Rimaniamo in contatto

Campionato

‘O caccaviello

Published

on

Sono passati più di quarant’anni dai tempi in cui Gianni Brera e Vladimiro Caminiti sfornavano epiteti assurti poi a secondi nomi perenni: l’abatino, bonimba, puliciclone …. intuizioni geniali che catturavano movenze e fatture dei protagonisti domenicali trasformandole in soprannomi poi rimasti vivi nella mente di tutti a dispetto del tempo.

Quei tempi sono passati e fino a ieri noi a Novara dovevamo accontentarci di un generico ceppa di minchia da affibbiare a chi, puntualmente ad ogni inizio stagione, si presentava in ritiro facendo chiaramente risaltare quella caratteristica: la ceppite.

Ma finalmente dopo la partita di Latina ( anche se gli avvisi erano già stati evidenti in precedenza) anche noi abbiamo un azzurro le cui movenze possono essere ricondotte ad un soprannome:
‘O caccaviello

Il caccaviello, nel dialetto stabiese ( squadra nella quale lui ha giocato ), sta ad indicare il pentolone ( rigorosamente di coccio , proprio come lui), più grande della tradizionale caccavella, più stabile e meno mobile, complesso da muovere.

Sono andato a rivedere alcuni filmati dello scorso anno per capire se anche allora, come quest’anno, qualsiasi sfigato di turno potesse uccellarlo con il pallone da una parte e lui dall’altra.
O’ caccaviello lo scorso anno ti mordeva i polpacci se lo facevi… quest’anno invece lui alza la mano… con modi gentili … imbarazzante come un pentolone.

Eppure questo suo essere ” gràss ‘mè ‘n purscié” non può essere giustificato dal suo trasferimento a Novara:
È nato a gragnano e sarà cresciuto a meveza ‘mbuttunata, avrà fatto la merenda con a frittat’ e maccaruni ... può la nostra paniscia o la rustida averlo ridotto così?

A trapani lo scorso anno le busiate cull’agghia o gli scurmi lardiati potevano essere più leggeri di un mezzo chilo di gorgonzola?

‘O caccaviello lo abbiamo già venduto per un piatto di maccaroni a fine gennaio … ma ci è tornato indietro … speriamo che il nostro direttore sportivo Braghetta si ricordi di buttare la pasta a maggio.

 Ciumi

Analista tecnico delle partite e sfanculatore ufficiale del blog. Convive con una sana passione per le Converse All Star sgualcite e scolorite e per la scarsa considerazione sul genere umano. Severo ma giusto.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia un commento

Campionato

La VIDEO-MOVIOLA di Lavagnese-Novara

Published

on

Grazie alle immagini della diretta fb dei Fedelissimi posso analizzare l’unico episodio da moviola della partita: Vuthaj dopo aver superato il suo avversario cade in area ma l’arbitro ben posizionato lascia correre. Per le immagini a disposizione, soprattutto quelle rallentate, secondo me l’arbitro ha preso la giusta decisione perché sembra che il nostro bomber emulo del miglior Pippo Inzaghi si lasci cadere.

Probabilmente se questo fosse stato un episodio decisivo per il risultato finale sarei stato di un’altra opinione!!

 

 

 

 

Continua a leggere

Campionato

La VIDEO-MOVIOLA di Novara-Sanremese

Published

on

La doverosa premessa è che la Sanremese ha vinto meritatamente, giocando una partita perfetta, dimostrandosi superiore al Novara.

Ma come sempre, preferisco separare il risultato e la prestazione dagli episodi arbitrali che ieri non sono stati a favore del Novara.

Purtroppo, non sono tutti documentati da immagini televisive (avrei voluto rivedere alcuni episodi al limite del cartellino rosso e un episodio di rigore dubbio).

Il primo episodio è il gol del 1-3 al minuto 82: la posizione di partenza di Scalzi è in fuorigioco piuttosto netto. Errore grave perché è il gol che chiude la partita.

Subito dopo il Novara reclama in rapida successione due rigori:

al 85’ il tiro di Diop si infrange contro il braccio del difensore ligure, ritenuto dall’arbitro aderente al corpo. Difficile da giudicare, non sarebbe stato scandaloso concedere il penalty.

Un minuto dopo, Vuthaj salta netto il suo avversario che in scivolata prende palla e gamba. Sicuramente l’attaccante azzurro allarga la gamba alla ricerca del rigore ma anche in questo caso la Sanremese ha rischiato moltissimo.

Continua a leggere

Campionato

La VIDEO-MOVIOLA di Vado-Novara

Published

on

Grazie alla diretta fb di Roberto Fabbrica, con immagini migliori di Elevensport, ecco la videomoviola di Vado-Novara: quattro episodi, tutti nel secondo tempo, tutt’altro che facili da decifrare:

il primo episodio vede il Vado reclamare un rigore per un intervento di Bonaccorsi. In realtà il nostro difensore compie un recupero impressionante sull’attaccante ligure ed in scivolata impatta nettamente il pallone.

Anche il Novara reclama un rigore: Di Masi serve Vuthay che viene atterrato fallosamente. Invece di fischiare un sacrosanto rigore, l’assistente segnala un fuorigioco inesistente. Oggi tanti errori di valutazione sui fuorigioco anche a danno del Vado.

Al 86’ l’espulsione diretta di Tinti viene contestata perché pochi secondi prima non era stato fischiato un fallo per il Vado: l’intervento di Tentoni mi sembra sul pallone e quindi l’arbitro ha fatto bene a non fischiare, il cartellino rosso al giocatore ligure pare un po’ esagerato, vista la situazione forse un giallo poteva essere più opportuno.

E veniamo all’episodio decisivo: diciamo subito una cosa, se avessero fischiato un rigore del genere contro il Novara due minuti dopo i cinque minuti di recupero avremmo sicuramente tirato giù tutti i santi del Paradiso e maledetto ben peggio dei tifosi del Vado, arbitro e avversari. Nello specifico, Di masi servito malamente dalla difesa ligure punta diritto la porta avversaria e cerca l’impatto con il difensore del Vado che probabilmente non avviene. Per me è un classico “rigorino furbo” che forse non c’era. Ricordiamoci però del rigore precedente per il Novara non concesso.

Continua a leggere

Ultimi Articoli

Copyright © 2017 Zox News Theme. Theme by MVP Themes, powered by WordPress.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: