni ( lo scorso in testa ) che una squadra è fatta di uomini e non di figurine, che un gruppo compatto può affrontare qualsiasi insidia ( e in campionato ce ne sono tante) e, soprattutto, abbiamo imparato che una squadra si costruisce con pazienza e sapienza , senza farsi ingolosire da vetusti e presunti protagonisti che hanno fatto sicuramente bene in passato ma che non possono essere garanzia di successo per il futuro.

Ci manca qualche pedina, è vero, ma quello che conta, all’inizio della preparazione, è il telaio.

Una punta, un mediano o un centrale li puoi inserire anche a fino agosto; magari dovranno pagare un piccolo scotto iniziale ma se hai creato il telaio inserirsi è un gioco da ragazzi.

Sento spesso dire che il Novara non ha i soldi …. Può darsi. Mi sembra però che in questi anni di gente ne è arrivata e, soprattutto, che quelli che se ne sono andati ( vicenda Gonzalez a parte ) non lo hanno fatto per denaro ma per malumori, incomprensioni o opportunità.

Leggere che un inizio di mercato debole è stata una occasione persa stride con quella che è la realtà: la conferma ( con ingaggio) di gente che lo scorso anno ha tenuto in piedi la baracca.

Magari non saranno fenomeni … ma coi fenomeni corri il rischio di trovarti a dicembre, se non prima, con qualche cadavere sulle spalle.

Abbiamo già dato in passato con i Lodetti, i Cuccureddu, i Jensen e i Jeda …. Lavora in pace Teti, lascia che le sirene di procuratori scaltri continuino a suonare per quelle tifoserie che hanno bisogno di riempirsi la bocca ….

Noi siamo diversi, ci accontentiamo di una squadra operaia, di angeli con la faccia sporca pronti a non tirare indietro la gamba, uomini sudati, come quelli di domenica durante le interviste di fine gara, ma con il sorriso e negli occhi la convinzione di essere nel posto giusto.

Ciumi

Analista tecnico delle partite e sfanculatore ufficiale del blog. Convive con una sana passione per le Converse All Star sgualcite e scolorite e per la scarsa considerazione sul genere umano. Severo ma giusto.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia un commento

Calciomercato

Il carrello della spesa

Published

on

Il calciomercato comincerà il primo luglio, questo è il periodo dei rinnovi e delle risoluzioni, delle scadenze contrattuali e dei rientri dai prestiti. Insomma, niente di particolarmente entusiasmante ma le prime mosse della società cominciano a piacermi.

Partiamo con una prima analisi della nuova rosa, partendo da un paio di considerazioni:

  • il modulo sarà quello scelto da Lo Monaco, un 3-5-2 che verrà declinato nelle sue varie desinenze da Giacomo Gattuso. La tattica si sta velocemente evolvendo e anche i moduli stanno diventando fluidi, la linea dei tre difensori può trasformarsi in una linea a quattro nel corso della stessa partita ma sicuramente la rosa verrà costruita pensando a quel disegno tattico.
  • Escludo che i rientri dai prestiti (Catania, Bagatti, Saidi, Martinazzo e Speranza) faranno parte della nuova rosa e considero i giocatori in fine prestito (Boccia, Caravaca, Kerrigan, Bentivegna e Schirò) non più in rosa.

PORTIERI:

Con Minelli e Desjardins il reparto è già completo e la scelta del terzo portiere non sarà un problema.

DIFENSORI CENTRALI:

la batteria di difensori centrali è quasi al completo: Lorenzini, Lancini e Bertoncini sono giocatori esperti e pronti ad ogni battaglia, Khailoti è in rampa di lancio e Cannavaro dopo una mezza stagione da apprendista sarà utile come giovane rincalzo. Per completare il reparto (sei centrali) manca una pedina che dovrà essere un potenziale titolare in grado di svolgere un ruolo che attualmente manca ovvero il braccetto in grado di giocare anche a centrocampo alla Bastoni, come impone un 3-5-2 moderno.

ESTERNI DESTRO-SINISTRO:

Abbiamo visto nella passata stagione come questo sia il ruolo fondamentale nel modulo 3-5-2. Prima Kerrigan e poi Urso sono stati decisivi nella nostra salvezza. L’Inter di Inzaghi ha costruito i suoi successi grazie a Di Marco ed in alternativa Carlos Alberto sulla sinistra e Dumfries-Darmian sulla destra. Al momento su quattro posti disponibili abbiamo solo Donadio. Se Lo Monaco vuole costruire una squadra in grado di lottare per la promozione, non necessariamente per vincere il campionato, in questo ruolo devono arrivare tre giocatori del livello di Urso e Kerrigan se non superiori.

CENTROCAMPO:

Molto bene i rinnovi di Ranieri, Di Munno e Calcagni che garantiscono continuità e solidità. Anche in questo reparto servono sei se non sette giocatori. Sarei felicissimo del ritorno di cuore azzurro Collodel ma non ho dubbi che verranno presi almeno tre giocatori con le giuste caratteristiche. Nel reparto aggiungo Gerardini che ha dimostrato di essere utilissimo nel ricoprire diversi ruoli dal trequartista all’esterno offensivo in moduli diversi dal 3-5-2.

ATTACCO

Attualmente il reparto può contare solo su Easton Ongaro. Qui la coppia Lo Monaco-Augurio dovrà dare il meglio e portare sotto la Cupola giocatori importanti che dovranno garantire una buona dote di gol. È vero che la Carrarese è andata in serie B con la coppia Panico-Finotto e l’anno scorso il Lecco con Pinzauti-Tordini ma a Novara le ultime promozioni sono arrivate con l’ingaggio di giocatori come Felice Evacuo e Simone Motta. Mi accontenterei anche di un livello inferiore ai due giganti ma nel reparto offensivo dovranno arrivare tre attaccanti con caratteristiche diverse ma in grado di fare la differenza.

Ricapitolando, nel carrello della spesa metterei:

Un difensore centrale alla Bastoni in grado di giocare a centrocampo.

Tre esterni dello stesso livello, possibilmente da “livello Urso” in su.

Tre centrocampisti in grado di alternarsi con la stessa qualità di Ranieri-Di Munno-Calcagni.

Tre giocatori offensivi di cui almeno due titolari di alto livello per la categoria.

Totale 10 giocatori da reperire sul mercato. Forse ho esagerato ma la matematica e le ambizioni societarie portano a queste conclusioni. Le ultime righe vorrei dedicarle a due giocatori che in silenzio stanno concludendo il loro rapporto professionale con il FC Novara: Simone Bonaccorsi, tre anni e 66 maglie azzurre indossate con onore e Nicolò Corti 6 gol e due assist fondamentali in questa tribolata stagione, giocatore dalle possibilità di crescita, secondo me, notevoli.

Continua a leggere

Calciomercato

La rivoluzione d’inverno

Published

on

A poche ore dalla chiusura del mercato possiamo affermare che la campagna acquisti invernale è stata una vera rivoluzione, la squadra è stata rivoltata come un calzino e dovrà trovare velocemente il modo giusto di stare in campo per raggiungere nelle prossime quindici partite la salvezza con o senza play out

Undici acquisti, tutti potenzialmente titolari, tranne l’ultimo arrivato, il giovane Caravaca; nessun titolare tra i giocatori ceduti, tranne D’Orazio. Ognuno può dare il giudizio che vuole sugli acquisti effettuati da Lo Monaco ma un fatto è certo: il Novara 1.0 aveva un solo cambio che poteva in qualche modo cambiare il volto di una partita: Scappini per Corti. Tutti gli altri cambi peggioravano la già scarsa formazione azzurra. Nel Novara 2.0 Gattuso ha 20 giocatori che possono giocare nell’undici titolare oppure subentrare migliorando o quanto meno non peggiorando la formazione iniziale. Non è poco.

Il modulo sarà un 3-5-2 con l’opzione 3-4-1-2. Questo è l’imput categorico che Gattuso ha ricevuto da Lo Monaco. Proviamo un po’ per gioco ad ipotizzare le formazioni titolari con i due moduli imposti da Lo Monaco. Chiaramente all’interno di questi schieramenti ci sono tutte le varianti possibili, considerando che nel calcio di oggi chi parte dalla panchina spesso è più importante e determinante dei titolari. Inoltre, bisogna stare attenti alle prime impressioni che hanno dato i nuovi arrivati: qualcuno ci sembra una ceppa di minchia di ciumiana memoria, ma potrebbe evolversi come un pokemon e viceversa quelli che ora sembrano dei fenomeni, implodere come degli Spelta qualsiasi.

Abbiamo intravisto contro il Padova come potrebbe giocare il Novara: tre centrali grandi e grossi, due esterni tuttocampisti, due punte di peso. Il nodo rimane il centrocampo con tre giocatori di gamba e polmoni come Schirò, Ngamba e Calcagni e due con un minimo di piede e geometrie come Ranieri e Di Munno. Ma i posti a disposizione sono solo tre.

La variante 3-4-1-2 prevede Bentivegna dietro le punte anche perché escludo possa fare il quinto esterno e non mi sembra proprio che possa funzionare come seconda punta. In questo caso a centrocampo servono due maratoneti.

Infine, ma giusto per infastidire Lo Monaco e un po’ anche Gattuso, ipotizzo un bel 4-3-3 che il nostro Direttore ha reso quasi impossibile da schierare per mancanza di terzini ma che con un po’ di coraggio potrebbe funzionare:

Mi sembra evidente che tutto passa attraverso la speranza che Ongaro sia un crack per la categoria perché in caso contrario ci ritroveremo la stessa prima punta del Novara 1.0 (Corti o Scappini). In ogni caso, la rivoluzione d’inverno ci ha regalato una rosa molto superiore a quelle di Alessandria, Pro Sesto e Fiorenzuola e questo ci dovrà bastare.

Continua a leggere

Calciomercato

L’inverno sta arrivando e anche gli svincolati

Published

on

Non mi hanno mai convinto né entusiasmato gli ingaggi dei calciatori svincolati. Troppe incognite (infortuni e stato di forma) e poche certezze. Tutti dicono che l’Alessandria ha “svoltato” grazie ai nuovi innesti avvenuti a ottobre. In realtà i grigi hanno ingaggiato Federico Gentile (38 anni) zero presenze fino ad ora, Stefano Crivellaro dalla serie D, zero presenze fino ad ora e Giovanni Foresta due presenze da titolare. La vera svolta è avvenuta con l’ingaggio dalla seconda divisione greca del 26enne Siafa, che ha trasformato l’attacco alessandrino dandogli peso, velocità, sostanza e due gol decisivi. Acquisto che non è avvenuto tra gli svincolati ma da un campionato estero. Bravi e fantasiosi i dirigenti grigi ma quattro acquisti ed un solo giocatore valido, sono la regola del mercato invernale, quando va bene.

È vero anche che il livello dei calciatori azzurri è talmente basso che sarebbe davvero difficile ingaggiare dei calciatori svincolati più scarsi degli attuali eroi azzurri. E allora diamo un’occhiata alla lista dei calciatori svincolati suddivisi per ruolo e valore di mercato assegnato da transfermarkt.it. Ho escluso quei calciatori con un VDM inferiore a 75.000 euro perché non ci servono cloni degli attuali giocatori ma qualcuno che possa fare la differenza. Nonostante questa selezione sono ben 62 i giocatori svincolati in serie C e 22 in serie B. C’è solo da scegliere bene, giocatori in salute ed in decenti condizioni fisiche.

PORTIERI

Nicholas Battaiola (27 anni) titolare del Fiorenzuola nella passata stagione è il più quotato tra i portieri svincolati. Anche Alessandro Giacomel ex Virtus Verona sembra un buon profilo con un decente recente passato. Tra gli svincolati c’è anche il nostro ex Andrea Tozzo che è rimasto legato a Novara per motivi sentimentali.

In questo ruolo ci sono almeno 6-7 portieri che sulla carta sembrano migliori dei nostri attuali titolari.

Serie Calciatore in precedenza Presenze ultima stagione VdM
C Nicholas Battaiola US Fiorenzuola 37 250 mila €
C Alessandro Giacomel Virtus Verona 16 250 mila €
C Andrea Tozzo Cesena FC 28 200 mila €
C Alberto Pelagotti Novara FC 3 200 mila €
C Alberto Savini Fidelis Andria 20 175 mila €
C Bernardino D’Agostino Gelbison 21 150 mila €
B Edoardo Sarri SSC Bari 0 150 mila €
C Emanuele Zamarion Fidelis Andria 7 125 mila €
C Nicola Tintori Piacenza Calcio 12 125 mila €
C Matteo Raccichini Calcio Foggia 1920 0 100 mila €
C Daniele Cardelli San Donato Tavarnelle 33 100 mila €
B Tommaso Aglietti LFA Reggio Calabria 0 100 mila €
C Timothy Nocchi Piacenza Calcio 7 75 mila €

DIFENSORI

A parte Fran Karacic completamente fuori portata con i suoi 700.000 euro di valutazione, ci sono 33

difensori svincolati trai i quali i nostri ex Tiago Gonçalves, Benalouane e Lazaar che preferirei evitare.

Serie Calciatore in precedenza Presenze ultima stagione VdM
B Fran Karacic Brescia Calcio 22 700 mila €
B Daniele Liotti LFA Reggio Calabria 29 300 mila €
C Alessio Luciani AC Reggiana 1919 31 300 mila €
C Felipe Curcio Calcio Padova 8 250 mila €
C Dario D’Ambrosio Carrarese Calcio 1908 28 200 mila €
C Alessandro Favalli Siena FC 30 200 mila €
C Alessandro Bassoli Pordenone Calcio 13 200 mila €
B Alberto Almici SPAL 5 200 mila €
C Achraf Lazaar Novara FC 6 200 mila €
C Giovanni Pinto SS Monopoli 1966 22 175 mila €
C Giovanni Formiconi Taranto FC 1927 28 175 mila €
C Emanuele Matteucci Mantova 1911 25 175 mila €
C Tino Parisi Piacenza Calcio 26 150 mila €
C Nicolò Sperotto Olbia Calcio 1905 16 150 mila €
C Nicolò Fazzi Mantova 1911 11 150 mila €
C Luca Barlocco Virtus Entella 19 150 mila €
C Federico Danovaro US Fiorenzuola 32 150 mila €
C Ciro Poziello Giugliano Calcio 1928 31 150 mila €
C Alessio Girgi Torres 30 150 mila €
B Aleandro Rosi AC Perugia Calcio 15 150 mila €
C Yohan Benalouane Novara FC 24 125 mila €
C Roberto Crivello Palermo FC 12 125 mila €
B Michele Somma Catania FC 0 125 mila €
C Matteo Legittimo Potenza Calcio 13 125 mila €
C Alessandro Semprini AC Trento 18 125 mila €
B Vincenzo Ciriello AZ Picerno 0 100 mila €
C Tiago Gonçalves Novara FC 15 100 mila €
C Gabriele De Nuzzo Fermana FC 26 100 mila €
C Fabio Eguelfi Imolese Calcio 1919 23 100 mila €
C Enrico Maset Pordenone Calcio 3 100 mila €
C Enrico Bearzotti Siena FC 5 100 mila €
C Antonio Porcino Potenza Calcio 4 100 mila €
C Hélder Baldé ACR Messina 9 75 mila €
C Daniel Semenzato US Viterbese 1908 25 75 mila €

CENTROCAMPO

Una dozzina di nomi interessanti anche tra i centrocampisti. Alcuni probabilmente inarrivabili come Crisetig, Molina, Buchel, Ilsanker ma se fossero in decenti condizioni fisiche ci sarebbero davvero tanti profili interessanti.

Serie Calciatore in precedenza Presenze ultima stagione VdM
B Lorenzo Crisetig LFA Reggio Calabria 29 500 mila €
B Salvatore Molina SSC Bari 13 450 mila €
B Stefan Ilsanker Genoa CFC 16 300 mila €
B Marcel Büchel Ascoli Calcio 28 300 mila €
B Andrea Schiavone FC Südtirol 15 300 mila €
C Alessandro Lovisa US Triestina Calcio 1918 9 225 mila €
C Gabriele Rolando US Catanzaro 7 200 mila €
B Andrea Poli Modena FC 11 200 mila €
B Joel Obi LFA Reggio Calabria 1 200 mila €
B Mirko Eramo Ascoli Calcio 26 200 mila €
C Franco Mussis Aquila Montevarchi 9 150 mila €
C Manuele Castorani Ascoli Calcio 32 150 mila €
C Karim Laribi FC Pro Vercelli 1892 15 150 mila €
C Simone Pasa Rimini FC 34 150 mila €
C Giovanni Tchetchoua Virtus Francavilla Calcio 24 150 mila €
B Adryan Brescia Calcio 8 150 mila €
C Federico Gianola Torres 29 100 mila €
C Lorenzo Pasciuti US Grosseto 1912 1 100 mila €
C Hide Vitalucci US Pergolettese 1932 22 100 mila €
C Sebastiano Finardi Atalanta U23 12 75 mila €
C Carlo Martorelli Calcio Lecco 1912 2 75 mila €
C Fabio Castellano Imolese Calcio 1919 11 75 mila €
C Angelo Persia Piacenza Calcio 13 75 mila €
C Giancarlo Lisai Torres 24 75 mila €
C Mattia Turra Virtus Verona 7 75 mila €

ATTACCO

Pochissimi gli attaccanti svincolati ma quasi tutti con un passato importante, su tutti il nostro ex Galabinov.

Serie Calciatore in precedenza Presenze ultima stagione VdM
B Diego Farias Benevento Calcio 21 350 mila €
C Simone Edera Pordenone Calcio 10 300 mila €
B Andrey Galabinov LFA Reggio Calabria 4 300 mila €
C Maecky Ngombo KFC Houtvenne 3 275 mila €
C Antonio Di Gaudio US Avellino 1912 17 175 mila €
C Nicolás Rizzo FC Lamezia Terme 22 125 mila €
C Diego Fabbrini Lucchese 1905 11 100 mila €
C Abdou Doumbia US Pergolettese 1932 10 100 mila €
C Harvey St Clair Venezia FC 15 100 mila €

Non è chiaro il motivo di aspettare gennaio per prendere un calciatore svincolato. Se si vuole intervenire e puntare sugli svincolati tanto vale farlo subito, prima che arrivi l’inverno.

Continua a leggere

NSN on Facebook

Facebook Pagelike Widget

Telegram

Ultimi Articoli

Copyright © 2017 Zox News Theme. Theme by MVP Themes, powered by WordPress.