Serata di festa Gente da stadio

Che meravigliosa serata ieri, ma che dico meravigliosa! bellissima, ma che dico bellissima!
bella, ma che dico bella! Normale, ecco normale…esattamente come tutte le altre che fanno riferimento al coordinamento cuore azzurro dei due Claudi: il Vannucci e il Barbaini. Certo che da un direttivo i cui presidenti si chiamano entrambi “Claudio” mica puoi aspettarti grandi fantasie.

La serata organizzata dai due Club, Gattico e lago d’Orta, è trascorsa scorrendo silenziosa e discreta, tra le cagate sparate dal Faranna e qualche coro inneggiante alla vicina provincia di Wercessi. Quindi la parte piú interessante della serata è stata determinata dalla presenza di ben quattro giocatori che hanno allietato i commensali con il loro silenzio e la loro indubitabile ignoranza sulle “cose novaresi”, portata alla luce da uno spietato Faranna con domande tipo “quanto misura l’alluce del Salvatore posto sulla cima della cupola?”.

Conduttore appunto della…diciamo piacevole serata, e colui che ha posto domande come quella di cui sopra è stato il solito ripetitivo, obsoleto, diarroico, logorroico, anestetizzante, Danny Faranna, appunto, che in poco tempo è riuscito nella impossibile impresa di far toccare i coglioni a tutti gli uomini presenti. Il motivo? Era ancora a Novara oggi pomeriggio quando ha iniziato a fare le prove di ció che poi avrebbe urlato nel microfono per tutta la serata, ovvero che, come minimo, il Novara avrebbe conquistato i play, per poi lanciarsi senza paracadute sulla previsione degli azzuri promossi diretti. È stato a questo punto che i maschi presenti hanno iniziato a turno a prendersi a scarpate sui maroni, una volta picchio io una volta picchi tu; a me è capitato come partner lo Stefanone di Pogno che ha lasciato partire delle pappine!!!!!!

Ma l’apoteosi del trash l’ ha raggiunta uno vestito da ragioniere esattoriale di Equitalia il cui nome d’arte ha inquietato non poco gli astanti : Do Nascimento, si avete capito bene: Mago Do Nascimento. Laureato in oroscopologia con una tesi discussa con Wanna Marchi e sua figlia nella sede dell’Universitá di Ozzano nell’Emilia. Mago che, una volta impossessatosi del microfono strappato dalle mani del conduttore, ha sconvolto la volta celeste mischiandola come un mazzo di carte da scala quaranta, mentre il povero Danny piangeva sui ravioli come un bambino privato ingiustamente del suo giocattolo. L’arrivo tempestivo del Marco Foti ha evitato che la situazione degenerasse.

Quindi tutti hanno avuto modo di sapere che il Sagittario quando entra in Mercurio questi gli misura la febbre almeno a 37, e che il Leone, tutte le mattine, deve correre dietro alla costellazione della gazzella se vuole mangiare, oppure che i pesci se entrano nell’acqurio sono cazzi loro, e che i gemelli stanno sempre abbottonati e soprattutto per la Vergine che sarebbe il momento buono di accettare di farsi una bella e sana oroscopata con una di quelle costellazioni che non contano un cazzo. Se poi si considera che quando il prosecco entra nella dimensione astrale del bicchiere e che alla guida del carro grande ci sei tu, come minimo la conformazione stellare della pattuglia stradale ti toglie la patente.

Dopo aver girato in lungo e in largo per tutte le galassie che passano da Gattico, soprannominata per l’occasione “Galattico”, che nemmeno al comandante di Star Trek sarebbe riuscito tanto, il Mago per strappare l’ultimo applauso del pubblico ormai agonizzante e pronto a un suicidio di massa, ha profetizzato una vittoria Novarese nel derby di domenica con punteggio tennistico. Dopo aver scoperto di non avere nulla piú da toccare e svuotatasi la sala, gli ormai invitati Zombie hanno accatastato fascine di legna all’esterno del ristorante con il fine di “riscaldare” il mago che intanto si era dato alla vendita delle alghe dimagranti. Evito di descrivere, per mancanza di spazio ciulato dal mago che lo ha fatto sparire, la lotteria che metteva in palio souvenir di Novarello, come la nutria Nutriella, lotteria evidentemente truccata come neanche la Loredana Bertè riuscirebbe a fare meglio sul suo volto.

Tutto quanto sopra descritto confermo essere vero come una banconota da quindici euro.

Nonnopipo


Fondatore dei Blog Novara Siamo Noi e Rettilineo Tribuna, Vice Presidente del Coordinamento Cuore Azzurro e fraterno amico di chiunque al mondo consideri lo stadio la sua seconda casa. O addirittura la prima. Editorialista estremista, gattaro.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: