Rimaniamo in contatto

Pagelle Ignoranti

IL PAGELLONE IGNORANTE DI FINE ANNO.

Published

on

La fine del campionato coincide per tutti i calciofili col momento di smarrimento più brutto dell’anno, dal quale si inizierà pian piano a riemergere solo da inizio Luglio in poi. Analizziamo quanto visto in questi quattro mesi dall’inizio di questa rubrica, iniziata il 17 Febbraio con la vittoria esterna di Latina fino alla scampagnata di Carpi di giovedì scorso.

Portieri
DA COSTA 6: Re David nel complesso è da considerarsi croce e delizia di questo Novara. Tanti interventi buoni, tanti Over portati a segno. Memorabili le uscite da impasticcato, colpo di audacia e di fede il 2+ doppietta di Coly in Novara-Brescia. Si dice abbia finalmente riavuto indietro la famiglia da Kupisz. Si dice eh.
MONTIPO’ 7.5: sicuramente un grande prospetto che ha saputo aspettare il suo momento per farsi vedere. Ora la sua sfida più importante: conquistare l’accoppiata 049/Plaza Cafe’.

Difensori
CHIOSA 9: a mani basse vince il premio Pagelle Ignoranti 2016/2017. Il Padre ha portato sulla retta via della salvezza la squadra. Si parla già di un pellegrinaggio di Allegri a toccare la sua spalla lussata. Smentita invece la notizia di una parentela con Mario Giordano. Perché va bene essere clementi, ma se sei Granata e pure Alessandrino neanche Cristo ti salva.
LANCINI 8: BimboMix, malgrado gli interventi delicati come la caponata alle 8 del mattino di mbare Pinuzzo, si rivela docile e mansueto nel suo addio. Cinque mesi che non ci dimenticheremo.
TROEST 5: Alessandro Magnus conclude la sua stagione non certo brillantissima con una Carlsberg ghiacciata e passa la salute. La verità è che deve ancora capire come cazzo sia passato il tunnel di Lasagna ma soprattutto, e dico soprattutto, come abbia fatto a prendere gol da Maracchi.
SCOGNAMIGLIO 5: Genny o’Gruoss per la verità, quando è chiamato in causa è come la Parmigiana, anche se è riscaldata e comunque accettabile. Certo che lui sarebbe dovuto essere il Barbera per la nostra difesa secondo le aspettative, non il Tavernello.
MANTOVANI 6.5: dopo 4 mesi non so ancora che cazzo scrivere su di lui. A parte che è bel giocatore. E sti gran cazzi almeno un gol lo avrebbe meritato.
DICKMANN 6.5: È ufficiale: Matematica ormai è andata, quel 5.3 è irrecuperabile ma il resto è andato liscio. Non tutte le ciambelle riescono col buco. Magari la professoressa avrà la clemenza di Illuzzi a non dare il debito. Vedremo.
CALDERONI 7: ci ha messo tre mesi per prendere le misure dello stadio e per ricordare la legge fisico/matematica che sta dietro allo stop di un pallone, ma ne è valsa la pena. Il suo gol al Verona mi è costato un polmone.
KOCH 10: guardandolo ho capito che io della vita non ho capito proprio un cazzo. Soldi,donna e fama. Chapeau.
KUPISZ 10: anche lui era partito benino, poi a furia di fare il terzino di rottura si è sbranato il cervello. L’aver portato sulla via dell’alcolismo e dell’abuso il Padre rimane la sua più grande conquista. Eroe di altri tempi.

Centrocampisti
CASARINI 8: il nostro Nainggolan meno tamarro porta al compimento una stagione di polmoni e bestemmie a far capire in primis ad Adorjan come si limona una tipa in discoteca, in secundis per il nostro centrocampo.
CINELLI 7: Ciño ti ricorderemo non solo per la tua signora ma anche per le giocate geometriche lì nel mezzo. Si vocifera avesso il debito di algebra. Lui come De Rossi col tutore.
SELASI 5.5: Nelson Mandela imbrocca la media di una partita accettabile ogni 21. La media si abbassa ulteriormente se pensiamo ad i tiri in porta. Eppure sono convinto che noi non siamo riusciti a comprenderlo appieno. Vai Nelson, libero, insegna al mondo come non si centra la porta da un metro.
ORLANDI 6.5: Ezechiele nel complesso da tenere considerando che lo si è andato a scovare nel buco del culo. Sorrido sempre ciao.
BOLZONI 6-: Ancora una volta gli infortuni si sono messi di mezzo. Difficile giudicare, se il buon Nelson azzecca una partita ogni 21, Bolzo ne gioca una ogni 21.
ADORJAN 6: ritrovato il suo cadavere impalato in un pilastro. Qualche sospetto c’è già. Vai ed insegna al mondo come si sorride.

Attaccanti
GALA 6+: Ibra quest’anno conclude sostanzialmente con lo stesso bottino di gol dello scorso anno (13 lo scorso, ma ci fu doppietta all’ultima). Bella l’Europa League, ma espugnare il Francioni è tutta un’altra cosa.
SANSONE 5: per spiegare il tutto già da piccole cose, basterebbe dire che sarà lui l’unico mito ad aver lanciato la maglietta facendola cadere nel fossato. Le uniche due perle sono la punizione col Carpi e il gol nel Derby, per il resto solo solo porconi che volano.
MACHEDA 6: noi abbiamo preso lui solo perché il colpo a sorpresa è molto più efficace dello scontato CR7. Dopo due/tre partite si azzarda a tirare in porta, e nel complesso, direi che abbiamo visto anche di peggio.
LUKANOVIC 6: di stima, solo perché mi mette likes su Facebook. Higuain-Dybala-Cuadrado is for boys , Lukanovic-Bajde-Kanis is for men. Saluda Andonio.
DI MARIANO: s.v: l’ultima volta che è entrato in campo la televisione era ancora in bianco e nero, il Vannu aveva i capelloni rasta, Boscaglia era ancora tecnico del Barcellona (Pozzo di Gotto). Davvero difficile giudicare.

Si conclude così. Per le pagelle ignoranti 2016/17 è davvero tutto. Un ringraziamento a voi lettori e al Vannu per la disponibilità nel darmi spazio. Saluti e baci.

Forza Novara Sempre
Francesco Sartorio

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia un commento

Pagelle Ignoranti

LE PAGELLE IGNORANTI DI MALLOREDDUS NOVARA 3-3

Published

on

By

LANNI: Anche oggi si guadagna la pagnotta in terra sarda, disinnescando diversi tentativi loro. Sul secondo gol rimane impietrito peggio di noi una volta scoperto che siamo fuori dai playoff.
DIFESA: Nel primo tempo reggiamo abbastanza bene, nel secondo siamo più impauriti di quando ti ritrovi fuori casa alle 22 e 02. Pogliano nel primo tempo sembra Cannavaro, ma nel secondo tempo assomiglia sempre di più a Potourodis. Bellich come sempre, per non sbagliare, spazza via tutto ciò che è animato. Corsinelli inizia bene con un cross che termina a Livorno, poi avvita bene il piede e migliora. Colombini fino a quando non sviene in campo non fa male.
CENTROCAMPO: Collodel lascia sul campo del Nespoli un polmone per quanto corre. Buba nel primo tempo sbaglia 10 palloni su 6, ma quando lo azzecca andiamo in rete. Subentra poi Hrkac che è mobile quanto noi al primo calcetto dopo cinque mesi e infine Ivanov, che sarà pure bravo, ma è evidente che, se dopo essere subentrato ed in entrambe le occasioni ci siamo fatti rimontare, un po’ di sfiga la porta.
ATTACCO: Rossetti in versione Dzyuba è on fire. Panico becca il cinquecentesimo palo della sua stagione. Zunno come al solito semina scompiglio, mentre Moreo è contento di essere entrato in campo.
JO CONDOR: Presentarsi in Sardegna a fine aprile con una giacca nera sotto il sole non è una gran mossa tant’è che nel secondo tempo perde un po’ la bussola. Peccato.


FORZA NOVARA SEMPRE!
Francesco Sartorio

Continua a leggere

Pagelle Ignoranti

LE PAGELLE IGNORANTI DI NOVARA – OLANDESINA POCO DI BUONO 3-2

Published

on

By

LANNI: Il primo tempo si fa una dormita che neanche dopo il pranzo di Natale. Nel secondo invece, è più sotto pressione di Speranza; la doppia parata finale è roba da restarci secchi, ma lui disinnesca i tiri e pure le madonne dei pistoiesi.
DIFESA: Vale piu’ o meno lo stesso discorso di Lanni. Nel complesso non fa male, ma negli ultimi 25 minuti sembra di assistere all’assedio di Cartagine. Il tiro di destro di Cagnano è passibile di processo per direttissima. Pogliano e Bellich sono coordinati come il suono e l’immagine sul sito streaming di Al-Jazeera. Anche Corsinelli ogni tanto si autolancia, il problema è che poi non parte.
CENTROCAMPO: Oggi Buba fa scristianizzare pure Papa Francesco. Anche Bortoletti quando in un possibile 4 vs 1 riesce a sbagliare il passaggio. Hrkac entra armato di cattive intenzioni e con un elmetto desueto dalla guerra dei Balcani. Bene anche Collodel che esce per una lama nel fianco da parte di Valiani che, malgrado il girello, l’è ancura bon. Malotti è un Recoba depotenziato, ma con la maremma maiala in canna.
ATTACCO: Lanini finalmente può smerciare l’orologio preso alle cinque del mattino dal bangla fuori l’Hollywood, ma il Jo non lo sa ed è contento lo stesso. Anche Panico, Rossetti e Zunno bene anche se col passare del tempo sono mobili quanto un pandino in salita.
JO CONDOR: Negli ultimi 25 minuti è in catalessi, menomale ci pensa Mavillone Gheller a far volare 6 schiaffi con la panchina avversaria.
FORZA NOVARA SEMPRE!
Francesco Sartorio

Continua a leggere

Pagelle Ignoranti

LE PAGELLE IGNORANTI DI BUSTOCCHIA-NOVARA 1-3

Published

on

By

LANNI: Riesumato dalle pulizie di primavera ed appesantito dalle festività pasquali, si sveglia solo quando deve raccogliere la palla dalla rete. Il palo di rimpallo dopo sedici secondi gli fa capire che si vincerà facile.
DIFESA: Oggi veramente tutti bene, persino Lamanna sembra essere un giocatore di calcio. Non era facile marcare Parker alias” Spiderman del Ticino” e Latte “e Miele” Lath.
CENTROCAMPO: Nel primo tempo causa più lamenti ed urla a noi da casa che quasi sembra di essere davanti al Muro del Pianto di Gerusalemme. Secondo tempo invece tutta altra musica con Buba e Ricky sugli scudi. Hrkac invece rimane umile e va direttamente col piedone sullo sterno avversario. Malotti come Inzaghi al mondiale 2006 contro la Repubblica Ceca.
ATTACCO: Lanini è il motorino truccato che ti faceva vincere le gare clandestine di paese. Rossetti e Nonno Peppe bene. La combo traversa di Lanini e autopalo del difensore invece meno bene per il mio rapporto col Vaticano.
JO CONDOR: Nessun giudizio tecnico o tattico. Condivido solo le sue parole post Pergolettese. È stato un inverno lungo è buio per tutti noi tifosi, ma ora è finalmente primavera.
FORZA NOVARA SEMPRE!

Francesco Sartorio

Continua a leggere

Telegram

Facebook

Ultimi Articoli

Copyright © 2017 Zox News Theme. Theme by MVP Themes, powered by WordPress.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: